Acqualatina denuncia: pericolo di contaminazione delle falde e di gravi carenze idriche a causa di un’occupazione abusiva del campo pozzi di Via Genio Civile, ad Aprilia.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Acqualatina intende denunciare pubblicamente un atto di forte illegalità che può dar vita a serie problematiche come la contaminazione delle falde acquifere e gravi carenze idriche nel Comune di Anzio.

Nel mese di ottobre 2013, a seguito di un guasto presso il campo pozzi sito in Via Genio Civile, di proprietà del Comune di Aprilia e in gestione ad Acqualatina, i tecnici del Gestore, giunti sul luogo per provvedere all’installazione di una nuova pompa, hanno constatato che ignoti si erano impossessati del sito, occupando uffici e magazzino, impedendo a chiunque di accedere allo stabile.

I tecnici hanno provveduto a chiamare i Carabinieri che hanno identificato gli occupanti e inviato un’apposita informativa all’Autorità Giudiziaria. Nonostante ciò, i successivi tentativi di accesso da parte del personale Acqualatina sono risultati tutti vani quanto il primo. Gli occupanti, nei giorni a seguire, hanno addirittura apposto dei lucchetti sui cancelli d’ingresso.

Da allora la Società ha più volte denunciato la questione alle Istituzioni competenti.

Tale situazione mette in forte rischio la continuità di servizio, in quanto sussistono sia la possibilità di inquinamento della falda, sia quella di forti carenze idriche causate del persistente malfunzionamento della pompa principale, la cui sostituzione non è mai avvenuta.

“Chiediamo supporto a tutte le Istituzioni coinvolte – dichiara il Presidente di Acqualatina, Avv. Giuseppe Addessi – affinché la situazione venga risolta nel più breve tempo possibile. Con il sopraggiungere della stagione estiva, il pericolo che una forte crisi idrica, specie nelle ore di punta, possa affliggere il Comune di Anzio diventa sempre più reale. Purtroppo ci troviamo di fronte a una problematica che esula dalle nostre competenze e che, senza un valido supporto, rischia di rimanere irrisolta.”