I biancorossi superano il Kelona (33-21) senza Amato. Stagione finita per l’italo-argentino a causa della frattura del dito.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

SPORT: Finalmente in doppia cifra. La Lupo Rocco Gaeta supera, tra le mura amiche del Palasport di Pontinia, il Kelona (33-21), e toccando quota 12 punti ipoteca matematicamente l’ottavo posto, distante sole quattro lunghezze dal settimo. Un risultato che, dopo il passo falso di Fasano, fa tornare a sorridere la compagine biancorossa, proiettandola verso un interessante finale di regular season, con soli 120 minuti rimasti da giocare al cospetto dell’avversaria diretta Valentino Ferrara e del Noci.

È stata una gara, nonostante il +12 finale, pienamente decisa solo nell’ultimo quarto d’ora di gioco, grazie alle realizzazioni del top scorer Pierluca Bettini (5 delle 9 totali in 15’) e alla saracinesca Marco Amendolagine, le cui parate hanno mandato più volte all’aria i tentativi di recupero delle “tartarughe”. Da sottolineare, l’assenza di Martin Amato: stagione finita per l’italo-argentino dopo aver riportato la frattura del quinto metatarso durante l’incontro di Fasano.   

La grinta dei giovanissimi palermitani è ben evidente sin dai primi minuti, e sono infatti Saitta e Piscopo ad aprire le danze, costringendo i padroni di casa ad inseguire. I gaetani provano a riordinare le idee conquistando il 2-2, ma ancora una volta è il Kelona a tornare in vantaggio: scatta così il primo time out di coach Bettini dopo appena sette giri di lancette. La situazione di parità prosegue fino al 13’, 5-5, poi, aiutato dalle parate di Amendolagine, il team caro a patron Antetomaso mette per la prima volta il muso avanti, e lo fa con un parziale di 5-0 che vale il 10-5. I siciliani non mollano, Alessandro Aragona ricuce lo strappo sul -2, ma grazie alle reti di Bufoli e capitan Marciano si torna negli spogliatoi sul 12-8.

La ripresa si apre con un altro +5 firmato Bettini, che lancia i suoi verso un nuovo allungo, 17-11 al 6’. Le distanze rimangono invariate fino all’8’, ma con una difesa ben schierata ed un attacco pungente i ragazzi di Aragona piazzano un 5-2 per il 21-18 che potrebbe riaprire i giochi. È però un nuovo break di 5-0 a far ripartire la corsa di Filic e compagni, che a questo punto si mette in discesa sul 26-18. Col passare dei minuti il divario aumenta, e per gli ospiti tutto diventa ancora più difficile dopo il rosso ai danni di Saitta per somma di esclusioni. Al Gaeta non rimane altro da fare che gestire il distacco accumulato, fino al 33-21 che fa calare il sipario.

«Dopo il passo falso dello scorso turno – ha spiegato il portiere Marco Amendolagine – siamo tornati sulla strada giusta. Per noi questa vittoria è molto importante, soprattutto perché ci dà tanto morale e ci proietta verso un finale di regular season tutto da vivere. Le ultime settimane non sono state facili, e proprio nell’ultima, tra i tanti problemi, si è aggiunto anche l’infortunio di Amato, al quale auguriamo una pronta guarigione. Da adesso in avanti il nostro obiettivo è di continuare a vincere, sia nella fase regolare, a partire dal match col Valentino Ferrara, che nella Poule retrocessione, per conquistare al più presto una salvezza tranquilla e, perché no, toglierci anche qualche soddisfazione».

Sabato prossimo, 18 febbraio, la Lupo Rocco Gaeta andrà a far visita in quel di Benevento al Valentino Ferrara, settima della classe e reduce dalla sconfitta inflitta dal Conversano per 38-31.

LUPO ROCCO GAETA – KELONA 33-21 (p.t. 12-8)

LUPO ROCCO GAETA: Cienzo, Amendolagine, Ponticella 4, Ciccolella D. 3, Filic 6, Bettini 9, Marciano 4, Lodato 1, Florio 1, Panzarini, Antetomaso 2, Ciccolella A., Bufoli 3, Macera. All.: Paolo Bettini

KELONA: Castelli, Aragona A. 6, La Mantia 1, Manno 1, Mazzola 4, Saitta 6, Fabbri, Piscopo 2, Artale, Pola, Puglisi, Testa 1. All.: Ignazio Aragona

ARBITRI: Fato – Guarini

ESPULSO: al 25’st Saitta (K) per somma di esclusioni.

di Alessandra Aprile

Commenta per primo

Lascia un commento