C Regionale. PROMOZIONE IN DNC: A TINTE GIALLO-RUBILIO

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Si è colorato di giallo-rubilio il tanto atteso derby del Tirreno tra la Sigma Fabiani Formia e l’Alfa Omega Ostia finale valevole per la promozione in DNC del Campionato di vertice regionale di C2.

Nell’ospitale Palazzetto di Ferentino, scelto come campo neutro dal Comitato Regionale FIP i ragazzi di coach Andrea Conte hanno dato saggio, ancora una volta, di cosa sono capaci di fare e di come questa compagine ha saputo disputare bellissime gare in questa serie di Play-offs che hanno sempre fatto divertire il pubblico presente con prestazioni intense e di alto tasso tecnico.

A farne le spese, questa volta, sono stati proprio i malcapitati e mai domi ragazzi lidensi  di Marotta, che puntavano anche loro all’intera posta in palio: La Promozione in DNC in una gara secca.

Dopo le sconfitte  con il Marino del secondo turno, Odone , Milone e soci si sono prontamente risollevati battendo i quotati lidensi con una prestazione strepitosa del gruppo, vera forza di questo team, ma non senza qualche momento di ansia grazie anche alle stesse motivazioni di Manzotti, DiPietro e compagni che non hanno mai mollato fino alla fine e seppure subendo i tirrenici per tutta la gara   per ben due volte riuscivano a recuperare scarti di punteggio in doppia cifra rendendosi minacciosi fino agli ultimi secondi dell’incontro.

Le prime battute erano a favore dei ragazzi di Ostia che riuscivano a prendere le misure su Milone che era partito benissimo, e ben presto D’Orta si caricava di falli e con qualche errore di troppo permetteva all’Alfa di avvantaggiarsi nel punteggio di sette-otto punti, L’ inserimento di Dias al posto di D’Orta, autore nel frattempo di una bomba da tre e due penetrazioni a canestro produceva una reazione dei formiani che recuperavano lo svantaggio iniziale e chiudevano il primo quarto in vantaggio sul punteggio di 24 -22 a loro favore. La ripresa, vedeva gli uomini di Conte più determinati e nel vortice dei cambi susseguitesi si assisteva ad una grande La Mura che limitava alla grande le giocate di Manzotti e permetteva a Guastaferro, Porfido  e suoi compagni di chiudere il secondo quarto con un +14 nel punteggio di uno strepitoso 54 – 40 a loro favore.

La ripresa, come verificatosi più volte anche in campionato, si assisteva al ritorno degli avversari che con Di Pietro e Tomassi con una sequenza dalla lunga distanza impattavano sul 64 – 64, ma negli ultimi minuti del quarto la maggiore esperienza di Odone e Spada permetteva di nuovo un allungo chiudendo il punteggio del quarto sul 71- 64 con canestri realizzati da Odone, tripla di Porfido e conclusione di uno strepitoso La Mura a fil di sirena.

L’ultimo quarto, una battaglia, alle triple di Manzotti ed ai vivaci Tomassi e Baiocchi, rispondevano un eccellente e stremato  Odone che capitanava gli eroici La Mura, Guastaferro, Porfido e l’intramontabile Spada alla vittoria finale in una esplosione di gioia e il tripudio dei tifosi a seguito con un eloquente 92 – 88 che chiudeva la contesa a loro favore.

Grande festa in campo per i ragazzi di Conte che proseguiva negli spogliatoi e continuava a cena al Forum Palace Hotel di Cassino fino a tarda serata.