CLINICHE SOTTO I 60 POSTI LETTO A RISCHIO CHIUSURA? INTERROGAZIONE URGENTE DI PALOZZI(FI)

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Forza Italia“Stamane ho depositato un’interrogazione urgente sul destino delle Case di Cura accreditate della Regione Lazio sotto i 60 posti letto.

Si tratta di una azione doverosa, maturata dopo il ‘Question time’ di mercoledì in Consiglio regionale, occasione in cui la giunta è stata chiamata a rispondere a una serie di interrogazioni, tra cui quella a mia firma sul paventato rischio chiusura per le cliniche private monospecialistiche sotto gli 80 posti letto. Documento, quest’ultimo, protocollato lo scorso aprile. Se da una parte la risposta della Regione ha prontamente rassicurato gli animi smentendo un’ipotesi fattasi avanti in primavera, dall’altra essa risulta purtroppo anacronistica poiché arrivata dopo 5 mesi e all’interno di un contesto sanitario in continua evoluzione. Anche e soprattutto alla luce degli allarmi risuonati nelle passate settimane da autorevoli associazioni di categoria come l’Aiop, dunque ho voluto vederci chiaro presentando un’ulteriore interrogazione sulle cliniche private stavolta sotto i 60 posti letto. Si tratta di una questione sanitaria complessa e delicata, già affrontata e prevista dal decreto Balduzzi. Provvedimento nazionale, che se approvato, potrebbe escludere dall’accreditamento 23 case di cura del Lazio. La reputo una proposta scellerata e che fonda i suoi criteri su una erronea logica numerica e dimensionale, anziché su reali standard di qualità e di sostenibilità. Al commissario ad acta e presidente Zingaretti, che già ha mostrato sensibilità sulla questione, dunque chiedo se ritenga verosimile, ai sensi del regolamento del decreto Balduzzi, la chiusura nel Lazio di 23 cliniche di cura monospecialistiche, che forniscono al servizio sanitario regionale 50mila ricoveri l’anno; quali azioni intende attivare per scongiurare l’applicazione del tetto dei 60 posti letto e, quindi, per tutelare le oltre mille professionalità operanti all’interno di tali strutture private; come intende agire sul tema della quota di compartecipazione da parte dei Comuni della rete dei pazienti ricoverati presso le Rsa della territorio regionale”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.