Cori: BILANCIO DI PREVISIONE E TARES

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Con i voti della maggioranza il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione annuale e pluriennale e le aliquote TARES. “Questo è il bilancio più difficile degli ultimi anni – ha spiegato l’Ass.re Mauro De Lillis – il costante stato di incertezza normativa, la continua riduzione dei trasferimenti, gli stringenti vincoli di spesa e del Patto di Stabilità, le imposte locali che durano quattro mesi e l’aumento delle istanze di sussidiarietà, rendono quasi impossibile una degna programmazione. La scadenza del bilancio di previsione fissata al 30.11.2013 è l’esempio che i principi basilari della finanza locale sono completamente saltati – ha proseguito De Lillis – È inaccettabile che un Comune venga messo nelle condizioni di conoscere le risorse che può avere a disposizione in prossimità della scadenza dell’anno, quando invece si dovrebbe iniziare a programmare l’anno successivo.”

“Uno dei principali punti del bilancio è  quello dell’approvazione del piano economico e finanziario e delle Tariffe TARES – ha aggiunto il titolare delle finanze illustrando il punto relativo alla nuova tassa sui rifiuti e sui servizi introdotta dallo Stato, calcolata sui metri quadrati dell’abitazione e in base ai membri della famiglia – Per gravare il meno possibile sulle famiglie abbiamo eliminato la riduzione del 30% ai monocomponenti, applicato coefficienti minimi di rivalutazione e previsto una riduzione del 10% alle utenze domestiche che abbiano avviato o intendano avviare il compostaggio dei rifiuti organici. Per le utenze non domestiche (commerciali e artigianali) si registrano incrementi tariffari solo per alcune tipologie di attività (ristoranti, bar, pizzerie, pescherie, etc.). A costoro è stata però estesa la possibilità di effettuare il compostaggio con uno sconto del 10%misura peraltro approvata con una sola astensione dell’opposizione. “Sempre sul fronte delle entrare, oltre a confermare le aliquote IRPEF allo 0,8% la manovra prevede l’aumento della progressività della tariffa della mensa scolastica per agevolare le famiglie con redditi più bassi.”

“Per far fronte alla riduzione delle risorse complessive e raggiungere l’equilibrio del bilancio – ha concluso Mauro De Lillis – siamo stati costretti a prevedere la vendita di immobili non strategici per oltre 1 milione di euro ed effettuare tagli alla spesa corrente per più di 100mila euro, in particolare nei settori della manutenzione ordinaria e delle manifestazioni culturali, senza comunque rinunciare ad incrementare gli investimenti nelle politiche sociali. Per il sociale l’Amministrazione ha stanziato 140mila euro in più rispetto all’anno precedente, reintroducendo dopo molti anni l’assistenza specialistica nelle scuole del territorio. Inoltre, di concerto con il locale circolo Legambiente e le altre associazioni aderenti al progetto Cogestire Verde, abbiamo destinato 20mila euro all’acquisto di un nuovo scuolabus.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.