Cori: INCONTRO COMIZIO DELL’EUROPARLAMENTARE DEL PD FRANCESCO DE ANGELIS

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Domenica mattina, 18 maggio, alle ore 10, a piazza Signina (Cori monte), incontro comizio con l’eurodeputato Francesco De Angelis. Nella passata legislatura il candidato al Parlamento europeo alle prossime elezioni del 25 maggio nelle fila del Partito Democratico è stato relatore in Commissione industria della nota direttiva di contrasto ai ritardi di pagamento europeo. Grazie a questo provvedimento la Regione Lazio ha potuto approvare il decreto 35 e saldare numerosi debiti che stavano strozzando molti Comuni e imprese del territorio. Sempre con questa direttiva, adesso recepita anche dall’Italia, Renzi si è impegnato a pagare i debiti della pubblica amministrazione entro settembre-ottobre.

Un altro provvedimento molto importante, approvato di recente dall’europarlamento, è quello relativo all’agenda digitale con 1 miliardo e 200 milioni di euro di risorse, utili per l’ammodernamento del Paese, attraverso il potenziamento delle nuove tecnologie, banda larga ed ultra larga, per far si che anche le imprese locali possano stare al passo con i tempi ed essere competitive; al contempo, consentirà di ammodernare pure la pubblica amministrazione. All’interno dell’agenda digitale De Angelis è stato promotore dell’iniziativa, accolta in commissione ed approvata dall’aula, per abolire il roaming entro dicembre 2015: saremo cittadini europei anche quando telefoniamo.

Infine, i fondi strutturali e le politiche di coesione: risorse da spendere nei prossimi sette anni, puntando non solo sulla quantità della spesa ma anche sulla qualità della stessa, con investimenti produttivi finalizzati allo sviluppo e al lavoro. Anche in questo settore l’Onorevole è stato tra i promotori di tre norme molto importanti: la prima sullo snellimento e la semplificazione dei bandi; la seconda sulla governance, ovvero sulla scelta di conferire più potere alle Regioni; la terza sulla flessibilità degli obiettivi, per far si che le linee guida di Bruxelles possano essere adattate alla specificità ed alle esigenze dei territori”