Borse lavoro, Stefanelli: “Vogliamo chiarimenti sulla selezione del personale”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Anche per quest’anno il Comune di Minturno utilizzerà le borse lavoro per i servizi della mensa scolastica e della vigilanza fuori dalle scuole, che saranno avviati tra pochi giorni. Su questi temi ha presentato una precisa interrogazione il capogruppo di Minturno Cambia, Gerardo Stefanelli.
“Dal 1° ottobre – dichiara Stefanelli – saranno riattivati i servizi di mensa scolastica e di vigilanza fuori dalle scuole. Per fornire tali servizi il Comune di Minturno utilizza la forma delle ‘borse lavoro’ per poter dare un aiuto economico ai soggetti che si trovano in condizioni di bisogno. Nel corso di questi mesi l’ufficio servizi sociali ha ricevuto una moltitudine di domande da persone meno abbienti.
Ad oggi, però, è poco chiaro se il Comune abbia provveduto a fare degli accertamenti o se l’ufficio servizi sociali abbia stilato una graduatoria di tali domande con particolare riferimento alle condizioni economiche dei richiedenti. Vorremmo sapere se nella selezione dei soggetti avviati alla ‘borsa lavoro’ si terrà conto di tale graduatoria o altrimenti, in mancanza di essa, con quali criteri selettivi verranno individuate le persone a cui assegnare le borse e se saranno utilizzati criteri di imparzialità e trasparenza.
Infine – conclude Gerardo Stefanelli – vorremmo chiarimenti sulle attitudini delle persone che dovranno lavorare a stretto contatto con i bambini e in particolare se sia stata svolta una valutazione di idoneità psicofisica dei soggetti selezionati anche in relazione alle attività a cui saranno destinati”.

Commenta per primo

Lascia un commento