A Pozzuoli il 75% di raccolta differenziata

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Differenziata-4“E’ un traguardo importante, raggiunto grazie all’impegno dell’amministrazione e alla collaborazione dei cittadini. Dal 2012 ad oggi, quando ci siamo insediati come amministrazione, la percentuale della raccolta differenziata è quasi raddoppiata e solo negli ultimi quattro mesi è aumentata del 10 per cento”. Lo ha detto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia intervenendo questa mattina al Rione Terra alla festa organizzata dal Comune assieme alla “De Vizia Transfer”, il gestore del servizio smaltimento rifiuti a Pozzuoli, per celebrare il raggiungimento di circa il 75 per cento nella raccolta differenziata. Il primo cittadino ha poi sottolineato che “l’impegno dell’amministrazione deve continuare perché occorre migliorare il servizio e inculcare il senso civico ancora in sacche della popolazione che stentano a adeguarsi”. Soddisfazione per i risultati conseguiti sono stati espressi anche dall’assessore all’Ambiente Franco Cammino, per il quale “ridurre i rifiuti indifferenziati dal 60 per cento del 2012 al 27 del 2014 non è un traguardo facile da raggiungere per un comune di 83 mila abitanti”. Non a caso Pozzuoli risulta essere il primo comune riciclone della Campania nella classifica dei comuni con popolazione compresa tra i 50.000 ed i 100.000 abitanti. Alla festa pubblica, intitolata “La differenziata sotto l’albero”, sono intervenuti gli alunni di molte scuole di Pozzuoli, accompagnati dai dirigenti scolastici, dagli insegnanti e dai genitori. Ci sono state mostre e dimostrazioni sul valore del riciclo, momenti ludici con animazione, canti, danze e spettacoli musicali. Per l’occasione è stato anche presentato lo spot ideato per celebrare il successo raggiunto dalla città di Pozzuoli nella raccolta differenziata.Differenziata-2

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.