Calcio – Le pontine verso il campionato: -15 to go!

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

14045300_1136278096440051_1050323481_oMancano appena quindici giorni all’inizio dei prossimi campionati di calcio regionale. Le squadre del nostro territorio, in attesa dell’uscita dei calendari prevista per il prossimo 22 agosto, lavorano alacremente per farsi trovare pronte al fischio d’inizio del prossimo 4 settembre.

Il Formia Calcio si è già dimostrato a buon punto con la preparazione: nelle amichevoli estive (finora Potenza, Frattese, Napoli Primavera, Mondragonese) ha messo in campo buone trame di buon gioco ed un’efficace capacità realizzativa, anche contro squadre di categoria superiore. Fattori, questi, che rendono soddisfatto Mister Rosolino, il quale vede la squadra capace di giocarsela con tutti a viso aperto. Il prossimo impegno, il primo lontano dal campo di Maranola, sarà domenica 21 a Cardito contro l’Afragolese.

Itri Calcio MastroianniCantiere aperto invece per l’Itri Calcio di Mister Palladino. Una rosa quasi interamente rinnovata in un nuovo anno zero per la squadra di Patron Ialongo, che dopo i quattro anni vissuti ad altissimo livello nel corso della gestione Parisella riparte con un progetto a lungo termine, basato su un nuovo gruppo fatto di giovani promettenti, affiancati da due bandiere del calcio Itrano: Mastroianni, promosso capitano sul campo e Gaetano Fiore, in procinto di appendere le scarpette al chiodo ma che non ha resistito al richiamo della sua squadra.

Suio Terme CastelforteNovità soprattutto dal punto di vista societario quelle per il Suio Terme Castelforte, nato con grandi ambizioni dalla fusione dell’Atletico Castelforte e dell’SSD Suio: uno staff tecnico nuovo, guidato da Mister Pernice, allenatore proveniente dall’Eccellenza, per una squadra che vuole migliorare il risultato dello scorso campionato.

Non può certo considerarsi più una sorpresa l’Insieme Ausonia di Mister Roberto Gioia. La squadra ciociara, dopo gli ottimi risultati dello scorso campionato che l’anno proiettata sotto i riflettori, quest’anno punta decisamente ad un campionato da protagonista. La società ha fatto grandi sforzi per mettere a disposizione del proprio mister una rosa molto competitiva, rafforzandosi e soprattutto provando a risolvere le difficoltà di realizzazione con l’ingaggio di Mario Mariniello, capocannoniere dello scorso torneo.

Il Gaeta Calcio è sempre alle prese con la grana “Riciniello”, riaperto per gli allenamenti ma ancora non utilizzabile a pieno regime per le gare interne dei biancorossi, che ancora dovranno fare a meno del proprio pubblico. Ottimismo comunque nell’ambiente, galvanizzato da una campagna acquisti che oltre a tante conferme ed altrettanti nuovi arrivi ha portato alla corte di Melchionna un Reginaldo il cui curriculum fa fantasticare i tifosi.

Difficoltà anche per il Città di Minturno: retrocesso in Promozione, con una nuova dirigenza ed un nuovo staff tecnico, proverà a reagire puntando molto sui giovani. Obiettivo è farsi trovare pronti al via e dimenticare l’anno scorso.

Terracina CalcioUn bentornato, infine, va dato al Terracina Calcio che dopo diverse vicissitudini societarie ed economiche che avevano portato i tigrotti fuori dal calcio regionale che conta, è ritornato. In Promozione, con una rosa fatta di giovani e di giocatori di esperienza, punta decisamente a diventare una delle protagoniste del prossimo campionato. Squadra costruita col chiaro intento di salire il prima possibile, con un’autoinvestitura arrivata direttamente dal mercato che non deve però mettere pressione su una rosa che, almeno sulla carta, può dire moltissimo.

Sul fronte strutture, sono in dirittura di arrivo i lavori di sistemazione dello stadio di Castelforte, che ospiterà le gare del Suio Terme Castelforte e quelli del Mario Colavolpe di Terracina, grazie all’impegno delle due società che hanno rimesso a nuovo i rispettivi impianti. Un punto interrogativo resta lo stadio Riciniello di Gaeta, completato per quel che riguarda il manto, già omologato, ma mancano ancora dei lavori da ultimare e le relative omologazioni, che si spera arrivino entro l’inizio del campionato, altrimenti le squadre gaetane saranno costrette a giocare senza pubblico. In fase di rizollatura anche lo stadio Madonna del Piano di Ausonia, uno dei pochissimi in erba naturale, mentre sono già pronti gli stadi di Maranola e di Itri.

 

Enrico Duratorre

Luca Masiello

Commenta per primo