DEL GAUDIO: CASERTA MODELLO URBANO NEL DIBATTITO INTERNAZIONALE SUL FUTURO DELLE CITTA’

unh 181014“L’iniziativa di “Un-Habitat” ospitata in questi giorni al Belvedere di San Leucio rilancia con prepotenza Caserta, non solo come splendida location per eventi d’interesse internazionale, ma anche come modello urbano sperimentale per lo sviluppo ed il miglioramento delle città storiche di tutto il mondo. Questa è un’opportunità unica per tutto il nostro territorio. Le rispondiamo con una squadra di governo sempre più convinta degli obiettivi reali da raggiungere per il rilancio di Caserta e del lavoro condiviso che deve essere espresso, acquisendo ogni costruttiva collaborazione che la città saprà offrirci”. Lo ha detto il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio nel corso della tavola rotonda sulle prospettive di sviluppo sostenibile della città dal titolo “Caserta – The city we need” che ha terminato il convegno internazionale “Urban Thinkers Campus” organizzato da “UN-Habitat”, Agenzia delle Nazioni Unite per gli insediamenti urbani, nell’ambito del Forum Universale delle Culture. I quattro giorni di seminari, confronti, workshop e approfondimenti sul futuro delle città, anticipano l’appuntamento HABITAT III, terza conferenza mondiale delle Nazioni Unite sull’Abitazione e lo Sviluppo Urbano Sostenibile che si terrà nel 2016. “Dopo il confronto di questi giorni tra gli ‘urban thinkers’, gli esperti internazionali in materia di sviluppo degli insediamenti urbani – aggiunge -, la parola passerà nella seconda fase del progetto, definito con “Un-Habitat” e Regione Campania, ai cittadini che saranno coinvolti nell’elaborazione di una proposta di città che sarà parte integrante del percorso verso la conferenza mondiale delle Nazioni Unite sull’Abitazione e lo Sviluppo Urbano Sostenibile. Un progetto nel quale saranno coinvolti direttamente ed attivamente i nostri giovani più capaci, già individuati nei mesi scorsi attraverso una “short list”, e che terminerà i primi giorni di dicembre”. All’incontro coordinato dal presidente del Consiglio Comunale Gianfausto Iarrobino, dal quale sono venuti gli apprezzamenti ad “un’iniziativa che può contribuire con efficacia a disegnare il futuro della nostra città in uno scenario di saperi e conoscenze di altissimo livello”, con il sindaco Del Gaudio hanno partecipato l’assessore regionale alla Promozione Culturale Caterina Miraglia, gli assessori comunali all’Urbanistica ed ai Lavori Pubblici Giuseppe Greco e Massimiliano Palmiero, il prof. Massimo Pica Ciamarra (progettista del Puc di Caserta) ed il prof. Carmine Lubritto (progettista del Paes di Caserta), la responsabile “Un-Habitat” per la Comunicazione Ana Moreno, il presidente di Icomos Italia, Maurizio Di Stefano, oltre all’assessore comunale Pasquale Napoletano ed i consiglieri comunali Francesco Apperti, Antonio De Crescenzo, Edgardo Ursomando. “L’Urban Thinkers Campus – ha spiegato Ana Moreno – è stata una grande discussione sul futuro delle nostre città. E’importante perché è da qui che ripartiremo per arrivare alla conferenza di Habitat 3. Senza l’appoggio ed il coinvolgimento delle comunità locali non sarebbe possibile parlare di “The city we need’, la città di cui abbiamo bisogno ed il meraviglioso Belvedere di San Leucio, un posto così denso di cultura tramandata da secoli, è stato il posto perfetto dove pensare e immaginare la città del futuro, anche perchè il punto di partenza per lo sviluppo delle città è proprio la cultura. L’Amministrazione comunale – ha detto l’assessore Caterina Miraglia – ha colto e vissuto l’occasione del Forum Universale delle Culture nella maniera più appropriata. Il Forum, quando consentirà nella sua fase finale il contributo dei giovani casertani selezionati nella “short list”, permetterà loro di sviluppare rapidamente sul campo conoscenze preziosissime, utili ad entrare con determinazione sul mercato del lavoro collegato ad eventi che, come questo, chiamano esperti di tutto il mondo a prepararlo per il futuro. La sfida che ci propone “Un-Habitat” – ha detto l’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Greco – è straordinaria. Dobbiamo accettarla e farla nostra con responsabilità e con un’ampia presa di coscienza per tradurla in condivisione e più forte identità. Il nostro territorio va ripensato: per questo il nuovo Puc invertirà con convinzione la rotta. Lo chiede, in maniera generalizzata, un territorio che si sente “parte lesa” per quanto avvenuto in questi scorsi anni. Le attuali norme ci aiutano, perciò stiamo esprimendo un impegno necessario e anche straordinario per cambiare pagina. Sostenibilità, integrazione, inclusione sociale, welfare attivo sono all’orizzonte del percorso che abbiamo avviato. Il Paes – ha spiegato nel suo intervento l’assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Palmiero – prepara in termini di mobilità sostenibile, efficientamento energetico e ottimizzazione della pubblica illuminazione, le risposte che bisogna dare per arricchire la qualità della vita della nostra città. Riguardo alla cura del territorio, l’Amministrazione comunale si prepara a definire anche due interventi che saranno realizzati per migliorare l’assetto idrogeologico intorno alle zone delle frazioni di San Leucio e di Mezzano, per consentire alla Regione di svincolarci dall’area rossa che caratterizza le zone a rischio della Campania”. Massimo Pica Ciamarra, progettista del Puc, ne ha illustrato in sintesi le linee d’indirizzo: “Vanno superati gli “egoismi urbani” accumulati finora e i limiti della città ideale, oggi non più perseguibili, per costruire una rete che colleghi i luoghi della condensazione sociale e lavorare per un futuro possibile dei prossimi 10 anni”. Carmine Lubritto, progettista del Paes, ha spiegato “le opportunità immediate del piano cui Caserta lavora con convinzione, che sarà analizzato e valutato dall’Unione Europea. Saranno possibili, in tempi rapidissimi, azioni esecutive da attivare acquisendo in tal modo i fondi europei diretti per esse previsti”. Maurizio Di Stefano, presidente d’Icomos Italia, ha rilevato “la necessità che “Un-Habitat” acquisisca la priorità del patrimonio culturale a fondamento della sua azione, che si superi collettivamente la logica perdente degli interventi nelle micro-aree, che si attivino strutture di collegamento che lavorino stabilmente ai progetti”.

VENDITA BENI COMUNALI A MONDRAGONE: ECCO IL BANDO DEI SUOLI

mondragoneL’Amministrazione comunale di Mondragone rende noto che, nell’ambito del programma di alienazione dei beni comunali relativa al piano di vendita per svariati appezzamenti di terreno di proprietà comunale dislocati su tutto il territorio della Città, vi è la possibilità di procedere all’acquisto delle citate aree censite all’N.T.C. Comune di Mondragone, il cui elenco completo è disponibile all’interno del sito internet www.mondragone.net, in allegato alla delibera di Consiglio comunale n. 9 del 29/04/2014. I prezzi di vendita al metro quadro sono: euro 75 per mq. per i suoli pertinenti ad attività commerciali non stagionali, euro 65 per mq. per i suoli pertinenti a strutture turistiche alberghiere, euro 55 per mq. per i suoli pertinenti a stabilimenti balneari, 35 per mq. per i suoli pertinenti alle unità abitative di euro e euro 7,50 per mq. per i suoli agricoli non pertinenziali. Verrà inoltre applicata una decurtazione del 10% per le superfici superiori a 1.000 mq. Gli interessati possono rivolgersi, per ogni informazione, all’Archivia Solution s.p.a., incaricata Inviato da iPad comunale, chiamando in orario di ufficio allo 0818631079/3356815657, oppure possono scaricare il modello di proposta d’acquisto unilaterale sul sito www.mondragone.net. L’Amministrazione comunale, inoltre, rende noto che ha avviato le procedure per riportare nella disponibilità dell’ente tutti i suoli di proprietà comunale indebitamente occupati da privati a vario titolo e che, a decorrere dal 01/01/2015, verranno riscosse le indennità di occupazione relative a tali suoli.

TIROCINI NEI BENI CULTURALI IN CAMPANIA

pompeiScade il 6 novembre alle ore 12:00 il termine per la presentazione di domanda di partecipazione ai bandi di tirocinio nei beni culturali in Italia rivolti a giovani laureati con età fino a ventinove anni, promossi dal Ministero per i beni ambientali e culturali, per la realizzazione di progetti specifici finalizzati a sostenere attività di tutela, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale. Nel nostro territorio l’intervento è destinato a cinquanta giovani per l’area archeologica vesuviana Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia e Boscoreale, e venti giovani per la Reggia di Caserta. Altre opportunità sono offerte in altre località italiane. Il bando è rivolto a laureati in diverse discipline con un punteggio minimo di 105 e dà diritto ad un attestato riconosciuto e a un rimborso forfetario lordo di mille euro al mese per sei mesi e un attestato valutabile ai fini di altre procedure di selezione nella pubblica amministrazione. La compilazione della domanda va fatta in modalità telematica attraverso il sito internet del ministero dei beni culturali. Per i cinquanta tirocini di Pompei (tra cui rientra anche la nostra area archeologica) sono ammesse le lauree in archeologia, architettura, archivistica e biblioteconomia, geologia, ingegneria ambientale, civile ed informatica, scienza e tecnologia per i beni culturali, scienze forestali e ambientali. Per i venti tirocini a Caserta sono ammesse le lauree in architettura, beni culturali, economia e gestione della cultura, scienza e tecnologia per i beni culturali, scienze della comunicazione, storia dell’arte, tecnologie per il restauro e per la conservazione dei beni culturali. “Il tirocinio formativo –spiega Paolo Persico, assessore ai beni archeologici e culturali- è un’occasione per i giovani di compiere un’esperienza nel campo dei beni culturali dopo molti anni di tagli. In particolare –aggiunge Persico- per l’area vesuviana è importante che si sia scelto di utilizzare queste competenze e questo entusiasmo per rafforzare il lavoro di programmazione degli interventi, per migliorare la conoscenza del patrimonio archeologico e archivistico, e per realizzare concretamente il piano di gestione della zona Unesco che prevede numerose occasioni di valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale delle nostre città”.

Caserta: Nati per Leggere, dal 25/10/14

DIGITAL CAMERASabato prossimo, 25 ottobre, alle ore 10, presso la Biblioteca comunale “Ruggiero” di Via Laviano 65, a Caserta, sarà inaugurato il punto di lettura “Nati per Leggere”, uno spazio riservato ai più piccoli e alle loro famiglie per assicurare a tutti i bambini, già in tenerissima età, l’opportunità di una crescita equilibrata e di uno sviluppo migliore grazie alla lettura di relazione. L’iniziativa nasce dalla collaborazione dell’assessorato alla Cultura con l’associazione culturale “Chiedilo alla Luna” e con l’associazione “Nati Per Leggere”. “Crediamo nella cultura e nella biblioteca comunale che dobbiamo far conoscere ai cittadini sempre di più – ha spiegato il sindaco Pio Del Gaudio nel corso della presentazione –soprattutto grazie ad iniziative di qualità come questa. Con l’assessore Barbato, che ringrazio di cuore per le sue idee sempre chiare, pratiche ed innovative, abbiamo avviato un percorso nuovo che intende valorizzare i luoghi della cultura cittadina e che sta già dando ottimi risultati. Inaugurare un punto di lettura per i più piccoli – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Nicoletta Barbato – è per noi un grande motivo d’orgoglio, anche perché rappresenta il primo attivato in provincia di Caserta con l’associazione nazionale Nati Per Leggere. L’obiettivo è mettere a regime le strutture comunali, anche in sinergia con le scuole e con le associazioni che hanno a cuore la cultura ed il futuro della nostra città”.

Terracina: Spettacolo di danza russa in piazza, 23/10/14

Spettacolo di danza russa “Divertisment”Nel più ampio progetto della manifestazione denominata “Anno del turismo Italo – Russo”, programmato dal Governo italiano e russo, anche la città di Terracina è stata coinvolta con una serie d’iniziative culturali da organizzare in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Terracina, la locale associazione d’amicizia Italia – Russia, e dall’associazione culturale di San Pietroburgo, Obedinenie. Questo percorso culturale inizierà giovedì 23 ottobre alle ore 18 in Piazza Mazzini, con l’esibizione di un gruppo di danzatori russi conosciuti a livello internazionale, anteprima del progetto “La Strada di Ulisse”. “E’ un primo evento – afferma l’assessore alla cultura Emilio Perroni – al quale farà seguito una grande manifestazione di danza classica da organizzare nella primavera del 2015, all’interno della quale prevediamo di portare a Terracina gruppi importanti provenienti anche dalla Federazione Russa. Colgo infine l’occasione per invitare ufficialmente tutti i cittadini che amano l’arte della danza, espressa senza riserve da ragazzi capaci di emozionare per la loro preparazione e passione”.

Latina: Dona la conoscenza

Rotaract Club Latina al "Majorana"

Rotaract Club Latina al “Majorana”

Lunedì mattina, presso il liceo scientifico “Majorana”, i ragazzi del Rotaract Club Latina hanno consegnato il primo buono-acquisto direttamente nelle mani del dirigente scolastico, professoressa Stella Fioccola. I buoni saranno utilizzati ai fini dell’acquisto di materiale scolastico per gli studenti meritevoli che si trovano in difficoltà a reggere il peso delle spese connesse ai libri di testo. Tale donazione rientra nel progetto di Club “Dona la conoscenza” e fa parte della più ampia cornice del progetto “I Giardini del Majorana: spazi d’integrazione – Integrazione e ambiente per studenti italiani e immigrati di seconda generazione”, organizzato dall’istituto Majorana, dall’associazione Banca del Tempo di Latina, insieme ai Centri di servizio per il volontariato operanti sul territorio della provincia di Latina. L’obiettivo è quello di cercare di permettere concretamente la realizzazione del diritto allo studio per gli alunni più bisognosi, intervenendo direttamente presso uno degli istituti scolastici principali del territorio della città di Latina. Alla consegna del buono hanno presenziato, oltre al dirigente scolastico, ai componenti della didattica ed ai membri del Rotaract Club Latina, anche il presidente dell’associazione Banca del Tempo di Latina, Angela Percopo, e Franco Borretti delegato giovani del Rotary Club Latina.

Latina: Donne…che impresa, 24/10/14

locandinaUn convegno per conoscere a fondo i temi dell’imprenditoria femminile, delle pari opportunità e dell’accesso al credito, con particolare riferimento alla normativa e allo stato dell’arte in Italia e nella Provincia di Latina: Questo lo scopo dell’incontro “Donne…che impresa”, in programma venerdì 24 ottobre alle 16:30 presso la sala conferenze della Facoltà di Economia dell’Università La Sapienza di Latina. Il convegno è organizzato dal Rotaract e dal Rotary Club Latina in collaborazione con La Sapienza di Latina Ce.R.S.I.Te.S., l’Inner Wheel Latina, l’Interact Latina e il Distretto2080 (Lazio-Sardegna) del Rotaract Club, con l’adesione delle Associazioni di Categoria, di Rete Imprese Italia della Provincia di Latina, del Comitato Imprenditoria Femminile di Latina e Ordine dei Commercialisti di Latina. «Abbiamo voluto affrontare questo tema – commenta il Presidente del Rotaract Club Simona Mulè – perché crediamo fortemente nel ruolo delle donne, ancora oggi purtroppo, vittime di pregiudizi sociali ed ancorato ad una società che permane, per certi versi, chiusa e maschilista. Sempre più imprese, anche nella nostra provincia, hanno al comando donne, giovani imprenditrici che decidono di investire tempo e denaro in una realtà imprenditoriale. Questo incontro è rivolto a tutti quelli che intendono approfondire l’argomento – maschietti compresi – e per tutte le donne, attuali o future imprenditrici, che vogliono conoscere meglio o approfondire l’ambito normativo e pratico per la creazione di impresa rosa, per l’accesso al credito e per valutare la situazione del settore sia in ambito nazionale sia nella nostra provincia. V’invito a partecipare». Ai tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Inoltre, per i commercialisti iscritti all’ordine di Latina saranno riconosciuti n. 3 crediti formativi. L’incontro, moderato dal vice direttore de “Il quotidiano di Latina” Graziella Di Mambro, vedrà i contributi di:
• Prof. Donatella Strangio, Docente di Storia economica Facoltà di Economia, La Sapienza Latina. “Globalizzazione ed internazionalizzazione delle imprese. Il ruolo delle imprenditrici”;
• Dott. Vincenzo Zottola, Presidente Camera di Commercio Latina, “La realtà territoriale della provincia di Latina: dati, servizi e prospettive”;
• Dott.sa Laura Brida, Presidente Comitato Imprenditoria Femminile C.C.I.A.A. di Latina, “I numeri delle donne che fanno Impresa in Provincia di Latina e nel Lazio”;
• Avv. Andrea Giordano, Presidente Commissione azione professionale Distretto 2080 “Accesso all’impresa e pari opportunità: la Legge n. 120/11”;
• Dott. Simone Francesco, Vice Direttore Generale Artigiancassa s.p.a. “L’accesso al credito per le imprenditrici. Protocolli d’intesa e Fondi di garanzia”.

L’evento è patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Provincia e dal Comune di Latina, dalle associazioni Rete Impresa Italia Provincia di Latina, da Sapienza in Movimento e Fenix – Vento di cambiamento. Media Partner: Il Quotidiano di Latina e ILatina.

Basket Giovanili – Notiziario giovanili Pall. San Michele Maddaloni

San Michele MaddaloniUnder 15 Eccellenza

Esordisce alla grande l’Under 15 Eccellenza calatina, che ha dominato la gara letteralmente ad unico senso imprimendo sin dalla palla a due i suoi ritmi di gioco. Davanti ad un Pala Angioni-Caliendo che contava circa 200 spettatori, la difesa potentina è stata bucata con continuità dalle penetrazioni dei maddalonesi, che hanno accresciuto il margine di vantaggio sino a toccare le trenta lunghezze già al giro di boa. La forbice è continuata ad allargarsi nella ripresa raggiungendo il risultato finale di 74-24.

Il Castello della Paura 2014 a Valva (Salerno), 31 ottobre al 1° novembre

Valva: Villa d'Ayala

Valva: Villa d’Ayala

Castelli, dimore di nobili famiglie, lumi di uno splendore culturale che ancora, di giorno, emanano nei confronti di qualsiasi visitatore, ma di notte… per due notti… divengono tetri e lugubre scenario di narrazione di vicende inquietanti: Tre storie, un unico filo conduttore: l’orrore di una vita da mostri, che costringe folli, esuli, freak a scappare da un mondo che li ha rifiutati e creare un mondo orrorifico, cupo, terribile e terrorizzante nel quale gli spettatori s’addentrano incautamente. Questo è lo spirito dello spettacolo “Il castello della Paura 2014”. Dopo due anni di messa in scena a Lauro (Avellino), all’interno del castello Lancellotti, lo spettacolo targato “Il Demiurgo si sposta”, il 31 ottobre ed il 1° novembre, a Valva (Salerno) nella meravigliosa Villa D’Ayala. Un nuovo episodio, una storia originale e coinvolgente narrata grazie al contributo di 12 attori e portata in scena grazie al patrocinio del Comune di Valva, della soprintendenza d’Avellino-Salerno e del Sovrano Ordine di Malta. Il titolo dell’edizione è “la città morta” e racconterà del contrasto tra amore e morte, luce e buio, passione e terrore: racconterà di sogni che si tramutano in incubo. Sarà un viaggio che gli spettatori non compiranno solo tra le sale del castello, ma soprattutto all’interno delle proprie coscienze e dei loro cuori. A prestare il volto ai mostri attori della provincia di Avellino e Napoli: Ferdinando e Loredana Nappi, Luigi e Marina Andeloro, Franco Nappi, Daniele Acerra, Salvatore Grasso, Pasquale Murano: tutti veterani della manifestazione, presenti fin dalla prima edizione. A completare il cast Venanzio Amoroso e Lilith Petillo, trapiantati a Roma, dove stanno completando gli studi presso l’Accademia Internazionale di teatro, Armando Balletta e Marco Guerriero: quattro neofiti dell’incubo, già da qualche mese collaboratori assidui di una realtà artistica che cerca di crescere e migliorarsi sempre più. Vicende cupe e originali, in bilico tra angoscia e follia, incubo e orrore, ambientate nei luoghi che un tempo rappresentarono potere e magnificenza: i castelli. Un tempo dimore di nobili famiglie, lumi di uno splendore culturale che ancora, di giorno, emanano nei confronti di qualsiasi visitatore, ma di notte… per due notti… divengono tetri e lugubre scenario di narrazione di vicende inquietanti. Il pubblico sarà travolto da una dimensione atemporale e irreale nella quale sangue e morte si mescoleranno insieme. I personaggi agiranno, vivranno e moriranno in mezzo alla gente. Accompagneranno il pubblico tra fiumi di sangue e orrore, al cospetto di veri e proprio brandelli d’inferno esplosi in superficie. Li accompagneranno, per dirla con uno dei protagonisti, tra mostri. «Noi siamo qui e altrove, ora e un tempo. In un castello o nelle vostre coscienze e siamo mostri. Perché voi ci avete fatto mostri. E con la vostra terribile crudeltà scacciati e accecati, nascosti e dimenticati, noi siamo… voi! Ed è questo a farvi gelare il cuore. Voi siete noi… ma senza sangue. Siete noi ma senza morte. Siete noi, ma senza sofferenze. Siete noi… ma senza orrore. Ma l’orrore non bussa alla porta, e non si annuncia, esso t’investe. Potente e forte. E quando squarcia i confini dell’assurdo e entra nella tua vita tu, uomo, misero e ridicolo ammasso di nulla tendente al niente… tu… cosa puoi fare, se non arrenderti ad esso»? Uno scenario da inconsueta bellezza ancestrale caratterizza Villa d’Ayala. Avvolta in un magico silenzio, si presenta al visitatore come un ambiente quasi irreale, isolato dal mondo esterno. Il parco che copre un’estensione di diciassette ettari, rappresenta con il suo patrimonio boschivo un autentico polmone verde. Lo spettacolo sarà ripetuto più volte, ed i gruppi di spettatori partiranno ogni 60 minuti: Per prenotare e quindi usufruire di sconti e fare zero minuti di fila, chiamate al 3278340763 – 3313169215 oppure scrivete a info@ildemiurgo.com. Chiedete anche la possibilità di usufruire di pacchetti turistici comprendenti cene, pernottamenti, escursioni. Una sola domanda da porsi, prima di confermare la propria partecipazione: Quanto coraggio avete?

BOSCOREALE: BANDO PER L’ISTITUZIONE DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI COMUNALI VOLONTARI

volontariE’ stato pubblicato, ieri mattina, il bando pubblico, disponibile sul sito internet del Comune di Boscoreale, relativo a procedura selettiva per il conferimento d’incarico d’Ispettori Ambientali Comunali Volontari (IACV), per la prevenzione, la vigilanza e il controllo del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti, al fine di concorrere alla difesa del suolo, del paesaggio e della tutela dell’ambiente nel territorio comunale. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore dodici del 20 novembre 2014. L’Ispettore Ambientale Comunale, che avrà funzioni di pubblico ufficiale, svolgerà le seguenti attività di controllo e vigilanza:
• Abbandono e deposito incontrollato di rifiuti solidi urbani, in particolare nelle vicinanze dei carrellati per la raccolta del vetro e delle lattine in metallo;
• Abbandono e deposito incontrollato sul suolo di rifiuti domestici, ingombranti e non solo;
• Corretto conferimento dei rifiuti domestici per i quali è istituita la raccolta differenziata, compreso il rispetto degli orari di conferimento per i rifiuti e d’esposizione dei carrellati;
• Mancata rimozione delle deiezioni animali o mancata dotazione dell’attrezzatura idonea alla rimozione ed asportazione delle deiezioni dei cani;
• Abbandono e deposito incontrollato sul suolo di rifiuti speciali e/o pericolosi.
L’Ispettore Ambientale Comunale, che avrà funzioni di polizia amministrativa con i relativi poteri d’accertamento di cui alla Legge n. 689/81 (di depenalizzazione), svolgerà anche un ruolo d’educatore civico poiché comunicherà informazione ai cittadini sulle modalità e sul corretto conferimento e smaltimento dei rifiuti, ed eserciterà un’azione di prevenzione nei confronti di chi, con comportamento irrispettoso del vivere civile, arreca danni all’ambiente, all’immagine ed al decoro del territorio comunale. Gli Ispettori Ambientali, previa partecipazione a specifico corso di formazione di durata non inferiore a quaranta ore, in numero di venti, saranno selezionati a seguito di un esame finale. Per l’accesso alla selezione, occorrono i seguenti requisiti:
• Cittadinanza italiana o di uno dei Paesi Comunitari;
• Residenza a Boscoreale alla data d’approvazione del regolamento, avvenuta l’8 maggio 2014;
• Aver raggiunto la maggiore età e non superato i trenta anni;
• Possesso del titolo di studio di scuola media superiore;
• Godere dei diritti civili e politici;
• Non aver subito condanna penale, anche non definitiva, o essere stato destinatario di sanzioni amministrative per violazioni della normativa in materia di tutela del patrimonio storico, culturale, ambientale e naturalistico;
• Avere l’idoneità allo svolgimento delle attività richieste, accertata da un medico abilitato; conoscenza del territorio del Comune di Boscoreale.
L’Ispettore Ambientale svolgerà la sua attività, per tre ore giornaliere, festivi esclusi, quali volontari e non percepirà alcun compenso se non un rimborso spese. Le risorse economiche rivenienti dalle sanzioni amministrative previste dal regolamento, transiteranno su capitoli di bilancio comunale e saranno vincolate per attività connesse alla difesa dell’Ambiente, al funzionamento del servizio di I.A.C.V. -Ispettori Ambientali Comunali Volontari- e alla promozione e comunicazione del servizio di raccolta differenziata, e per interventi connessi alla protezione civile.

Anzio: Sopralluogo al Parco della Gallinara per la Festa dello Sport

Festa dello SportSabato 18 ottobre, una delegazione delle associazioni sportive che hanno partecipato agli incontri informali organizzati dall’Associazione Giovanile Nettunia ha partecipato al sopralluogo presso il Camping Village “Parco della Gallinara” di Anzio propedeutico all’organizzazione della Festa dello Sport. Ospiti della direttrice del parco, Nadia Furgani, le associazioni hanno visitato il parco a bordo di un golf buggy, prendendo atto delle strutture d’eccellenza e dei numerosi servizi del parco, quali il campo da calcetto, il campo da pallacanestro, da tennis, la palestra all’aperto, la piscina, la spiaggia, il teatro, il bar, il ristorante, il baby park e soprattutto dell’immenso spazio a disposizione. Alla delegazione hanno partecipato il Consigliere Comunale con Delega allo Sport Massimiliano Millaci, Stefano Ceccarini della Global Real Self Defense Martial Arts, Alessia Montaruli dell’Associazione Ylos, Enrico Rossi della Compagnia Arcieri di Anzio, Sara Cotogno e Valerio Scalia dell’Associazione Giovanile Nettunia, Irridio Palomba della Domonkai, Maurizio Fuscà dell’Associazione Campeggiatori Romani, Nadia Furgani dell’Associazione Sportivi per Natura e direttrice del Parco, Luca Murgia dell’Associazione Ar.Co. Anzio e Daniele Impallara della Neroniana Rugby. Le associazioni interessate a partecipare alla Festa della Sport potranno concordare con la direzione del parco nuovi sopralluoghi mentre per altre informazioni ed adesioni è possibile chiamare al numero 3386146460 o consultare la pagina Facebook “Associazione Giovanile Nettunia”.

LA CORALE DI ANZIO AL TENDASTRISCE DI ROMA

La corale polifonica "Città di Anzio"

La corale polifonica “Città di Anzio”

Nuovo successo per la Corale Polifonica Città di Anzio, impegnata in diversi eventi nei principali teatri della capitale. Dopo il grande successo di pubblico e critica, ottenuto al Teatro Olimpico di Roma con i Pink Floyd Legend, la corale ha calcato la scena, sabato 18 ottobre, al Teatro Tendastrisce sempre a Roma, in occasione del “XIII Incontro Corale di Roma e del Lazio”, patrocinato dall’Associazione Regionale Cori del Lazio. Anzio può dirsi orgogliosa dei propri coristi, che hanno proposto alcuni dei brani più impegnativi del proprio repertorio, ripagati da applausi più che calorosi da parte del pubblico che ha reclamato bis non previsti dal regolamento. Ad animare la serata, insieme alla corale anziate diretta dal M. Masci, coadiuvato al pianoforte dal M. Pollastrini, il coro “Accordi e Note” diretto dal M. Boarini, il coro “Artificio Vocal Ensemble” diretto dal M. De Sanctis ed il coro popolare “O Cor Vesuvian” diretto dal M. Caccavale. A decretare il successo della corale di Anzio anche gli apprezzamenti del M. Sciutto, Direttore del coro del Teatro dell’Opera di Roma, che ha riservato parole di elogio, alla Presidente Tina Bellobono, nei confronti del coro e del suo direttore M. Masci, anche per aver scelto un programma che ha messo in mostra le doti di una corale “corposa”, con un incipit di grande qualità, “Jerusalem” di Verdi, seguito da un omaggio alla romanità con “Stornellata Romana” e da una complessa, ma briosa “Fantasia Napoletana”. I complimenti del M. Sciutto hanno riempito d’orgoglio il cuore dei coristi, ripagandoli per il loro impegno nell’affrontare sempre nuove sfide.

Basket B – Colpo Virtus, preso Marko Jovancic!

Virtus FondiNuovo acquisto per l’Oasi di Kufra Fondi che nella serata di ieri ha chiuso una trattativa lampo durata meno di 24 ore firmando l’atleta italo-serbo Marko Jovancic.

Basket B – Maddaloni: impresa sfiorata a Martina Franca

San Michele MaddaloniTerza gara stagionale e ancora un finale di gara emozionante per la Pallacanestro San Michele Maddaloni, che deve però piegarsi al Martina Franca che ha portato la gara dalla sua parte nella terza frazione dopo un primo tempo equilibrato.

Calcio Eccellenza – Gaeta, l’analisi di mister Melchionna

Gaeta CalcioMi ritengo molto soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi ad Artena. Giocare su un campo molto difficile dove per giunta aveva lasciato le penne una formazione importante come il Cassino ed imporre il nostro gioco, la nostra forza di squadra è motivo di compiacimento.

Handball – Fondi si tinge di azzurro!

hc-fondi-logoDopo la vittoria della scorsa giornata, ottenuta contro la Pallamano Benevento, l’HC Banca Popolare di Fondi tornerà in campo mercoledì 22 ottobre in quel di Fasano per affrontare i Campioni d’Italia in carica che nel pomeriggio di sabato scorso sono usciti sconfitti dalla trasferta rumena contro il Turda per il ritorno del secondo turno di EHF CUP.

Basket U17 Elite – Vittoria all’esordio per l’ A.B. Serapo Gaeta

Serapo GaetaVittoria all’esordio, nel campionato Under 17 Elite, per l’ A.B. Serapo Gaeta di Coach Imparato che supera con merito la squadra romana del Nomen Angel con il punteggio finale di 59-45.

Basket B – Fondi, battuta la Stella Azzurra!

Virtus FondiArriva una vittoria per l’Oasi di Kufra Fondi dopo la gara di ieri contro la Stella Azzurra Roma. La formazione fondana sale così a 4 punti in classifica dopo tre giornate di campionato.

Calcio Promozione – Formia-Arce 2-1

Formia CalcioArriva finalmente la prima vittoria stagionale al “Perrone” per il Formia, che batte di misura l’ Arce, in maniera forse più sofferta di quello che poteva sembrare nel corso della prima frazione.

Calcio Eccellenza – Artena-Gaeta 1-1

Gaeta CalcioContinua il buon momento del Gaeta anche se ad Artena si deve accontentare solo di un pareggio. Un risultato questo, comunque conquistato su un terreno non facile per nessuno.