APERTURA NUOVA STAZIONE CIRCUMVESUVIANA DI “VILLA REGINA

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Stazione vesuviana "Villa Regina"
Stazione vesuviana “Villa Regina”
Apertura della nuova stazione “Villa Regina” della Circumvesuviana, sulla linea Napoli-Sorrento, scendono in campo i sindaci di Boscoreale, Giuseppe Balzano, e Torre Annunziata, Giosuè Starita. I primi cittadini delle due confinanti municipalità uniscono le loro forze a sostegno della petizione popolare, sottoscritta da alcune migliaia di cittadini boschesi e torresi, tesa a far sbloccare i lavori per il completamento della stazione “Villa Regina”, che sorge su Via Settetermini, a ridosso dei popolosi rioni Penniniello di Torre Annunziata e Villa Regina di Boscoreale, che comprende anche l’area archeologica boschese. Balzano e Starita hanno sottoscritto un’accorata lettera inviata a Stefano Caldoro, presidente della giunta regionale della Campania, chiedendo “Un incontro per portare all’attenzione le richieste dei cittadini assunte pienamente dalle due amministrazioni comunali e verificare la possibilità di accelerare i lavori di questa importantissima opera”. Nella lettera i due sindaci evidenziano che “Si tratta di un’opera strategica per i Comuni di Boscoreale e di Torre Annunziata. La fermata, infatti, si trova su Via Settetermini e, oltre a servire due popolose zone caratterizzate da quartieri d’edilizia pubblica residenziale, è fondamentale sia per i flussi di chi intende recarsi presso i nuovi centri commerciali sorti sull’area ex “Aquila prefabbricati” (Leroy Merlin ed Oviesse), sia presso l’Antiquarium nazionale di Boscoreale “Uomo e Ambiente nel territorio vesuviano”con l’annessa villa rustica d’epoca romana. Con la sua apertura si ridurrebbe il traffico privato, si favorirebbe una fascia di popolazione più debole, e si rinforzerebbe il flusso turistico verso l’unico museo della Soprintendenza archeologica di Pompei. L’opera è inserita nei lavori per il raddoppio della Circumvesuviana tra Pompei e Castellammare di Stabia”. La petizione, promossa dall’Associazione socio-culturale “Il Melograno”di Boscoreale, capofila nella proposizione e da sempre particolarmente attenta ai temi sociali del territorio boschese, da Federconsumatori Campania, dal Sindacato Pensionati Italiani (SPI-CGIL), dal Sindacato Nazionale Unitario Inquilini e Assegnatari (SUNIA Comprensorio) e dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro (ANMIL- Torre Annunziata), è indirizzata al presidente della giunta regionale, all’assessore regionale ai trasporti, all’amministratore delegato Eav e ai sindaci di Boscoreale e Torre Annunziata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.