A Norma i diritti fanno crescere

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Il gioco – nella natura che più l’avvicina a un mezzo, piuttosto che ad una semplice alternativa di svago – è un sostegno indispensabile alla formazione dei più giovani. Quale occasione, se non la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, rappresenta l’opportunità migliore per richiamarne l’importanza?

Il Comune di Norma, riconoscendo il bisogno di un’attenzione mai bastevole a tematiche di tale rilievo, sabato 23 novembre ha aperto le porte della Scuola Media “Don Mauro Cassoni”, affinché la manifestazione “Diritto dopo Diritto… si diventa grandi” avesse luogo. Organizzata dal Centro ludico-ricreativo “Peter Pan” di Norma, sotto l’egida della Cooperativa sociale “Ninfea”, ha permesso l’incontro con il Centro “Le Piccole Orme” di Sermoneta; socializzazione e cooperazione, massimamente espresse, sono servite ad avvicinare tutti coloro che hanno raccolto l’invito, sia ragazzi sia genitori.

Un Gioco dell’Oca molto particolare ha riassunto lo scopo stesso dell’evento: avanzare di casella in casella per approfondire un articolo in più della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Gioco di squadra e approfondimento sociale, congiunti grazie all’impegno di educatrici e psicologhe – Valentina Santucci, Francesca Petriani e Elisa Ricci, occupate con le attività di Norma, oltre che Paola Cristoforo e Francesca Cacciotti, impegnate con il Centro di Sermoneta –, hanno assolto il compito di preservare i diritti dei minori, partendo proprio da coloro che devono goderne. La vita – tutelata dall’ingerenza di ogni discriminazione e sorretta da qualsiasi tipo di libertà fondamentale – è provvista di un unico strumento per essere davvero difesa: la conoscenza.