Chiude il Gaeta Handball ’84. Viola:”Quando non ti diverti più, quello è il momento di chiudere”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

SPORT: Ancora una chiusura per una realtà sportiva del Golfo di Gaeta; a chiudere i battenti, dopo oltre trent’anni di attività è il Gaeta Handball ’84, la società sportiva nata a metà degli anni ottanta e fucina di tanti giovani atleti approdati su importanti palcoscenici nazionali.

L’ideatore di quel progetto che voleva diventare il punto di riferimento per tanti ragazzi che volevano affacciarsi al mondo della pallamano, dopo oltre trent’anni a cercare di portare avanti il minore degli sport minori, come era solito chiamare la pallamano, Antonio Viola ha detto “game over”.

Nei suoi occhi la tristezza di chi non è riuscito a far passare il messaggio che lo sport, va ben oltre gli interessi economici, che come un’aquila vola alto nei cielo, portando con se principi fondamentali che favoriscono la crescita dei ragazzi facendoli diventare degli uomini.

Tutto questo nello sport di oggi, purtroppo, non sempre è presente ed allora Antonio Viola, uomo di sport di altri tempi, ha deciso di dire basta “non mi diverto più – ha commenta Antonio Viola con un velo di tristezza – e quando uno non si diverte più, vuol dire che è arrivato il momento di dire basta”.

L’uomo di sport, il volto della pallamano gaetana, allenatore e maestro di vita di tanti ragazzi, si gira e si allontana, via per la sua strada, inseguendo i suoi sogni che forse rimarranno tali, uno su tutti, far si che Gaeta potesse diventare la Coverciano del Beach Handball, un progetto che, probabilmente, rimarrà nel cassetto di un romantico sognatore che più volte si è scontrato con i muri di una realtà che lascia poco spazio al romanticismo.

Il Gaeta Handball ’84, dunque, chiude i battenti ed a nulla è servita la fusione con il CUS Cassino, troppo diversa la mentalità e troppo distanti le idee fra le due società, che, purtuttavia, insieme, hanno raggiunto il campionato di Serie A2 di pallamano, diversi campionati regionali vinti con l’under 16, fiore all’occhiello della scuola di pallamano creata da Viola.

Ora si volta pagina nella speranza che qualcuno con gli stessi principie gli stessi ideali di Antonio Viola possa raccogliere il testimone e far ripartire quel centro di aggregazione di giovani che era il Gaeta Handball ’84.

di Enrico Duratorre