CASERTA: LA CONTAMINAZIONE FELICE, fino al 30/9/14.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Eventi Territoriali webOffrire e scambiare modelli di società, convivenza, tolleranza e dialogo; raccogliere e mobilitare società civile, cultura, scienza ed economia; offrire e scambiare sviluppo, politica, democrazia e pace. Queste le parole chiave del Forum Universale delle Culture. Originalità, innovazione e continuità, questi i principi della contaminazione felice, gli eventi territoriali del Forum delle Culture rappresentati tra Caserta, il belvedere di San Leucio e Pozzovetere. “La Memoria del Futuro: conoscere le proprie radici per progettare il futuro comune” in pratica contribuire a determinare processi di “contaminazione” con altri mondi, culture ed esperienze. In particolare va promossa e sostenuta la partecipazione dei giovani, degli intellettuali, degli artisti, della comunità accademica e scientifica e di personalità politiche ed istituzionali se tutto ciò è indirizzato all’industria della creatività e dell’innovazione: il solo futuro di una città. “LA CONTAMINAZIONE FELICE” è la prima offerta collettiva per la città di sensazioni, emozioni e stati dell’animo dell’arte. Partire dal passato e attraversare il presente con parole, musica, danza, gesti e ricordi per proiettarsi nel futuro in modo non cronologico ma magico, è l’operazione di sviluppo una “contaminazione felice” per ripensare alla modernizzazione delle città e dei paesi nel processo di globalizzazione, senza dimenticare che gli aspetti più propriamente civili e civici sono il vero patrimonio sociale, politico e culturale. Azioni e contenuti d’innovazione caratterizzati da sollecitazioni, contraddizioni, contestazioni e concertazioni saranno poi le proposte d’incontri e scambi per la “migliore reciproca contaminazione” delle idee. Tutti presupposti operativi che garantiscono la presenza attiva e creativa delle nuove generazioni, il confronto intergenerazionale, interculturale, interdisciplinare e intersociale, il sostegno alla diffusione della sensibilizzazione della diversità con espressioni e linguaggi del passato storico attraverso nuove forme di comunicazione collettiva. In sintesi nuove potenzialità attrattive di una città. Il suggerimento del curatore è vivere gli eventi, viverli tutti, senza distinzione ed è solo un punto di partenza. Ecco quindi la prima proposta di calendario degli eventi:

Al Belvedere di San Leucio ore 20
08 luglio “Donnamadonna” Fiorenza Calogero
09 luglio “Jazz on Slide” Ghidelli, Condorelli, Faraldo, Izzo
10 luglio “Flowing Gospel Worship Band”
11 luglio “Attimo” Centro Danza Arabesque
12 luglio “Mediterranea” Calatia Ensamble
13 luglio “Da Pergolesi ai Beatles” Floriana Cangiano & quartetto Miricae
14 luglio “Tournèe” Quartetto Terpsycordes
15 luglio “Via Sentimento n.19” Teatro Stabile di Innovazione – Ali della Mente
16 luglio “La Nutriccia” Quelli del Castropignano
22 luglio “Nell’antro del mito” Livia Bertè Ensamble
23 luglio “Upupa my dream is my rebel” La Chapliniana Teatro
01/23 luglio Paesaggi Marini Mariangela Cacace “Mostra d’Arte”
03/23 luglio Sete d’amore per quattro stagioni Claudia Mazzitelli “Mostra d’Arte”

A Pozzovetere
12 luglio/10 agosto Tifatini Cinema Art Festival “Rassegna Cinematografica

A Caserta e dintorni
01/30 settembre “Confronti di versi con fronti diversi” 5 Dibattiti pubblici per la Città