Basket C: E’ SULL’ASSE CASERTA-NAPOLI LA COSTRUZIONE DEL ROSTER DELLA “C” REGIONALE DELLA FABIANI FORMIA

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Un fine settimana di lavoro interessante, quello svolto a Formia nella palestra della Fabiani.

Difatti sotto uno sguardo attento degli addetti al lavoro, capitanato dal neo Capo Allenatore Stucovitz, coadiuvato da uno staff tecnico invitato per l’occasione, si sono svolte due giornate di “sammer league” di basket.

La prima rivolta a tutti i tesserati in età giovanile della Società di via E. .Filiberto, allargata ad altri componenti invitati delle società limitrofe, che hanno dato vita ad una seduta di allenamento, molto utile per “coach” Stucovitz, da dove potrà trarre indicazioni del livello tecnico-fisico in possesso degli atleti partecipanti e da dove dovrà programmare la ripartenza della nuova stagione sportiva, ormai alle porte, nella Società tirrenica.

La seconda serata, invece, è stata una tappa importante, dedicata alla costruzione del roster della squadra giallo-rubilio che parteciperà al campionato di C Regionale, che vedrà la partenza nei primi giorni di ottobre.

Oltre ai giovani talenti locali, tutti cresciuti nel vivaio del sodalizio formiano: Riccardelli, Russo, Addessi, Diaz, Petrone, La Mura  si sono visti all’opera interessantissimi atleti provenienti dalla vicina Campania, con trascorsi cestistici nella Juve Caserta, Napoli, Casapulla, Aversa che hanno destato molta curiosità ed apprezzamento nel nutrito  pubblico presente, un po’ insolito in un pomeriggio assolato di agosto.

Il Capo Allenatore Stukovitz, ha tratto utili informazioni tecniche  da questa seduta, sotto una compiaciuta soddisfazione del G.M. Pasquale Masone che è già al lavoro per ripetere questa utile esperienza con altra seduta nella prossima settimana e da dove verranno tratte le considerazioni per la composizione del “roster” della prima squadra.

Era presente al raduno anche il neo Presidente avv. Russo Spena  Vincenzo che si è ritenuto soddisfatto di questo primo incontro tecnico, ma non nasconde la preoccupazione che il Club tirrenico sta attraversando in questi giorni per la soluzione dell’uso del campo di gioco per l’attività sportiva da svolgere in questa annata  e che considera di primaria esistenza per le leve giovanili della stessa società.

Commenta per primo