28 GIUGNO: SI APRE IL CONTROSEMESTRE POPOLARE

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Domani l’Unione Sindacale di Base sarà in piazza a Roma insieme migliaia di lavoratori, di disoccupati, pensionati, precari, migranti e studenti, per la manifestazione nazionale che dà il via al “Controsemestre popolare”: contro i Trattati e i diktat dell’Unione Europea, contro l’austerity, per il lavoro, il reddito, il welfare e contro la guerra alle porte dell’Europa.

Tanti i pullman in partenza da tutta Italia, organizzati dalle molte realtà che hanno aderito all’appello, fra cui il Sindacato è un’altra cosa/Cgil, il Forum dei Movimenti per l’Acqua pubblica, movimento No Tav, Rete No War, Ross@.
In arrivo un pullman anche da Bruxelles, con a bordo la delegazione italiana della Carovana Migranti e Rifugiati, che si unirà al corteo dopo aver manifestato sotto il Consiglio Europeo per il diritto di asilo e la libertà di circolazione per le persone.

Il corteo partirà alle 14.00 da piazza della Repubblica e attraverserà via Amendola, via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, raggiungendo piazza Santi Apostoli. Un’ampia delegazione andrà alla sede della Commissione Europea in Italia (via IV Novembre), anche per consegnare documento congiunto degli organizzatori.

L’appuntamento di domani sarà la prima tappa di un percorso di mobilitazione, che accompagnerà sino a dicembre la Presidenza italiana dell’Unione Europea, per affermare la dignità e la supremazia del lavoro sul profitto, per l’intervento dello stato nell’economia, per il salario e il reddito, per il diritto alla casa, per i diritti e la democrazia nei posti di lavoro, per lo sviluppo dei servizi pubblici, per la difesa dei beni comuni e dello stato sociale, per tutelare l’ambiente, la salute e la pace.