Cori – VENDEMMIA CORESE 2014

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

CoriÈ iniziata la vendemmia nelle campagne coresi e giulianesi, un vero e proprio rito di fine estate – inizio autunno che testimonia come l’agricoltura, pilastro dell’economia territoriale, non è solo un’attività economica, ma uno stile di vita, un patrimonio, un’identità culturale, un antico patto con la natura, un qualcosa che non ha prezzo e come tale va custodito, valorizzato e rilanciato.

Si apre una nuova stagione, come al solito caratterizzata dalla passione e dalla fatica del lavoro quotidiano di tanti piccoli agricoltori, i quali, grazie all’assistenza del felice binomio clima – terreno e il forte senso della tradizione, sanno offrire alle aziende vinicole locali un prodotto unico nel suo genere.

Lo scenario è quello tipico di questa zona dei Lepini. Giovani vigneti non irrigati, in maggioranza costituiti da piccoli appezzamenti, per un totale di superficie coltivata che si aggira intorno ad un migliaio di ettari. Sistemi di allevamento classici basati sul tendone ed il filare basso a guyot che negli ultimi anni ha avuto una forte espansione al fine di esaltare la qualità delle uve.

Un numero di ceppi per ettaro variabile dai duemila del tendone ai quattromila dei filari. Difesa integrata e mancato utilizzo di trattamenti insetticidi che permettono il controllo delle malattie e una quantità complessiva di uva prodotta, bianca e nera, IGT e DOC, che supera abbondantemente i centomila quintali all’anno.

Tra i vitigni coltivati spiccano sopratutto quelli autoctoni, in particolare Bellone e Nero Buono, ma anche Cesanese, Greco (Moro e Giallo), Trebbiano (Giallo e Toscano), Malvasia, Montepulciano, Arciprete Bianco (biotipo del Bellone), Falanghina e Procanico. Sul territorio si coltivano pure importanti vitigni internazionali: Shiraz, Cabernet Sauvignon, Merlot, Petit Verdot, Chardonnay, Sauvignon Blanc e Viogner.

Questi vengono trasformati, nel rispetto delle antiche tradizioni, con il supporto dalle moderne tecnologie e la selezione delle migliori uve, in vini di grande qualità, dai profumi delicati e gli aromi pregiati che anche quest’anno hanno ricevuto strepitosi riconoscimenti, consolidando i vini coresi ai vertici dell’enologia, non solo provinciale e regionale, ma nazionale ed internazionale.

Commenta per primo