Futsal C2 – Il Gaeta strappa i tre punti al Marconi

Real Podgora FutsalGara bella, combattuta, piena di spunti ed emozioni ma alla fine è il Gaeta che festeggia con un 8-7 che fino all’ultimo secondo ha tenuto gli spettatori del Marconi con gli occhi sul campo.

La Top Volley Risparmio Casa Sabaudia tenta l’assedio a Città di Castello

volley_ball2La Top Volley Risparmio Casa Sabaudia si appresta ad affrontare il Gherardi Cartoedit Città di Castello. La partita si terrà oggialle ore 18.00 nel palazzetto dello sport Andrea Ioan di Città di Castello.

BOSCOREALE VIRTUOSA: CONVENZIONE PER TARIFFE AGEVOLATE RC AUTO

RC AUTODecolla l’iniziativa “Boscoreale virtuosa”, promossa dal comune, che consiste nella stipula di convenzioni con compagnie assicurative per consentire l’accesso a tariffe agevolate RC Auto per i cittadini boschesi virtuosi. E’ stata, infatti, sottoscritta convenzione, non a carattere d’esclusiva, con l’azienda d’intermediazione assicurativa “CMP Service” che si è impegnata a ricercare la tariffa RCA più vantaggiosa per il cliente, tra le compagnie di assicurazione convenzionate, dando al cliente la possibilità di contrarre polizze innovative (Pay per use, polizze Km), praticando le seguenti agevolazioni tariffarie: 5%: sconto per istallazione dispositivo satellitare (gratuito e a spese della compagnia); 5%: sconto per accettazione tipo di guida Esperta/Smart; 3%: sconto per accettazione clausola di risarcimento del danno in forma specifica; 2%: sconto per accettazione della clausola di conciliazione paritetica. L’accesso alla convenzione, che durerà dal mese d’ottobre del 2014 a settembre del 2015, sarà possibile per tutti i soggetti che rispettano i seguenti requisiti:
• Residenza a Boscoreale;
• In regola con il pagamento di tributi comunali;
• Il regolare versamento si estende a tutti i membri della famiglia anagrafica;
• Nessuna sospensione della patente negli ultimi due anni;
• Nessuna multa per stato d’ebbrezza negli ultimi cinque anni;
• Non aver provocato sinistri negli ultimi cinque anni;
• Il proprietario del veicolo deve essere anche il contraente della polizza ed il conducente principale del veicolo;
• Procedere, a spese della compagnia, all’installazione sull’autovettura di un dispositivo satellitare per il rilevamento d’eventuali crash nei termini previsti dal contratto;
• Accettare la clausola risarcimento in forma specifica;
• Accettare la clausola relativa alla gestione del sinistro;
• Scegliere come formula di guida Esperta/Smart, che consente la guida del proprietario e di qualsiasi guidatore con almeno ventisei anni d’età.
I cittadini interessati possono richiedere preventivo alla seguente casella posta elettronica: convenzioni.cmp@gmail.com. L’iniziativa “Boscoreale virtuosa”, incoraggiata dai consiglieri comunali Luigi Buffone e Angelo Costabile, segue l’impegno che vede tuttora il comune in prima fila per la raccolta delle firme utili per presentare in Parlamento la proposta di legge d’iniziativa popolare “Rc auto, tariffa Italia”.

Le invisibili ombre di un mito: Napoli, 28-31 ottobre 2014

Domenico Scarlatti

Domenico Scarlatti

Sono gli allievi dei grandi compositori del Settecento Musicale Napoletano, meno conosciuti dei loro maestri, ma egualmente importanti, autori di veri e propri capolavori. Opere la cui sapiente scrittura musicale “è stilisticamente rilevante per nobiltà d’ispirazione, per seduzione melodica e per una particolare cura dei particolari ritmici, armonici ed espressivi”. A loro è dedicata la rassegna musicale che si terrà a Napoli dal 28 al 31 ottobre 2014 per iniziativa delle associazioni “Scarlatti” di Napoli e “Manfredini” di Cremona. L’evento, che ha per titolo “Le invisibili ombre di un Mito”, è inserito nel Forum Universale delle Culture di Napoli e Campania ed è stato presentato questa mattina al Palazzo delle Arti. Si tratta di tre concerti e di un convegno (rigorosamente con ingresso libero) che avverrà nel Centro di Cultura Domus Ars in Via Santa Chiara 10 ed alla Mostra d’Oltremare. «La rassegna è il frutto di un approfondito studio della musica italiana della Settecento, composta sia in Italia sia oltralpe, – ha spiegato Enzo Amato, presidente dell’associazione Scarlatti – e dell’intero corpus manoscritto dei figli dei compositori napoletani, vale a dire: Francesco Bianchi, allievo di Niccolò Jommelli, Andrea Luchesi, allievo di Giacchino Cocchi, e Giuseppe Gazzaniga, allievo di Nicola Porpora». «In questo periodo Napoli è al centro della cultura europea con numerosi eventi di livello internazionale – ha detto l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele – e questa iniziativa, che vede coinvolti musicisti d’eccezione, deve rappresentare per noi un orgoglio perché la scuola musicale napoletana ha fatto la fortuna della musica moderna». S’inizia martedì 28 ottobre, alle ore 20:30, presso la Domus Ars, con l’Oratorio “Abramo” di Francesco Bianchi in prima esecuzione mondiale. Interpreti: il Coro Filarmonico Jubilate Deo, l’Orchestra da Camera di Napoli, il contralto Patrizia Porzio, i soprani Bernadette Siano, Marina Zyatkova e Mariateresa Polese. Direttore del Coro Giuseppe Polese, dirige Giovan Battista Columbro. Mercoledì 29, invece, sempre presso il Centro di Cultura Domus Ars, alle ore 20:30, andranno in scena le “Sinfonie” di Giuseppe Gazzaniga, allievo di Niccolò Porpora, con l’Orchestra da Camera di Napoli diretta da Enzo Amato e la sorprendente esecuzione del Concerto in Sì maggiore di Domenico Cimarosa per pianoforte e orchestra con il giovanissimo pianista Lorenzo Traverso, infine, il 31 ottobre, alle ore 11, presso la Mostra d’Oltremare, ci sarà un convegno dal titolo: “Conoscenza e ruolo fondamentale della Scuola musicale napoletana nel Classicismo musicale”. Vi parteciperanno: Mario Valente, presidente del Comitato “Metastasio” di Roma, Marta Columbro scrittrice, musicologa e docente al Conservatorio di Napoli, Stelvio Mestrovich scrittore e critico musicale, Robert Newman scrittore e musicologo, Giampiero Bernardini scrittore, musicologo docente al Conservatorio di Frosinone, Giovan Battista Columbro direttore d’orchestra, musicologo docente al Conservatorio di Milano, Enzo Amato direttore d’orchestra, musicologo e presidente dell’Istituto internazionale per lo Studio del Settecento Musicale napoletano, e Carlo Dumont violinista, spalla e maestro concertatore dell’Orchestra da Camera di Napoli. Durante il convegno sarà affrontata la problematica della damnatio memoriae della Scuola Musicale napoletana con la conseguente alterazione della storia della musica. Per terminare, alle ore 20:30, nel Teatro Mediterraneo, sarà eseguita la Passione di Gesù Cristo sulla Croce per soli coro e orchestra di Andrea Luchesi, vero protagonista del Classicismo musicale, maestro di Ludovico van Beethoven e autore degli ultimi lavori di Mozart e Haydn. Anche in questo caso protagonisti d’eccezione: Alessandra Vavasori, contralto nella parte di Pietro, Federica Zanello, soprano nella parte di Maddalena, Luigi Strazzullo, tenore nella parte di Giuseppe, il contraltista Angelo Manzotti nella parte di Giovanni e il soprano russo Marina Zyatkova nel ruolo di Nicodemo, oltre al Coro Filarmonico Jubilate Deo diretto da Giuseppe Polese e l’Orchestra da Camera di Napoli, diretta da Giovan Battista Columbro. L’intera rassegna musicale sarà trasmessa anche dalla televisione russa RBN (Russian Broadcasting Network). Info: 3346149801 – ufficiostampa@domenicoscarlatti.it

Basket C Reg – META FORMIA: DEBUTTO CASALINGO, ARRIVA L’ANZIO

Meta FormiaDomenica pomeriggio alle h 18 ci sarà palla a due per il debutto casalingo del Meta Formia Basketball in questo nuovo campionato di serie C regionale. Un match a cui gli uomini di coach Di Rocco arrivano forti della prestazione positiva offerta sul campo del Rieti.

Handball – LA GEOTER TORNA A CASA ALLA RICERCA DELLA TERZA VITTORIA CONSECUTIVA

Geoter GaetaDopo tre settimane di assenza, la Geoter ritorna a giocare davanti al proprio pubblico al “PalaSanPietro” di Formia, ospitando il Team Handball Alcamo.

Calcio D – UN AMERICANO A ROMA. IL NEOACQUISTO GIALLOROSSO CHRIS WENDT ATTERRATO A FIUMICINO

Roma NuotoE’ atterrato nella tarda serata di ieri lo statunitense Christopher Wendt, nuovo acquisto della società giallorossa. Ad attenderlo all’aeroporto di Fiumicino il presidente Nicolò Cristofaro e il vicepresidente Luigi Grossi.

Terracina: XI Giornata Nazionale del Trekking Urbano, 31/10-1/11/14

trekkingIl Comune di Terracina, con deliberazione di G.C. n. 98/14, ha aderito alla XI Giornata Nazionale del Trekking Urbano (di cui è capofila il Comune di Siena) che ha come tema dell’anno: “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a cento anni dalla Grande Guerra”. L’iniziativa culturale, curata dal Settore attività e Beni Culturali, in collaborazione con l’Archeoclub d’Italia – Sede di Terracina, dal titolo “Camminando … tra storia, arte, natura e paesaggio”, si svolgerà nei giorni 31 ottobre e 1° novembre 2014 e riguarderà due percorsi monumentali, naturalistici e paesaggistici, riferiti sia alla città che al territorio. Il primo percorso (31 ottobre), con partenza da Piazza Garibaldi (presso il monumento ai caduti della Grande Guerra, primo simbolo del tema scelto per il 2014), alle ore 9, avrà la durata di tre ore, con 15 soste: attraverserà il Centro Storico alto, la Via Appia Antica nella Valle e si concluderà a Ponte Alto, subito dopo il sito archeologico di Feronia. Il secondo percorso (1 novembre), con partenza dal Parco della Rimembranza (dedicato ai caduti della Grande Guerra, secondo simbolo del tema scelto per il 2014), alle ore 9, avrà la durata di tre ore con 10 soste: attraverserà il versante occidentale di Monte S. Angelo, la Via Appia antica superiore e terminerà nell’area archeologica del tempio di Giove Anxur. La partecipazione ai percorsi è libera, basterà presentarsi sul luogo di partenza all’ora stabilita, oppure aggregarsi al gruppo durante l’itinerario e godersi la passeggiata fino a quando si riterrà utile e possibile da parte dei diversi soggetti partecipanti. Durante i percorsi si potranno realizzare fotografie e partecipare al concorso fotografico su Instagram con gli hashtag #trekkingurbano e #trekkingurbano2014. Per tutte le altre informazioni sull’iniziativa, sull’organizzazione e sui percorsi stabiliti, oltre a quanto riportato sui mezzi di comunicazione a stampa online, ci si potrà rivolgere a: turismo@comune.terracina.lt.it – beni.culturali@comune.terracina.lt.it – 0773764557 – 0773707278 – 0773707313.

N.B.
S’informa, infine, come da accordi intercorsi con il Comando di Polizia Locale, che al fine d’assicurare una maggiore sicurezza stradale, la passeggiata sarà effettuata in fila indiana, indossando una pettorina di tipo rifrangente per uso di circolazione stradale.

“Giorni Verdi” al Parco Pantanello di Cisterna di Latina, 25/10/14

Cisterna di Latina: Parco Pantanello

Cisterna di Latina: Parco Pantanello

La Fondazione “Caetani” in collaborazione con l’Agenzia Regionale dei Parchi e l’Istituto Pangea Onlus propone Giorni Verdi al Parco Pantanello: esplorare, conoscere, star bene in natura. Passeggiate ed attività d’interpretazione ambientale gratuite. Con il programma “Giorni Verdi” la Regione Lazio invita i cittadini di tutte le età a scoprire le aree protette del Lazio tramite passeggiate, incontri, eventi che le permettono un utilizzo sostenibile d’aree preziose e delicate come quella del Parco Pantanello. Gli operatori dell’Istituto Pangea Onlus, che svolgeranno il ruolo di guide dell’attività in programma, sono interpeti ambientali professionali in grado di tradurre il linguaggio della natura e di leggere il paesaggio per raccontarne la storia. I partecipanti a “Giorni Verdi” saranno coinvolti nelle attività tramite esperienze che stimolano la curiosità e la creatività, con l’obiettivo di suscitare un sentimento d’appartenenza nei confronti del parco e delle sue bellezze, riscoprendo le proprie capacità sensoriali in una dimensione diversa da quella quotidiana. S’inizia sabato 25 ottobre alle 15 con Storia di una trasformazione. Un progetto ambizioso ha riportato le zone umide fra i campi di Pantanello.
Il Parco Pantanello, Via Ninfina 66, Cisterna di Latina, Località Doganella, è adiacente il Giardino di Ninfa, che copre un’area di 100 ettari sui quali la natura è ritornata ad agire indisturbata: percorrendo i suoi sentieri è, infatti, possibile rivivere l’ambiente che caratterizzava la pianura pontina prima della bonifica integrale. L’importanza di Pantanello, oltre che storico-paesaggistica, ricostruendo un paesaggio oggi sostanzialmente scomparso, è da attribuire anche alla biodiversità che qui, protetta dalle minacce antropiche, si è manifestata nella sua meravigliosa complessità, grazie agli interventi mirati che si sono attuati. Dagli anni Novanta, infatti, grazie a contributi regionali ed europei, sono stati realizzati sei stagni di grandi dimensioni comunicanti fra loro e alimentati dalle acque del fiume Ninfa, e sono state reinserite le specie vegetali autoctone sopravvissute all’antropizzazione in singoli o limitati settori della pianura pontina (Progetto Flora Pontina) il cui salvataggio costituisce un grande valore culturale, oltre che appunto per la biodiversità. La biodiversità a Pantanello si manifesta anche, e soprattutto, con l’avifauna. Trovandosi su una delle principali rotte degli uccelli migratori che si trasferiscono dai siti di riproduzione dell’emisfero nord a quelli di svernamento dell’emisfero sud, e viceversa, rappresenta un sicuro rifugio, sia per una sosta, sia, per la nidificazione di alcune specie. Tra l’avifauna sono state registrate Alzavole, Mestoloni, Moriglioni, Canapiglie, ed Aironi, Garzette, Martin pescatori e Pavoncelle, uccelli rari, come alcune la Moretta tabaccata e l’Airone rosso, e, tra i rapaci, il falco pellegrino e quello di palude. Pantanello, fa parte insieme al giardino storico, del Monumento Naturale “Giardino di Ninfa” regionale istituito nel 2000.

Futsal – Il calendario del weekend di calcio a 5

Calcio a 5Nuovo fine settimana sui campi di calcetto di tutte le categorie. Noi, come sempre, puntiamo i riflettori sulle molte compagini nostrane impegnate dalla C1 alla D. Sì, perchè la Serie B osserva un turno di stop e riprenderà nel prossimo weekend.

Basket – Il weekend delle formazioni del Golfo

pallone da basketAltro weekend, altro giro per la pallacanestro locale che si trova ad assistere a 4 gare, equamente distribuite tra serie C nazionale e regionale.

Basket C Reg – Esordio Stagionale casalingo per il Bk Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni

Serapo GaetaIl Bk Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni farà domenica, alle 18.15, il suo debutto stagionale al Palamarina con un match sulla carta divertente ma allo stesso tempo impegnativo. La formazione guidata da coach Macaro, dopo l’onorevole sconfitta patita in trasferta dall’Anzio per 70-52, ritroverà di fronte una sua vecchia conoscenza, ovvero coach Iacozza il quale ha allenato egregiamente la Serapo in passato.

APERTURA NUOVA STAZIONE CIRCUMVESUVIANA DI “VILLA REGINA

Stazione vesuviana "Villa Regina"

Stazione vesuviana “Villa Regina”

Apertura della nuova stazione “Villa Regina” della Circumvesuviana, sulla linea Napoli-Sorrento, scendono in campo i sindaci di Boscoreale, Giuseppe Balzano, e Torre Annunziata, Giosuè Starita. I primi cittadini delle due confinanti municipalità uniscono le loro forze a sostegno della petizione popolare, sottoscritta da alcune migliaia di cittadini boschesi e torresi, tesa a far sbloccare i lavori per il completamento della stazione “Villa Regina”, che sorge su Via Settetermini, a ridosso dei popolosi rioni Penniniello di Torre Annunziata e Villa Regina di Boscoreale, che comprende anche l’area archeologica boschese. Balzano e Starita hanno sottoscritto un’accorata lettera inviata a Stefano Caldoro, presidente della giunta regionale della Campania, chiedendo “Un incontro per portare all’attenzione le richieste dei cittadini assunte pienamente dalle due amministrazioni comunali e verificare la possibilità di accelerare i lavori di questa importantissima opera”. Nella lettera i due sindaci evidenziano che “Si tratta di un’opera strategica per i Comuni di Boscoreale e di Torre Annunziata. La fermata, infatti, si trova su Via Settetermini e, oltre a servire due popolose zone caratterizzate da quartieri d’edilizia pubblica residenziale, è fondamentale sia per i flussi di chi intende recarsi presso i nuovi centri commerciali sorti sull’area ex “Aquila prefabbricati” (Leroy Merlin ed Oviesse), sia presso l’Antiquarium nazionale di Boscoreale “Uomo e Ambiente nel territorio vesuviano”con l’annessa villa rustica d’epoca romana. Con la sua apertura si ridurrebbe il traffico privato, si favorirebbe una fascia di popolazione più debole, e si rinforzerebbe il flusso turistico verso l’unico museo della Soprintendenza archeologica di Pompei. L’opera è inserita nei lavori per il raddoppio della Circumvesuviana tra Pompei e Castellammare di Stabia”. La petizione, promossa dall’Associazione socio-culturale “Il Melograno”di Boscoreale, capofila nella proposizione e da sempre particolarmente attenta ai temi sociali del territorio boschese, da Federconsumatori Campania, dal Sindacato Pensionati Italiani (SPI-CGIL), dal Sindacato Nazionale Unitario Inquilini e Assegnatari (SUNIA Comprensorio) e dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro (ANMIL- Torre Annunziata), è indirizzata al presidente della giunta regionale, all’assessore regionale ai trasporti, all’amministratore delegato Eav e ai sindaci di Boscoreale e Torre Annunziata.

Handball – HC FONDI, BRUSCO STOP A FASANO E ALL’ORIZZONTE LA LAZIO

hc-fondi-logoL’HC Banca Popolare di Fondi cade a Fasano sul campo dei campioni d’Italia in carica nel recupero della quinta giornata del campionato di serie A – 1a Divisione Nazionale.

Futsal C2 – Podgora, arriva il Gaeta per il primo big-match della stagione

Real Podgora FutsalLa continuità di risultati già c’è anche se il Real Podgora ha voglia di porsi un nuovo obiettivo:  quello di creare la prima striscia di successi in questa nuova stagione.

Coppa Italia Promozione – Formia ai sedicesimi, ko 1-0 a Sermoneta!

Formia CalcioIl Formia perde di misura il ritorno di Coppa Italia a Sermoneta, ma passa egualmente il turno, in virtù del largo successo ottenuto all’ andata, ed accede ai sedicesimi di finale in programma a novembre.

DEL GAUDIO: CASERTA MODELLO URBANO NEL DIBATTITO INTERNAZIONALE SUL FUTURO DELLE CITTA’

unh 181014“L’iniziativa di “Un-Habitat” ospitata in questi giorni al Belvedere di San Leucio rilancia con prepotenza Caserta, non solo come splendida location per eventi d’interesse internazionale, ma anche come modello urbano sperimentale per lo sviluppo ed il miglioramento delle città storiche di tutto il mondo. Questa è un’opportunità unica per tutto il nostro territorio. Le rispondiamo con una squadra di governo sempre più convinta degli obiettivi reali da raggiungere per il rilancio di Caserta e del lavoro condiviso che deve essere espresso, acquisendo ogni costruttiva collaborazione che la città saprà offrirci”. Lo ha detto il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio nel corso della tavola rotonda sulle prospettive di sviluppo sostenibile della città dal titolo “Caserta – The city we need” che ha terminato il convegno internazionale “Urban Thinkers Campus” organizzato da “UN-Habitat”, Agenzia delle Nazioni Unite per gli insediamenti urbani, nell’ambito del Forum Universale delle Culture. I quattro giorni di seminari, confronti, workshop e approfondimenti sul futuro delle città, anticipano l’appuntamento HABITAT III, terza conferenza mondiale delle Nazioni Unite sull’Abitazione e lo Sviluppo Urbano Sostenibile che si terrà nel 2016. “Dopo il confronto di questi giorni tra gli ‘urban thinkers’, gli esperti internazionali in materia di sviluppo degli insediamenti urbani – aggiunge -, la parola passerà nella seconda fase del progetto, definito con “Un-Habitat” e Regione Campania, ai cittadini che saranno coinvolti nell’elaborazione di una proposta di città che sarà parte integrante del percorso verso la conferenza mondiale delle Nazioni Unite sull’Abitazione e lo Sviluppo Urbano Sostenibile. Un progetto nel quale saranno coinvolti direttamente ed attivamente i nostri giovani più capaci, già individuati nei mesi scorsi attraverso una “short list”, e che terminerà i primi giorni di dicembre”. All’incontro coordinato dal presidente del Consiglio Comunale Gianfausto Iarrobino, dal quale sono venuti gli apprezzamenti ad “un’iniziativa che può contribuire con efficacia a disegnare il futuro della nostra città in uno scenario di saperi e conoscenze di altissimo livello”, con il sindaco Del Gaudio hanno partecipato l’assessore regionale alla Promozione Culturale Caterina Miraglia, gli assessori comunali all’Urbanistica ed ai Lavori Pubblici Giuseppe Greco e Massimiliano Palmiero, il prof. Massimo Pica Ciamarra (progettista del Puc di Caserta) ed il prof. Carmine Lubritto (progettista del Paes di Caserta), la responsabile “Un-Habitat” per la Comunicazione Ana Moreno, il presidente di Icomos Italia, Maurizio Di Stefano, oltre all’assessore comunale Pasquale Napoletano ed i consiglieri comunali Francesco Apperti, Antonio De Crescenzo, Edgardo Ursomando. “L’Urban Thinkers Campus – ha spiegato Ana Moreno – è stata una grande discussione sul futuro delle nostre città. E’importante perché è da qui che ripartiremo per arrivare alla conferenza di Habitat 3. Senza l’appoggio ed il coinvolgimento delle comunità locali non sarebbe possibile parlare di “The city we need’, la città di cui abbiamo bisogno ed il meraviglioso Belvedere di San Leucio, un posto così denso di cultura tramandata da secoli, è stato il posto perfetto dove pensare e immaginare la città del futuro, anche perchè il punto di partenza per lo sviluppo delle città è proprio la cultura. L’Amministrazione comunale – ha detto l’assessore Caterina Miraglia – ha colto e vissuto l’occasione del Forum Universale delle Culture nella maniera più appropriata. Il Forum, quando consentirà nella sua fase finale il contributo dei giovani casertani selezionati nella “short list”, permetterà loro di sviluppare rapidamente sul campo conoscenze preziosissime, utili ad entrare con determinazione sul mercato del lavoro collegato ad eventi che, come questo, chiamano esperti di tutto il mondo a prepararlo per il futuro. La sfida che ci propone “Un-Habitat” – ha detto l’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Greco – è straordinaria. Dobbiamo accettarla e farla nostra con responsabilità e con un’ampia presa di coscienza per tradurla in condivisione e più forte identità. Il nostro territorio va ripensato: per questo il nuovo Puc invertirà con convinzione la rotta. Lo chiede, in maniera generalizzata, un territorio che si sente “parte lesa” per quanto avvenuto in questi scorsi anni. Le attuali norme ci aiutano, perciò stiamo esprimendo un impegno necessario e anche straordinario per cambiare pagina. Sostenibilità, integrazione, inclusione sociale, welfare attivo sono all’orizzonte del percorso che abbiamo avviato. Il Paes – ha spiegato nel suo intervento l’assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Palmiero – prepara in termini di mobilità sostenibile, efficientamento energetico e ottimizzazione della pubblica illuminazione, le risposte che bisogna dare per arricchire la qualità della vita della nostra città. Riguardo alla cura del territorio, l’Amministrazione comunale si prepara a definire anche due interventi che saranno realizzati per migliorare l’assetto idrogeologico intorno alle zone delle frazioni di San Leucio e di Mezzano, per consentire alla Regione di svincolarci dall’area rossa che caratterizza le zone a rischio della Campania”. Massimo Pica Ciamarra, progettista del Puc, ne ha illustrato in sintesi le linee d’indirizzo: “Vanno superati gli “egoismi urbani” accumulati finora e i limiti della città ideale, oggi non più perseguibili, per costruire una rete che colleghi i luoghi della condensazione sociale e lavorare per un futuro possibile dei prossimi 10 anni”. Carmine Lubritto, progettista del Paes, ha spiegato “le opportunità immediate del piano cui Caserta lavora con convinzione, che sarà analizzato e valutato dall’Unione Europea. Saranno possibili, in tempi rapidissimi, azioni esecutive da attivare acquisendo in tal modo i fondi europei diretti per esse previsti”. Maurizio Di Stefano, presidente d’Icomos Italia, ha rilevato “la necessità che “Un-Habitat” acquisisca la priorità del patrimonio culturale a fondamento della sua azione, che si superi collettivamente la logica perdente degli interventi nelle micro-aree, che si attivino strutture di collegamento che lavorino stabilmente ai progetti”.

VENDITA BENI COMUNALI A MONDRAGONE: ECCO IL BANDO DEI SUOLI

mondragoneL’Amministrazione comunale di Mondragone rende noto che, nell’ambito del programma di alienazione dei beni comunali relativa al piano di vendita per svariati appezzamenti di terreno di proprietà comunale dislocati su tutto il territorio della Città, vi è la possibilità di procedere all’acquisto delle citate aree censite all’N.T.C. Comune di Mondragone, il cui elenco completo è disponibile all’interno del sito internet www.mondragone.net, in allegato alla delibera di Consiglio comunale n. 9 del 29/04/2014. I prezzi di vendita al metro quadro sono: euro 75 per mq. per i suoli pertinenti ad attività commerciali non stagionali, euro 65 per mq. per i suoli pertinenti a strutture turistiche alberghiere, euro 55 per mq. per i suoli pertinenti a stabilimenti balneari, 35 per mq. per i suoli pertinenti alle unità abitative di euro e euro 7,50 per mq. per i suoli agricoli non pertinenziali. Verrà inoltre applicata una decurtazione del 10% per le superfici superiori a 1.000 mq. Gli interessati possono rivolgersi, per ogni informazione, all’Archivia Solution s.p.a., incaricata Inviato da iPad comunale, chiamando in orario di ufficio allo 0818631079/3356815657, oppure possono scaricare il modello di proposta d’acquisto unilaterale sul sito www.mondragone.net. L’Amministrazione comunale, inoltre, rende noto che ha avviato le procedure per riportare nella disponibilità dell’ente tutti i suoli di proprietà comunale indebitamente occupati da privati a vario titolo e che, a decorrere dal 01/01/2015, verranno riscosse le indennità di occupazione relative a tali suoli.

TIROCINI NEI BENI CULTURALI IN CAMPANIA

pompeiScade il 6 novembre alle ore 12:00 il termine per la presentazione di domanda di partecipazione ai bandi di tirocinio nei beni culturali in Italia rivolti a giovani laureati con età fino a ventinove anni, promossi dal Ministero per i beni ambientali e culturali, per la realizzazione di progetti specifici finalizzati a sostenere attività di tutela, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale. Nel nostro territorio l’intervento è destinato a cinquanta giovani per l’area archeologica vesuviana Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia e Boscoreale, e venti giovani per la Reggia di Caserta. Altre opportunità sono offerte in altre località italiane. Il bando è rivolto a laureati in diverse discipline con un punteggio minimo di 105 e dà diritto ad un attestato riconosciuto e a un rimborso forfetario lordo di mille euro al mese per sei mesi e un attestato valutabile ai fini di altre procedure di selezione nella pubblica amministrazione. La compilazione della domanda va fatta in modalità telematica attraverso il sito internet del ministero dei beni culturali. Per i cinquanta tirocini di Pompei (tra cui rientra anche la nostra area archeologica) sono ammesse le lauree in archeologia, architettura, archivistica e biblioteconomia, geologia, ingegneria ambientale, civile ed informatica, scienza e tecnologia per i beni culturali, scienze forestali e ambientali. Per i venti tirocini a Caserta sono ammesse le lauree in architettura, beni culturali, economia e gestione della cultura, scienza e tecnologia per i beni culturali, scienze della comunicazione, storia dell’arte, tecnologie per il restauro e per la conservazione dei beni culturali. “Il tirocinio formativo –spiega Paolo Persico, assessore ai beni archeologici e culturali- è un’occasione per i giovani di compiere un’esperienza nel campo dei beni culturali dopo molti anni di tagli. In particolare –aggiunge Persico- per l’area vesuviana è importante che si sia scelto di utilizzare queste competenze e questo entusiasmo per rafforzare il lavoro di programmazione degli interventi, per migliorare la conoscenza del patrimonio archeologico e archivistico, e per realizzare concretamente il piano di gestione della zona Unesco che prevede numerose occasioni di valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale delle nostre città”.

Caserta: Nati per Leggere, dal 25/10/14

DIGITAL CAMERASabato prossimo, 25 ottobre, alle ore 10, presso la Biblioteca comunale “Ruggiero” di Via Laviano 65, a Caserta, sarà inaugurato il punto di lettura “Nati per Leggere”, uno spazio riservato ai più piccoli e alle loro famiglie per assicurare a tutti i bambini, già in tenerissima età, l’opportunità di una crescita equilibrata e di uno sviluppo migliore grazie alla lettura di relazione. L’iniziativa nasce dalla collaborazione dell’assessorato alla Cultura con l’associazione culturale “Chiedilo alla Luna” e con l’associazione “Nati Per Leggere”. “Crediamo nella cultura e nella biblioteca comunale che dobbiamo far conoscere ai cittadini sempre di più – ha spiegato il sindaco Pio Del Gaudio nel corso della presentazione –soprattutto grazie ad iniziative di qualità come questa. Con l’assessore Barbato, che ringrazio di cuore per le sue idee sempre chiare, pratiche ed innovative, abbiamo avviato un percorso nuovo che intende valorizzare i luoghi della cultura cittadina e che sta già dando ottimi risultati. Inaugurare un punto di lettura per i più piccoli – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Nicoletta Barbato – è per noi un grande motivo d’orgoglio, anche perché rappresenta il primo attivato in provincia di Caserta con l’associazione nazionale Nati Per Leggere. L’obiettivo è mettere a regime le strutture comunali, anche in sinergia con le scuole e con le associazioni che hanno a cuore la cultura ed il futuro della nostra città”.