Basket C Reg – FORMIA, CON ALATRI CERCASI VITTORIA PER DIMENTICARE ANZIO E RIPRENDERE IL CAMMINO

Meta FormiaDomani il Meta Formia Basketball è atteso in casa da una gara assolutamente da non sbagliare.

Consegnato Ecografo Oculare al Goretti di Latina

Da Vinci -Rodari, Antonietta, Sepe, SosciaE’ stato ufficialmente consegnato da parte dell’Associazione “In Ricordo di Daniele” Onlus l’ecografo oculare al Reparto Oculistico dell’Ospedale “Goretti” di Latina diretto dal dott. Massimiliano Sepe. La cerimonia si è svolta presso la Palazzina Direzionale, piano terra dello stesso Nosocomio. Tra gli altri erano presenti, oltre al dott. Sepe, il dott. Soscia, il dott. Alfredo Cordoni, Direttore Sanitario Aziendale, dott. Salvatore Di Maggio, UOC e gestione del patrimonio mobiliare, dott. Carmine Cosentino, Primario rianimazione e sala operatoria, dott. Gianfranco Giacomini, Direttore medico PONord e, come testimonial, il giornalista sportivo Ignazio Scardina. Presenti anche una rappresentanza d’insegnanti e studenti dell’Istituto comprensivo “Da Vinci – Rodari” di Latina con il mini Sindaco e i suoi assessori oltre agli alunni e ai docenti della scuola media “Cena” di Latina, che insieme con altri istituti della città aiuta sempre Antonietta nella raccolta fondi. L’importante macchinario è stato acquistato grazie alle numerose donazioni che Antonietta raccoglie con i suoi innumerevoli eventi, appuntamenti, spettacoli teatrali, Mercatino della Memoria, lotterie, tornei di Burraco, vendita di piantine e torte nelle scuole, vendita del libro “La Forza dell’Amore – In Ricordo di Daniele” edizioni “C’era Una Volta” e tanto altro. Il costo dell’Ecografo Oculare è di circa 14.000 euro e la sua funzione è molto importante in quanto permette di visionare il bulbo oculare là dove non c’è la trasparenza, facendo sì che il medico possa intervenire senza traumi per il paziente. “E’ stata un’altra bellissima giornata – ha detto Antonietta Parisi, presidente dell’Associazione che porta il nome di suo figlio Daniele – grazie al contributo di tutti quelli che mi seguono abbiamo raggiunto un altro importante traguardo. Naturalmente non mi fermo, dovete sapere che sono già a lavoro per raccogliere altri fondi sempre da destinare al Goretti di Latina che occorre di: 2 frigoriferi per la conservazione dei farmaci, 12 frigoriferi per uso domestico, 1 carrello per la distribuzione di terapie, 2 carrelli per medicazioni, 1 saturimetro portatile palmare, 12 armadietti per stanza da ricovero, termometri quindi mi rivolgo ancora una volta a tutti voi, per far sì che anche questo traguardo possa essere raggiunto. Basta veramente un piccolo gesto”. Per altre informazioni potete contattarla al 3387756420.

Scardina, Sepe, Parisi, Soscia

Scardina, Sepe, Parisi, Soscia

Acerra: Nata dalla Costola, 1/2/15

violenza-donnaContro il fenomeno della violenza familiare e di genere, il Comune di Acerra e l’Ambito N20 mettono in campo “S.T.O.P. – Sportello territoriale obiettivi prevenzione, Misure di prevenzione e contrasto alla violenza di genere”, adottato in collaborazione con la struttura/centro antiviolenza per donne maltrattate e vittime di violenza “La Casa di Marinella”, finanziato dalla Regione Campania ai sensi della legge regionale n. 2 del 2011. Sarà presentato domenica 1 febbraio alle 18:30, presso l’Auditorium della Scuola secondaria di Primo grado “Ferrajolo – Capasso” in Via Madonnelle, il servizio “S.T.O.P. – Sportello territoriale obiettivi prevenzione” che prevede uno sportello territoriale a bassa soglia con obiettivi di informazione e prevenzione, un centro di ascolto rivolto all’accompagnamento delle persone maltrattate e vittime di violenza nel percorso di fuoriuscita dal maltrattamento attraverso diverse azioni (colloqui, consulenza legale, consulenza psicologica e medica), nonché attività di coordinamento per la programmazione, sensibilizzazione e prevenzione sulle tematiche con la supervisione delle dinamiche di gruppo. Il centro sul territorio di Acerra, inoltre, prevede orari di apertura h24 per l’accoglienza delle emergenze e attività di ufficio. Le operazioni sono strutturate in raccordo con il Distretto sanitario per realizzare delle strategie operative con il coinvolgimento di figure professionali di specifica competenza sanitaria la cui consulenza può aiutare i percorsi d’accoglienza. Domenica 1 febbraio, all’Auditorium della scuola Ferrajolo, interverranno il vicensindaco e Assessore ai Servizi sociali dott. Tito D’Errico l’Avvocato Maurizio Lillo della “Casa di Marinella”, il Dirigente della IV Direzione del Comune di Acerra, dott. Giuseppe Gargano, Immacolata Verone, già sindaco di Acerra, Anna Castaldo e Laura Miano dei Servizi sociali professionali del Comune di Acerra, l’Assessore alle Politiche di genere e pari opportunità Gerardina Martino, concluderà il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri. Al termine della presentazione del servizio “S.T.O.P. – Sportello territoriale obiettivi prevenzione, Misure di prevenzione e contrasto alla violenza di genere”, l’Associazione culturale di volontariato “Opus Cafè” e la Compagnia teatrale Sanacore presentano lo spettacolo teatrale sul femminicidio “Nata dalla Costola”. Si tratta di uno spettacolo emotivamente forte e d’effetto, nato da un’idea di Veronica Fusaro, condivisa e concretizzata dalla collaborazione di Pina Caccavale e Gino Liberato, con la forte partecipazione di tutti i membri di “Sanacore”, basato non tanto sui testi ma il simbolismo e la musica rendono immediato un messaggio completo ed attuale alla portata di un pubblico eterogeneo.

GIORNO DELLA MEMORIA: CERIMONIA A LATINA

Angelo D'Urso, Adio Pocaterra e Sisto Gasparotto

Angelo D’Urso, Adio Pocaterra e Sisto Gasparotto

Si è svolta il 27 gennaio al teatro Cafaro a Latina la cerimonia commemorativa del Giorno della Memoria, organizzata dalla Prefettura in collaborazione con Provincia, Comune di Latina, Polizia, Vigili del fuoco, Istituti scolastici e Associazioni di volontariato. La manifestazione, cui hanno partecipato le Autorità militari e civili della Provincia di Latina, si è aperta con l’intervento istituzionale del Prefetto Pierluigi Faloni, che ha voluto ricordare con un minuto di silenzio le vittime della deportazione nei lager, ma anche le vittime del terrorismo e della criminalità in genere. A seguire gli interventi del sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi e del vice Presidente della Provincia di Latina, Giovanni Bernasconi, mentre la Presidente Eleonora Della Penna si trovava ad Auschwitz con gli studenti pontini per partecipare alle cerimonie commemorative del 70esimo della liberazione del campo di sterminio. Moderatore della manifestazione Vittorio Buongiorno, capo redattore de “Il Messaggero” di Latina che ha introdotto la collega giornalista Claudia Terracina, d’origine ebrea. La Terracina è intervenuta con un toccante racconto sulla Shoah, intriso di drammatici ricordi familiari. Molti della sua famiglia furono deportati e morirono nei campi nazisti durante la seconda guerra mondiale, nel criminoso piano che voleva portare al genocidio totale della popolazione ebraica. “La Shoah è stato uno sterminio di Stato, non del popolo” ha detto la giornalista, rilevando che molte persone hanno aiutato gli ebrei durante la persecuzione razziale e che la Provincia di Latina ha avuto un ruolo importante, poiché fu proprio dal porto di Gaeta che partirono le prime navi d’ebrei che fuggivano verso Israele. E’ stato proiettato il filmato “SCHEGGE DI MEMORIA” realizzato dall’Associazione “Un ricordo per la Pace” nel quale sono state inserite le testimonianze di alcuni tra gli insigniti dell’onorificenza: Angelo D’Urso di Formia, Sisto Gasparotto di Cisterna e Adio Pocaterra di Borgo San Michele. Nel documentario anche le struggenti pagine del diario di prigionia di Ernesto Bonacini, padre di Elisa Bonacini presidente dell’Associazione “Un ricordo per la Pace”, scritto durante l’internamento nel campo di concentramento IV B di Zeithaini in Germania. Il video dell’Associazione “Un ricordo per la pace” è stato realizzato in collaborazione con la Prefettura di Latina e l’Istituto di Istruzione Superiore “Rosselli” di Aprilia: Virginia Clocchiatti del II B C.M.B e Valerio D’Aiello del IV B S.I.A. hanno recitato alcuni pezzi espressivi sulla Shoah, mentre la parte grafica del progetto è stata curata dal prof. Roberto Creo. L’ultima parte della manifestazione ha visto il momento solenne della consegna delle medaglie d’onore: il Prefetto Pierluigi Faloni ha consegnato nove medaglie d’onore ai cittadini della Provincia di Latina ed ai loro eredi che, dopo l’armistizio del’8 settembre 1943, furono deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra della Germania. In rappresentanza del Comune di Cisterna di Latina, dove risiede Gasparotto, ha partecipato alla cerimonia la nipote, il consigliere comunale Michela Ruzzini. Gli insigniti che hanno ritirato la medaglia sono stati invitati dal Prefetto a raccontare quanto vissuto sulla propria pelle nei campi di concentramento. Nelle parole degli eredi piene di commozione i ricordi dei propri cari e del lavoro coatto e dei soprusi da essi subiti nei lager. La manifestazione ha visto la partecipazione attiva degli studenti di Latina che hanno seguito con attenzione la cerimonia, inviando alcune riflessioni attraverso messaggi sms che sono stati proiettati sullo schermo predisposto sul palco.
Elisa BonaciniAuschwitz-Work_Set_Free

Sottoscala9 Latina: Johnny Mox e i Gazebo Penguins in concerto, 31/1/15

Johnny Mox

Johnny Mox

Due graditissimi ritorni al Sottoscala9, con Johnny Mox e i Gazebo Penguins, a fargli da backing band. Il concerto di sabato è solo il primo dei tanti del 2015 che vedrà sul palco del circolo culturale alcune fra le migliori proposte del panorama musicale italiano, seguiranno Domenica 1 febbraio la leggenda new wave Diaframma e poi nei prossimi mesi, Thegiornalisti, The Cyborgs, La Banda Del Brasiliano e tanti altri. Obstinate Sermons è il secondo disco di Johnny Mox. A due anni dall’esordio “We=Trouble”, il nuovo lavoro coniuga gospel, spiritual, spigolosità punk e sperimentazione con una carica espressiva senza precedenti: Un lavoro interamente incentrato sul tema dell’ostinazione, una determinazione costante a non arrendersi davanti alle macerie di un paese che si sgretola. Con tre dischi alle spalle, due tour europei, uno americano e centinaia di concerti in tutta la penisola, Johnny Mox ha sviluppato negli anni uno stile personalissimo, con un sound che ruota prevalentemente intorno allo strumento della voce: sia essa utilizzata per costruire incastri corali che ricordano la tradizione spiritual, sia essa declinata nella dimensione ritmica del beatbox. Ai comandi il polistrumentista trentino Gianluca Taraborelli: un castello di voci, percussioni, pedali e armonizzazioni accatastati con cura minuziosa l’uno dentro l’altro. Spiritual ossessivi per punk in cerca di redenzione, soul con le borchie, milioni di voci intrappolate nella gabbia toracica in grado di gonfiarsi e crescere e divorare cavi e amplificatori. Dopo aver condiviso lo split Santa Massenza, Johnny Mox e Gazebo Penguins si ritroveranno di nuovo assieme sullo stesso palco per il tour a supporto di Obstinate Sermons. I Pinguini dunque, conclusa la tournée di Raudo dopo quasi due anni di concerti senza sosta e 126 date, metteranno da parte le loro canzoni per vestire i panni della backing band del Reverendo Mox, per un set che si preannuncia incendiario e pieno di sorprese. Ad Aprire la serata ci saranno i John and The Lizards, autori di un indie rock immediato e d’impatto. Ingresso: 5 € con tessera Arci. Appuntamento a sabato 31 gennaio, ore 22. Info: www.sottoscala9.com02_modificato-2

Latina: Tornano i “Venerdì della Chitart”, dal 30/1/15

locandina_modificato-3Tornano i “Venerdì della Chitart”. Dopo il successo della passata edizione, l’associazione musicale CHITART è lieta di presentare la nuova rassegna per il 2015, come sempre all’insegna della musica e della condivisione. Sei appuntamenti dal 30 gennaio al 12 giugno dedicati al mondo delle sei corde e non solo, strutturati espressamente in un’offerta culturale variegata adatta ad ogni età e soprattutto pensata per le famiglie. Il programma, curato dal Maestro Roberto Caetani, spazia, infatti, dalla chitarra classica, all’ukulele, dal teatro-musica alla body-percussion, fino alla “Orff music”, senza tralasciare gli standard jazz e le musiche dai cartoni animati. Protagonisti assoluti artisti di fama nazionale ed internazionale che si alterneranno sul palco per regalare al pubblico, serate d’alto livello artistico. Come sempre, ad aprire gli spettacoli saranno i giovani talenti del nostro territorio che avranno così l’occasione di esibirsi di fronte ad un pubblico, dando prova delle loro abilità, ma soprattutto potranno confrontarsi con professionisti del settore. Ad ospitare la kermesse l’auditorium “Fortunato” del Centro Musicale e Culturale di Via Minzoni 23, a Latina. A conferma del grande valore artistico della rassegna, nell’ottica della commistione tra le arti, nel foyer dell’auditorium si potranno anche ammirare le opere d’artisti della nostra provincia: ad ogni concerto una mostra diversa, che spazia nei vari settori dell’arte e dell’artigianato, rigorosamente locali. Si parte venerdì 30 gennaio alle ore 21 con il Recital di chitarra Barocca di Jiménez. Ad aprire il concerto la chitarra classica di Davide Marchetti, allievo del Maestro Massimiliano Romano. Nel foyer dell’auditorium l’esposizione d’alcuni preziosi strumenti musicali realizzati dall’Ass. “Morris” di Sermoneta, diretta dal M. liutaio Pietro Melia. Ingresso euro 5. Per informazioni è possibile contattare il numero 3394136155 oppure mandare un’email ai seguenti recapiti: associazionemusicale.chitart@gmail.com – robertocaetani@gmail.com

Roberto Caetani

Roberto Caetani

È in edicola il N. 5 della rivista “LAZIO SUD” diretta da Lido Chiusano

LS 5 copertina freeÈ in edicola il N. 5 della rivista “LAZIO SUD” diretta da Lido Chiusano. Prezzo al pubblico € 1. Il fascicolo si compone dei seguenti articoli: “Odio il Capodanno” di Antonio Gramsci, “A Latina magistrati coraggiosi” di Virginio Palazzo, “Il coraggio di scegliere, per una prospettiva d’avvenire. Linee di programma per il governo della nuova Provincia di Latina” di Eleonora Della Penna, “L’immigrazione in provincia di Latina” di Raniero Cramerotti, “Fenomenologia del nemico invisibile. Tumori e leucemie tra il basso Lazio e la Terra dei Fuochi” di Mirza Mehmedović, “La vulnerabilità del territorio sud-pontino” di Alessio Valente, “Urbanistica d’assalto a Fondi” di Bruno Fiore, “Perché cacciare Acqualatina” di Gennaro Varriale, “Civiche Pontine: una valida alternativa al servizio delle comunità locali” di Giada Gervasi, “Emodinamica e cardiologia a Formia” di Francesco Carta, “La “Pietà” di Giovanni da Gaeta nel Santuario della Madonna del Cielo a Fondi” di Zaira Daniele, “Profitto nostro che sei in terra, assegna a noi il nostro debito … Amen” di Fausto Pellecchia, “La scrittura. Un faccia a faccia con se stessi” di Giuseppe Tortora, “Fedele Conti, il suicidato di stato. Una storia italiana” di Nicola Reale, “Le banlieues d’Italia e i pifferai dell’odio” di Rocco Viccione, “Monte San Biagio: la sua storia in uno stemma” di Emilia Gaetana Fortucci, “Poesia e intelligenza delle emozioni. Parole e immagini di Gino Fiore” di Carlo Di Cicco, “A Formia accoltellamento a geometria familiare” di Paola Villa, “La chiesetta di sant’Angelo dei Marzi a Gaeta lasciata nell’incuria” di Damiano Di Tucci, “Il Coppedè di Fondi” di Gaetano Carnevale, “Pino Daniele e quella Formia che non amò” di Delio Fantasia, “Ma il renzismo è davvero di sinistra?” di Francesco Giampietri.LS 5 locandina free

PONZA: LA REGIONE AUTORIZZA NUOVO DISPENSARIO FARMACEUTICO

Ponza: Località Le Forna

Ponza: Località Le Forna

“La Regione Lazio dà il “via libera” all’istituzione di un dispensario farmaceutico stagionale che farà fronte all’emergenza dei mesi estivi e al periodo di maggior afflusso turistico”. Né da notizia la consigliera regionale, Rosa Giancola. Il riferimento è la delibera numero 16 con cui la Giunta del Lazio ha autorizzato ieri la struttura stagionale destinata alla distribuzione di medicinali d’uso comune e di pronto soccorso sull’isola di Ponza, che nei primi mesi del 2014 ha contato, con gli sbarchi estivi, circa 170.000 persone. “La Regione – continua la consigliera Giancola – sopperisce così ad una condizione che rischia di creare, in un’isola come Ponza, grandissimi disagi nei mesi estivi. Per questa ragione si è ritenuto di accogliere la richiesta del Comune assicurando alla popolazione residente e ai turisti un’adeguata assistenza farmaceutica”. Il dispensario farmaceutico stagionale, aperto dal 1° maggio al 30 settembre, sarà allestito, così come richiesto dal Comune di Ponza, in località Le Forna, la zona dell’isola che ospita la maggior parte dei residenti e che nel pieno della stagione turistica arriva ad accogliere circa 15.000 persone.

Nettuno: La mia avventura, 31/1/15

Locandina_modificato-2L’Associazione Culturale “IBIS-Onlus”, sospinta dal suo “vulcanico” ed eclettico Presidente, prof. Ferdinando Fornaro, continua la sua Programmazione delle iniziative culturali per l’anno 2015 con un secondo evento ricco d’emozioni, riflessioni e sensazioni. Alle ore 18, quindi, di sabato 31 gennaio 2015, nei locali dell’Associazione adibiti a teatro, siti a Nettuno in Via Menni n. 2 (in pratica la cosiddetta “ex Divina Provvidenza” ovvero antico Ospedale “Orsenigo”), Paola La Rocca e Dalia Valdez presentano una particolarissima ed interessante rappresentazione di musica ed arti visive dal titolo “LA MIA AVVENTURA…….”. Con questo coinvolgente titolo, le due autrici della piece hanno voluto riprodurre, con l’aiuto d’amici e parenti, un’esperienza personale oncologica testimoniando come con la speranza, la creazione e la positività di ognuno si può vincere il cancro al seno, continuando così a “vivere” quasi in maniera normale, infatti, come espressamente detto da Paola e Dalia: “La speranza è che la performance, suscitando interesse e coinvolgimento in chi soffre o ha sofferto o in chi è a contatto con la sofferenza, possa essere d’aiuto per quelli che stanno per affrontare il male”. La positività di Paola e Dalia che riescono a trasmettere agli ascoltatori durante la loro performance con il particolare messaggio di reazione all’abbattimento morale così da affrontare in modo giusto il difficile, duro e lungo cammino verso la completa guarigione, risulta, al termine della piece, veramente decisivo ed encomiabile. L’Associazione “IBIS-ONLUS” ricorda che questa performance è stata già presentata ad Anzio il 18 dicembre 2014; in ogni modo, le due interpreti fanno presente, per quelli che fossero interessati a proporla, che vi è la possibilità di ripeterla fino alla fine di febbraio, ovviamente prendendo accordi con loro a mezzo telefono: 3474579857; oppure attraverso le seguenti e-mail: paolalarocca76@libero.it – paolalarocca76@gmail.com – daliavaldez@hotmail.com. L’Associazione Culturale “IBIS-ONLUS” rappresenta, inoltre, che è sempre possibile visionare le sue molteplici attività collegandosi con il sito web: www.ibisonlus.com ovvero richiedere informazioni inviando un’e-mail al seguente indirizzo: info@ibisonlus.com.

BOSCOREALE: L’AMMINISTRAZIONE INTERVIENE PER ELEVARE IL DECORO URBANO NELL’AREA ARCHEOLOGICA

villa regina_modificato-1La Giunta comunale di Boscoreale ha approvato una delibera d’indirizzo per elevare il decoro urbano nell’area adiacente al sito archeologico e al Museo di Villa Regina. Si prevede di inasprire le sanzioni in tema di rilascio di rifiuti e il non rispetto delle regole per la differenziata, di aumentare la vigilanza del servizio di polizia municipale, di rimuovere le insegne dismesse, di incrementare la manutenzione del verde, di migliorare la segnaletica. Queste misure rientrano negli impegni assunti dall’amministrazione per la creazione di una vasta area di gestione e valorizzazione dei siti Unesco del territorio archeologico vesuviano, e contribuiranno a portare avanti una politica di sviluppo tesa a incrementare le presenze nella nostra città. E’ essenziale, in un quadro di collaborazione con la Soprintendenza archeologica di Pompei e la Direzione del Museo di Boscoreale, che il Comune assicuri, sin dai prossimi giorni, un miglioramento del decoro urbano. Contemporaneamente si sta portando avanti un percorso di prospettiva con l’avvio del Pru –Piano Recupero Urbano-, l’apertura del Centro visite e Museo del parco Nazionale del Vesuvio, e la sinergia con gli altri Enti per il Piano Strategico di Valorizzazione. “Tenere insieme pianificazione strategica e piccoli passi quotidiani è la strada da seguire per garantire una prospettiva di sviluppo fondato sull’uso delle straordinarie risorse culturali e archeologiche nel nostro territorio -ha dichiarato Paolo Persico assessore ai beni archeologici e culturali-. Nelle prossime settimane vi saranno importanti opportunità dalle iniziative promosse dalla Soprintendenza e dal MIBAC, al “Maggio dei Monumenti”, da Expo 2015 all’apertura del Centro visite per far crescere la centralità del nostro territorio. Bisogna essere pronti a “cogliere l’attimo” ha terminato Paolo Persico“. “Tutto ciò -spiega il sindaco Giuseppe Balzano- scaturisce anche dalla proficua collaborazione con la Soprintendenza archeologica di Pompei, e dalle riunioni del comitato di gestione dei nove comuni dell’area Unesco di recente insediatosi. Consideriamo strategico –aggiunge il Sindaco-, per lo sviluppo della città, l’elevamento, dalle prossime settimane, dei livelli di decoro, di sicurezza, di funzionalità delle aree adiacenti il sito archeologico di Villa Regina”.

La politica ambientale del Comune di Terracina

ambienteLa gestione ambientale è per il Comune di Terracina tra le principali linee strategiche su cui è impegnata l’amministrazione comunale, anche in linea con quanto avviato mediante il processo di Agenda21 Locale. Essa è da intendersi come la ricerca di un sistema di gestione dell’amministrazione pubblica e dei servizi sul territorio più efficiente e attento all’ambiente, impegnandosi profondamente per il raggiungimento e il mantenimento di standard di qualità elevati. “L’obiettivo è sicuramente ambizioso ma fondamentale da perseguire se l’intenzione è quella di fare un vero salto di qualità alla nostra città, anche al fine di valorizzare la componente turistica, fondamentale per la nostra economia – afferma il sindaco Nicola Procaccini. Il Comune, attraverso l’adesione al percorso di certificazione ISO 14001 e, poi di registrazione EMAS (Regolamento CE n. 1221/09) dell’Amministrazione comunale, ha dunque avviato un percorso volto alla gestione ed al miglioramento degli impatti ambientali. Tale impegno è finalizzato:
– Alla ricerca del miglioramento continuo delle prestazioni ambientali complessive del Comune;
– All’impegno del mantenimento costante della conformità normativa per gli aspetti di pertinenza;
– Alla ricerca di uno sviluppo delle politiche territoriali incentrata sul concetto della prevenzione dell’inquinamento ambientale in tutte le sue forme.
L’amministrazione Comunale operando in linea con gli standard suddetti ed in proporzione alle risorse finanziarie disponibili, s’impegna pertanto a:
• Implementare, attuare e mantenere attivo un Sistema di Gestione Ambientale conforme ai requisiti della UNI EN ISO 14001, che sia in linea anche con il Regolamento EMAS;
• Prevenire l’inquinamento derivante dalle attività svolte sul territorio, migliorando e ottimizzando la gestione tecnico-organizzativa della propria attività amministrativa incrementando i controlli mirati a verificare che le attività affidati a terzi vengano eseguite nel pieno rispetto della normativa e delle prescrizioni specifiche;
• Responsabilizzare il personale – non solo interno ma anche quello delle società terze con cui l’Amministrazione collabora – circa l’adozione di comportamenti ambientalmente sostenibili e consapevoli;
• Promuovere costanti momenti di comunicazione e dialogo con le varie parti interessate,per una responsabilizzazione collettiva a favore della sostenibilità ambientale;
• Promuovere e sviluppare un turismo di villeggiatura e naturalistico che miri alla valorizzazione delle risorse naturali nella consapevolezza dell’importanza di adottare comportamenti rispettosi delle peculiarità naturali;
• Adottare iniziative di “green public procurement”, favorendo i fornitori e/o appaltatori che operano nel rispetto dell’ambiente e inserendo la componente ambientale in tutti gli appalti di beni e servizi da parte di terzi;
• Promuovere e collaborare, per quanto di pertinenza, all’ottimizzazione della depurazione delle acque;
• Promuovere e collaborare, per quanto di pertinenza, alla razionalizzazione della produzione dei rifiuti anche al fine di incrementare la quantità di raccolta differenziata;
• Adottare iniziative di miglioramento della mobilità urbana ed incentivazione all’utilizzo di “mezzi alternativi”;
• Promuovere l’adozione d’ energie alternative e di interventi di risparmio energetico;
• Incentivazione all’adesione a programmi di ecogestione e/o di rispetto ambientale nelle strutture turistico ricettive.
Su questo quadro di riferimento, – termina il sindaco Procaccini – che definisce gli obiettivi specifici di miglioramento ambientale, l’Amministrazione s’impegna a controllare il loro avanzamento, che potrà essere aggiornato se interverranno nel tempo condizioni diverse”.

Pozzuoli: Parte il progetto Progetto RAEE@scuola

ProgettoI ragazzi delle classi quarte e quinte elementari di Pozzuoli saranno i protagonisti del Progetto RAEE@scuola, un programma nazionale di comunicazione e sensibilizzazione sulla corretta gestione dei RAEE, i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede del Polo Culturale di Pozzuoli dagli assessori Franco Cammino (Ambiente) e Alfonso Trincone (Pubblica Istruzione) e dalla coordinatrice nazionale del Progetto RAEE@scuola Viviana Solari. Il progetto prevede non solo una campagna d’informazione sui RAEE, ma anche un’attività sperimentale di micro raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici all’interno degli istituti scolastici. «I bambini e gli insegnanti saranno invitati a portare da casa i propri piccoli elettrodomestici – ha spiegato l’assessore Cammino – che verranno raccolti in appositi contenitori posizionati all’interno delle scuole; i RAEE verranno poi ritirati dagli addetti del servizio igiene urbana, che si occuperanno della gestione trasportandoli al centro di raccolta comunale. Le attività si protrarranno per tre settimane da oggi». Il progetto RAEE@scuola, promosso dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC RAEE), con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a cura di Ancitel Energia e Ambiente, coinvolge 50 comuni su tutto il territorio nazionale, sette in Campania. Tra questi Pozzuoli: «È una soddisfazione per noi – ha aggiunto l’assessore Trincone – siamo stati premiati per essere uno dei primi comuni ricicloni della Campania. Adesso tocca alle insegnanti delle scuole elementari trasferire queste utili informazioni ai bambini, oltre al valore dell’educazione ambientale: coinvolgendo loro il messaggio arriva di riflesso anche nelle famiglie puteolane». Testimonial d’eccezione del progetto è uno dei personaggi del mondo dello spettacolo più amato da grandi e bambini: Baz, il comico della trasmissione Colorado, entrato recentemente fra i dieci personaggi con più fan su Facebook. Oltre ad apparire su tutto il materiale informativo che sarà distribuito alle scuole, Baz ha già realizzato tre filmati a sostegno dell’iniziativa, visibili sul sito del progetto (www.raeescuola.it) o tramite Youtube. L’iniziativa è realizzata con il patrocinio del Comune di Pozzuoli e si avvale della collaborazione della De Vizia Transfer, gestore della raccolta rifiuti a Pozzuoli.Progetto Raee-1

Teatro MAV Ercolano: Ditegli sempre di sì, 30 e 31 gennaio e 1° febbraio 2015.

Ditegli sempre di sìLe rappresentanze di Portici ed Ercolano dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti organizzano, con il patrocinio delle rispettive Amministrazioni Comunali, per i giorni venerdì 30, sabato 31 gennaio alle ore 20:30 e domenica 1 febbraio 2015 alle ore 18:30 presso la sala teatro del MAV (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano (Via 4 Novembre 44), lo spettacolo teatrale “Ditegli sempre di sì” – 2 atti di Eduardo De Filippo. La commedia sarà messa in scena dalla filodrammatica U.I.C.I. diretta da Bruno Mirabile e composta da attori non vedenti, ipovedenti e amici dell’Unione che ancora una volta cercheranno di divertire il pubblico. Questa compagnia teatrale amatoriale così particolare, che fin dal 1996 propone con notevole successo commedie della tradizione partenopea, quest’anno metterà in scena una delle commedie più esilaranti del grande Eduardo. La rappresentazione è organizzata in collaborazione con “Radio Siani”- la radio della legalità, la Cooperativa sociale “Bambù ONLUS”, e diversi imprenditori locali che supportano le attività della filodrammatica da molti anni. Per informazioni e prenotazione dei biglietti (costo € 10), ci si può rivolgere a:
• Sede U.I.C.I. di Portici, Corso Garibaldi 200 – Villa Savonarola (lunedì e mercoledì ore 17/19) tel. 0817862881;
• Mario Mirabile – 3393456120 – mariomirabile@alice.it
• Antonella Improta – 3346048860 – antonella.improta@alice.it
• Sede U.I.C.I. Ercolano, Via 4 Novembre 240 (lunedì, mercoledì e venerdì ore 17-20) tel. 0810482594;
• Matteo Cefariello – 3476049301;
• Donato Lupinetti – 3355751815 – lupinetti@libero.it

L’intero incasso sarà utilizzato per finanziare le attività dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

Castelforte: Centro Storico, muro rotto, ma non interessa a nessuno. I residenti chiedono: dove vanno gli introiti della TASI?

unnamed (1)

unnamed (2)

unnamed

È un angolo di muretto che da più di un mese è rotto con le pietre sparse e i ferri del cordolo che fuoriescono pericolosamente, senza segnalazione e ne circoscritto con nastro rosso che ne indichi il pericolo. Sarà stato probabilmente urtato da qualcuno ma nessuno ha mosso un dito per metterlo in sicurezza o risistemare il tutto. Eppure vista la posizione è facilmente visibile anche a 9,10 metri, giusta la distanza dal Palazzo Municipale sito in P.zza Vittorio Emanuele e posto nella curva la cui strada porta alla Chiesa del Santo Patrono. Considerato che pietre e ferri possono recare ferite o cadute ai passanti, i residenti ancora una volta dopo aver aspettato abbastanza hanno segnalato questa ennesima inadempienza dell’Amministrazione Comunale che oltre modo, da poco secondo quanto sottolineato da alcuni, ha pure incassato i soldi della TASI, la tassa sui Servizi Indivisibili, la nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014 e che riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale.
Considerato che la TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo le unita’ immobiliari di cui al comma 669 è doveroso da parte di chi amministra, intervenire e anche in tempi brevi per risanare lo stato delle cose e garantire sicurezza ai cittadini.

Duplice intervento in mare per la Guardia Costiera di Anzio

cp 859_anzio_modificato-1Un duplice intervento in mare, a distanza di pochi minuti, a favore di due natanti da diporto in avaria, sono stati portati a buon fine, nel primo pomeriggio, di domenica 25 gennaio, dal personale della Guardia Costiera Neroniana. Erano, infatti, da poco passate le 14:20 quando il telefono blu delle emergenze in mare, il 1530, squillava. Dall’altra parte dapprima il conduttore di un natante semicabinato di circa 7 metri con tre persone a bordo diretto a Fiumicino che a causa di un’avaria al motore principale era impossibilitato a proseguire la navigazione. Dopo pochi minuti, una seconda chiamata proveniente da un natante a vela e motore di circa 9 metri con 5 persone a bordo, tra le quali anche un “diversamente abile”, rimasta ferma in mezzo al mare per un’avaria all’apparato elettrico. L’equipaggio delle motovedetta SAR CP 859 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio, mollava subito gli ormeggi dirigendo a tutta velocità verso i due natanti in difficoltà. Giunti sul posto, i militari della Guardia Costiera si accertavano preliminarmente delle buone condizioni di salute dei tre diportisti sul semicabinato in difficoltà, dirigendo poi verso la seconda unità con i 5 diportisti a bordo che non era in grado di manovrare autonomamente. Dopo aver tranquillizzato le persone a bordo, in ogni modo in buono stato di salute, l’unità da diporto era assistita fino all’ingresso del porto di Marina di Nettuno dal quale era partita ed ove era già presente un mezzo nautico di servizio presso il porto turistico, il cui intervento era stato richiesto dalla sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio. Poco dopo quindi l’unità in avaria giungeva finalmente in banchina presso il Porto di Nettuno, dove era fatta ormeggiare in sicurezza. Per fortuna solo un brutto spavento per i 5 malcapitati a bordo. L’altra unità invece, sotto il coordinamento della sala operativa del Circomare anziate che forniva le istruzioni per l’ingresso in porto, riusciva a fare la manovra di ingresso con l’uso del solo motore ausiliario e quindi ad ormeggiare in sicurezza nel porto di Anzio. La Guardia Costiera di Anzio, coglie l’occasione per ricordare a tutti gli utenti del mare l’importanza di contattare subito, in caso di emergenza, il numero blu 1530. Ai diportisti, prima di prendere il largo, si raccomanda di controllare sempre le condizioni dell’unità, la consistenza delle dotazioni di bordo riguardanti la navigazione che s’intende intraprendere e di avere carburante sufficiente per coprire in sicurezza l’intera tratta di navigazione. Si ricorda infine che è sempre attivo il numero blu 1530 ovvero il filo diretto con la sala operativa della Guardia Costiera contattabile 24 ore su 24 da tutta Italia, per ogni emergenza in mare.

Sermoneta: Il recupero dell’antica Via dei Silici

Sermoneta: Chiesa Madonna della Vittoria

Sermoneta: Chiesa Madonna della Vittoria

La scuola di Sermoneta scende in campo per il proprio territorio con un progetto scolastico che coinvolge Amministrazione comunale e associazioni, e che prevede il recupero dell’antica Via dei Silici, la strada che dalla pianura conduceva al centro storico, oggi quasi del tutto ricoperta dalla vegetazione. La scuola diventa centro aggregante e di promozione culturale e gli studenti diventano soggetti attivi e responsabili, raccogliendo il testimone del passato ed impegnandosi da protagonisti nel recupero e valorizzazione della storia. Via dei Silici anticamente era percorsa a piedi o con i muli ed era la via più veloce per raggiungere il centro di Sermoneta, attraversando scenari naturali incontaminati e i resti dell’antica Chiesa Madonna della Vittoria (XVI sec.) ed il convento dei Cappuccini, di cui è rimasto traccia ancora oggi. Con la realizzazione della strada panoramica, nel dopoguerra, Via dei Silici perse la sua funzione di collegamento e fu lasciata in stato d’abbandono. I bambini delle scuole di Pontenuovo e del centro Storico lavoreranno a stretto contatto con le associazioni locali per conoscerne la storia, anche attraverso i racconti degli anziani, fino alla riapertura vera e propria di questa strada, grazie alla collaborazione con la Protezione Civile. «E’ la prima volta che si forma un gruppo di lavoro così vasto, questo grazie alla capacità di sintesi messa in campo dal Sindaco Damiano e dall’Assessore alla pubblica istruzione Giuseppina Giovannoli – spiega il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Caetani”, Enzo Mercuri – che hanno apprezzato e condiviso il nostro progetto scolastico. I bambini diventeranno cittadini attivi mettendosi a disposizione del territorio, collaborando con associazioni, scuola e Comune per fare qualcosa di giusto per il territorio ed i suoi abitanti». I soggetti coinvolti, oltre ad Amministrazione comunale e Istituto Comprensivo, anche l’Associazione Nazionale carabinieri di Sermoneta, la Protezione Civile di Sermoneta, i centri anziani di Pontenuovo e Centro Storico, il Circolo cacciatori centro storico, Archeoclub, Associazione Naturalisti Lepini, l’Abbazia di Valvisciolo e Italia Nostra. Il progetto è articolato per tappe e si protrarrà fino a maggio. Dopo la messa in sicurezza del sentiero, inizieranno gli incontri sia in classe sia sul posto per approfondire storia e caratteristiche naturali della flora locale, compreso le erbe medicinali usate dai monaci dell’Abbazia; saranno intervistati gli anziani che racconteranno gli aneddoti legati alla Via dei Silici e studiate le foto d’epoca, organizzate conferenze e cicli d’incontri, fino all’organizzazione di una mostra finale. «Al termine del progetto, il territorio di Sermoneta avrà recuperato un pezzo della sua storia ed i bambini della scuola avranno acquisito un bagaglio di conoscenza e soprattutto d’esperienza fatta sul campo e con un lavoro di squadra», spiega l’assessore Giuseppina Giovannoli, entusiasta del progetto insieme a tutta l’Amministrazione. «La nostra scuola si conferma un grande laboratorio di vita, un’eccellenza a livello provinciale anche grazie alla professionalità e alla lungimiranza delle insegnanti e del dirigente scolastico».
Sermoneta: Via dei Silici

Sermoneta: Via dei Silici

Sabaudia: Prevenzione dei tumori della pelle con visite gratuite, 7/2/15

melanomaCittadini al lavoro ancora in campo per la prevenzione. Dopo i controlli contro l’osteoporosi dei mesi scorsi – fatti grazie all’opera e al sostegno dell’associazione Tendi La Mano AIPOM Onlus e l’Associazione 50 Anni e dintorni – “Cittadini al Lavoro” apre un nuovo corso di visite gratuite per debellare le malattie della pelle, tumore in primis. Sabato 7 febbraio, grazie alla collaborazione della sezione di Latina della LILT – la Lega Italiana Lotta ai Tumori –, l’associazione sarà presente nel Centro FISIOMED per una visita gratuita per i 120 pazienti che si sono iscritti nei mesi precedenti. Ognuno di loro sarà visitato dai dottori Giorgio La Viola, Nicola De Rosa e Cecilia Luci, coordinati dal dottor Annetta, e riceverà informazioni dettagliate sul suo stato di salute e sulle eventuali situazioni a rischio melanoma (il tumore maligno della cute), infine, riceverà l’invito a partecipare ad una conferenza sull’argomento tenuta, in data da destinarsi, dallo stesso dottor Annetta. Come si legge in un rapporto della LILT, nel melanoma il controllo sulla popolazione asintomatica tra i 18 e i 75 anni non è raccomandato dalle associazioni di prevenzione oncologica e dermatologica per la difficoltà di trovare un numero sufficiente di dermatologi, per la spesa eccessiva e per la mancanza di documentazione della sua efficacia; ecco perché la nostra associazione ha deciso di offrire alla popolazione di Sabaudia questa giornata di prevenzione: un modo per iniziare ad accostarsi al problema del tumore della pelle che molto spesso, proprio perché inizialmente si tratta di patologie asintomatiche, colpisce indisturbato senza che la vittima possa sospettare nulla. «La Salute è un bene primario e come tale va salvaguardato – spiega il consigliere Giada Gervasi –. Forse pochi sanno che il melanoma cutaneo colpisce soprattutto attorno ai 45-50 anni, anche se l’età media alla diagnosi si è abbassata negli ultimi decenni. In Italia i dati AIRTUM (Associazione italiana registri tumori) parlano di circa 13 casi ogni 100.000 persone con una stima che si aggira attorno a 3.150 nuovi casi ogni anno tra gli uomini e 2.850 tra le donne. Inoltre, l’incidenza è in continua crescita ed è addirittura raddoppiata negli ultimi 10 anni, ma ancora più importante, è opportuno ricordare che il melanoma cutaneo rappresenta solo una piccola percentuale (circa il 5%) di tutti i tumori che colpiscono la pelle. Per questo riteniamo sia doverosa una giornata a contatto con gli esperti del settore che possano consigliare su come provenire od intervenire sulle patologie della nostra pelle». Appare doveroso dunque ringraziare la LILT e tutti i suoi medici ed operatori per la disponibilità dimostrata, oggi come ieri. Con la certezza che anche domani si dimostreranno disponibili a simili giornate di prevenzione. La Sezione di Latina della LILT, dal 1979 ben radicata sul territorio pontino, è sempre attenta e pronta ad intervenire per prestare la sua opera, in ogni ambito ed ambiente. Oramai conosciuta la sua attività di prevenzione primaria presso le scuole elementari, medie e superiori, soprattutto con approfondimenti concernenti il tabagismo e l’alimentazione. Così com’è nota, prima ancora, la sua opera di volontariato presso il padiglione oncologico “Porfiri” dell’ospedale civile “Goretti” di Latina, per non parlare di tutte le attività culturali organizzate e del particolare progetto dedicato alle donne operate al seno: a loro la Lega Italiana Lotta ai Tumori offre gratuitamente un servizio di fisioterapia specifica con linfodrenaggio manuale, con visita senologica e fisiatrica, un servizio d’assistenza psicologica con terapie individuali, corsi di ginnastica motoria e in acqua e per ultima – ma non per ordine d’importanza – l’attività del “Dragon Boat”: una disciplina sportiva diffusa in tutto il mondo, promossa con il fine di prevenire il linfedema, un doloroso e inabilitante rigonfiamento delle braccia e del torace che può svilupparsi dopo un intervento di chirurgia al seno. Il principale obiettivo è quello di diffondere il messaggio che la vita continua anche dopo il tumore.

Basket C Lazio – AD ANZIO SERATA NERA, PRIMA SCONFITTA PER IL META FORMIA!

1610867_520865008055856_3547947479739465679_nUna serata nera quella di sabato ad Anzio per il Meta Formia, che incappa nel primo stop stagionale dopo 11 vittorie e vede ora ridotto a 2 lunghezze il vantaggio sulla seconda classificata del girone B della Serie C Laziale.

BIRMANIA: INAUGURATA LA CLINICA “NETTUNIA” COSTRUITA GRAZIE ALL’IMPEGNO DELL’ASSOCIAZIONE SLEIPNIR DI ANZIO

La Clinica "Nettunia" a Mu Aye Pu in Birmania

La Clinica “Nettunia” a Mu Aye Pu in Birmania

E’ stata inaugurata la scorsa settimana a Mu Aye Pu in Birmania la clinica “Nettunia” costruita con i proventi della mostra fotografica “Kawthoolei: scatti in zone di guerra nella Birmania Orientale” di Fabio Polese organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Sleipnir lo scorso dicembre 2013 presso l’Osteria Controcorrente di Pasquale e Chiara di Anzio. “La clinica – spiega il Presidente della Comunità Solidarista Popoli Onlus Franco Nerozzi – serve un ampio bacino d’utenza in un’area che è stata invasa dall’esercito birmano nel 2009. Riconquistata dalle forze Karen, la regione richiedeva di una nuova struttura, poiché la precedente era stata saccheggiata e poi lasciata andare in rovina. Ringraziamo – continua Nerozzi – l’Associazione Sleipnir, il dottor Rodolfo Turano, l’Osteria Controcorrente e tutti gli amici che hanno contribuito all’iniziativa che ha portato alla raccolta dei fondi indispensabili alla realizzazione della clinica. Un ringraziamento va anche al reporter Fabio Polese che ha esposto le sue foto sul popolo Karen nell’ambito della stessa iniziativa. Nonostante il difficile momento economico – termina Nerozzi – la Comunità Solidarista Popoli riesce, grazie al sacrificio e alla generosità di molti amici, a mantenere gli impegni assunti con i Karen e con i Palestinesi. Nel solco degli insegnamenti di Carlo Terracciano”. Per informazioni è possibile seguire la pagina Facebook “Associazione Sleipnir” o consultare il sito www.associazionesleipnir.blogspot.itwww.teatroragazzilatina.com, per prenotazioni: 3292068078 – 3925407500.
Associazione Sleipnir e Comunità Popoli

Associazione Sleipnir e Comunità Popoli

Basket C Lazio – META FORMIA: AD ANZIO PER IL MATCH VERITA’!

Meta FormiaQuesta sera a partire dalle 18.30 andrà in scena ad Anzio il big match del girone di ritorno tra Basket Anzio e Meta Formia Basketball.