COMMISSIONE VIGILANZA LAZIO: AUDIZIONE PRESIDENTE CORECOM SU ATTIVITA’ PERIODO ELETTORALE

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

“Il Corecom Lazio ha svolto puntualmente il proprio compito di vigilanza e garanzia durante il periodo di campagna elettorale che ha preceduto le giornate del 25 maggio e del 5 giugno scorsi che hanno riguardato le elezioni europee e, per alcuni comuni del Lazio, anche le elezioni locali”.

Lo ha affermato il Presidente del Corecom Lazio, Michele Petrucci, in Commissione Vigilanza sul pluralismo dell’informazione, sull’attività svolta durante il periodo elettorale.

La Commissione regionale Vigilanza sul pluralismo dell’informazione, presieduta da Giuseppe Emanuele Cangemi (Nuovo centrodestra), si è riunita ieri pomeriggio alla Pisana per il resoconto del Presidente del Corecom Lazio sull’attività di informazione svolta dalla TGR Lazio e dalle emittenti private durante il periodo elettorale con particolare riferimento al pluralismo e, in attuazione di quanto indicato dall’Agcom.

Secondo Petrucci la rilevazione, effettuata facendo ricorso esclusivamente a personale interno, non ha evidenziato particolari criticità o anomalie: la programmazione è risultata sostanzialmente equilibrata, come peraltro confermato dal mancato ricevimento di istanze di violazione riguardanti l’informazione radiotelevisiva da parte del Corecom. Petrucci ha precisato inoltre, che è intenzione del Corecom affidare questo tipo di attività potenzialmente delicata, in quanto di garanzia, a società specializzate, visto il rilevante e continuativo impegno che esso richiede, al fine di poter intervenire immediatamente sulle anomalie e violazioni al periodo di par condicio che si dovessero presentare.

Petrucci ha colto l’occasione anche per annunciare che sono in corso contatti con Rai e Raiway per garantire la piena attuazione della normativa sulla programmazione dell’accesso, prevista dall’articolo 7, Legge, 6 agosto n 1990, n. 223 e assicurare la qualità diffusiva e di potenziamento del segnale.

Preannunciata infine, l’intenzione di convocare il direttore della TGR Lazio per un’audizione.

Presenti alla seduta anche i vicepresidenti Gino De Paolis (Sel) e Marino Fardelli (Lista Bongiorno-Udc) e i consiglieri Silvana Denicolò (M5S), Marta Bonafoni, Baldassarre Favara, Daniele Mitolo (Per il Lazio),Giuseppe Simeone (Pdl-Forza Italia).