Cori – DISSERVIZI COTRAL: L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE CONTATTA I VERTICI DELLA SOCIETÀ CHE GESTISCE IL TRASPORTO PUBBLICO EXTRAURBANO

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

CoriNuovo anno scolastico, vecchi disagi per i pendolari del trasporto pubblico extraurbano. A pochi giorni dalla riapertura delle scuole, sono già pervenute al Comune di Cori numerose segnalazioni da parte delle famiglie degli studenti che ogni mattina devono prendere il pullman per raggiungere i diversi istituti scolastici superiori fuori del territorio comunale.

I problemi principali riscontrati nelle prime due settimane di lezione riguardano le tratte Cori – Doganella – Latina e Cori – Cisterna – Latina. Nel primo caso, dei tre autobus mattutini che dovrebbero partire dal Capolinea di via G. Leopardi, alcuni giorni ne è partito solo uno. Nel secondo idem, un solo bus dei due previsti. Nonostante gli abbonamenti pagati, i genitori sono stati costretti ad accompagnare i figli alle scuole pontine con le proprie auto, con ulteriori costi e seccature.

Il vice Sindaco con delega alla Viabilità, Ennio Afilani, ha contattato i vertici locali della Cotral Spa, e non mancherà di metterlo anche per iscritto, sollecitandoli ad intervenire al più presto per garantire la regolarità e la puntualità delle corse programmate, per l’andata ma anche per il ritorno, affinchè i giovani, per lo più minorenni, non debbano aspettare ore prima che passi una corriera utile per spostarsi.

Afilani ha chiesto a Cotral di assicurare anche le corse in programma sulla tratta Cori – Velletri, dove risultano mancanze e ritardi. Una situazione annosa, dovuta principalmente alla carenza di personale, peraltro soggetto a specifiche turnazioni stabilite da leggi e contratti. Un combinato disposto che finora ha fatto saltare tre corse su cinque al mattino, soprattutto dopo i weekend.

Afilani ha suggerito a Cotral di attingere in queste circostanze eccezionali sia dal deposito di Velletri che da quello di Latina, dato che il servizio Cotral su Cori include entrambe le rimesse. Ora però è il gestore che dovrà provvedere, non avendo il Comune alcuna competenza in materia. Il Comune di Cori dal canto suo ha cercato di non depotenziare il trasporto pubblico urbano pur a fronte di un consistente taglio dei finanziamenti regionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.