Castelforte – Interrogazione del PD

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

PDI Sottoscritti, Giancarlo Cardillo e Paolo Ciorra, in qualità di consiglieri comunali, dopo aver preso visione del progetto di realizzazione dei marciapiedi in via De Gasperi e Via Caduti di Nassirya approvato dalla Giunta Comunale;

PREMESSO,

  • che l’intervento di sistemazione della Via A. De Gasperi rappresenta una necessità sia sotto il profilo della sicurezza che dal punto di vista della raccolta delle acque bianche;

VISTO il progetto approvato e verificato, insieme al Responsabile dell’Area Pianificazione e Gestione del Territorio,:

  • che il progetto prevede la realizzazione dei marciapiedi e della raccolta delle acque bianche a monte della carreggiata stradale lato sinistro scendendo con una spesa di circa € 230.000,00;
  • che da tempo (molti anni) i cittadini residenti nella zona ed in particolare quelli abitanti sul versante destro scendendo hanno segnalato i gravi danni derivanti dalla mancata raccolta delle acque bianche che si riversano sui loro terreni invadendo i piani bassi delle case;
  • che il progetto non prevede alcun intervento di raccolta delle acque bianche sul versante destro scendendo e quindi a valle dove, appunto, l’acqua piovana defluisce in maniera copiosa come è naturale ed evidente ed è documentato anche da filmati pubblicati su facebook;
  • che il progetto prevede, invece, lo spostamento dell’attuale impianto di pubblica illuminazione esistente e perfettamente funzionante dal lato destro a quello sinistro dove si intenderebbe realizzare il marciapiede;
  • che il piano di calpestio dei futuri marciapiedi sarebbe realizzato con una pietra dal costo notevole rispetto ad altri materiali disponibili e di stessa funzionalità ed efficienza;

CONSIDERATO che anche il Responsabile dell’Area P.G.T. nel corso di un colloquio sull’argomento ha convenuto sulla necessità di affrontare la problematica rappresentata apportando significative modifiche al progetto attuale

TUTTO CIO’ EVIDENZIATO

CHIEDONO

  1. Chi ha fornito ai tecnici che hanno redatto il progetto attuale le direttive di indirizzo;
  2. Se è corretto spendere circa € 230.000,00 del pubblico danaro per realizzare un’opera certamente necessaria ma incapace di risolvere i gravi problemi sia di sicurezza che di raccolta delle acque bianche;
  3. Se non si ritiene opportuno, invece, modificare, avendone ancora tutto il tempo e la possibilità, il progetto predisposto realizzando i marciapiedi anziché sul lato sinistro su quello destro scendendo:

– dove già esiste un efficiente impianto di pubblica illuminazione senza, alcune necessità, di rifarlo dall’altra parte e risparmiare così soldi pubblici per investirli in maniera più corretta;

– dove, tra l’altro, basterebbe spostare l’attuale guard rail a destra dell’esistente muro di contenimento, completandolo dove manca, e utilizzarlo in quanto già largo circa cm 100 (magari allargandolo di cm 30/40) per realizzare i marciapiedi senza restringere, come invece si fa con l’attuale progetto, la carreggiata stradale di oltre cm 120;

  1. Se non si ritiene opportuno utilizzare per il piano di calpestio, invece che le pietre “preziose” previste nell’attuale progetto un materiale comunque idoneo e meno costoso risparmiando denaro pubblico da investire, come è logico che sia, nella sicurezza dei ragazzi che frequentano il plesso Petronio dotando la scuola di una pensilina e realizzando una efficiente, idonea e corretta raccolta delle acque bianche che va sempre fatta a valle della strada e non, come attualmente previsto, a monte sul lato sinistro finendo per lasciare irrisolto il problema delle tante famiglie che abitano sulla destra costrette ad alzare muri e parapetti per cercare di proteggersi dal “fiume” che si crea da anni ad ogni pioggia.

Inoltre merita di essere notato che anche per chi percorre questo tratto di via A. De Gasperi camminare a destra permette di godere di un bel panorama senza essere costretti a camminare addossati ad un muro alto più di quattro metri.

Commenta per primo