CORI. NUOVE FONTI PER LO STUDIO DELLA CITTÀ

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Ultimo appuntamento con il ciclo di conferenze convegni e presentazioni «Cori. Nuove fonti per lo studio della città», organizzato dalla Direzione Scientifica del Museo della Città e del Territorio di Cori, dall’Associazione Culturale Arcadia e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori.

Sabato pomeriggio, 7 dicembre 2013, alle ore 16.00, presso la Sala Conferenze del Museo si terrà la presentazione del volume «Tra memoria dell’antico e identità culturale. Tempi e protagonisti della scoperta dei Monti Lepini».

Il testo è curato dai direttori scientifici dei principali musei del Sistema Museale dei Monti Lepini: la dott.ssa Margherita Cancellieri (Sistema Museale Urbano di Priverno), il dott. Domenico Palombi (Museo di Cori), la dott.ssa Stefania Quilici Gigli (Museo Civico Archeologico di Norma) e il dott. Francesco Maria Cifarelli (Museo Archeologico di Segni). Interverranno, tra gli altri, l’On. Maria Teresa Amici e la Prof.ssa Maria Grazia Picozzi (Sapienza – Università di Roma).

Il libro, di notevole valenza scientifica e culturale, è dedicato alla riscoperta del patrimonio archeologico e storico-artistico dell’area lepina. Un ideale viaggio nella memoria, storico e visivo, che parte dall’Umanesimo quattrocentesco e arriva alla fine dell’Ottocento.

I Saggi iniziali toccano diversi temi ed esperienze di ricerca: dal Rinascimento alla nascita degli studi sull’opera poligonale nei primi anni dell’ottocento, fino alla “scoperta” del  Gotico con gli studi di fine ‘800. I Documenti che seguono contengono le schede di più di 50 disegni, mappe e quadri di autori che, dal ‘400 all’800, raffigurarono monumenti ed opere del territorio.

La realizzazione dell’opera conclude un impegnativo progetto di ricerca partito nel 2009 e finanziato dalla Regione Lazio, promosso dai curatori con la collaborazione di numerosi altri giovani studiosi e ricercatori.