Conferenza GD a Gaeta con Assessore regionale Lucia Valente

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Un appuntamento per presentare il pacchetto di iniziative messe in campo dall’Amministrazione Regionale  per sostenere l’occupazione e per migliorare la qualità del mondo del lavoro. Un’occasione per confrontarsi sullo stato produttivo ed occupazionale nel territorio regionale, con un accento sulle vicende relative alla provincia di Latina.

I Giovani Democratici della Federazione di Latina su questi presupposti hanno organizzato, sabato 10 maggio, a Gaeta, presso la sala Papa Giovanni XXIII alle ore 18:00, l’incontro pubblico “Al lavoro: come la Regione Lazio sconfigge la disoccupazione giovanile”, con l’Assessore Regionale al lavoro, Lucia Valente.

Ad affiancarla, saranno presenti come relatori il Consigliere Regionale del Partito Democratico, Enrico Forte, ed il presidente provinciale di LegaCoop, Emiliano Scinicariello.

Un momento di confronto importante a pochi giorni dalla messa in atto nella Regione Lazio del progetto “Garanzia Giovani”: un’esperienza d’avanguardia in Italia, nata dallo sviluppo del progetto europeo, con un investimento di circa 140 milioni di euro grazie alla quale i giovani tra i 15 e i 29 anni riceveranno, entro 4 mesi dalla presa in carico da parte dei centri per l’impiego, un’offerta di lavoro adeguata alle loro competenze, o un tirocinio, o un contratto di apprendistato, o, qualora questa venisse valutata come l’opzione migliore, la possibilità di proseguire gli studi.

“Pensiamo che i provvedimenti messi in campo dall’Assessorato al lavoro regionale siano una grande opportunità per le giovani generazioni” dichiara Giuseppe Stamegna, segretario provinciale dei Giovani Democratici, che prosegue: “Finalmente vediamo porre in essere degli atti concreti, volti a combattere uno dei problemi più grandi del nostro Paese: la disoccupazione giovanile, che abbiamo visto crescere inesorabilmente negli ultimi anni. Un  plauso va all’Assessore Valente che, grazie al suo lavoro, ha fatto in modo che la Regione Lazio fosse la prima in Italia ad adoperarsi in tal senso.”