Cori:’IL PANE E L’ARTE’. LA CITTÀ DI CORI ALL’ EXPO MILANO 2015

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

LA MOSTRA SARÀ OSPITATA NELLA ‘CASA DEL PANE’ FINO AL 19 LUGLIO. DURANTE IL LATIUM FESTIVAL VERRÀ RIPROPOSTA A CORI 

​Cori, 12 Giugno 2015 

​È stata inaugurata ieri pomeriggio (giovedì, 11 Giugno), a Milano la Mostra di Pani tradizionali dell’Area mediterranea e gioielli realizzati da timbri del pane ‘Il Pane e l’Arte’, curata da Elsa Di Meo – Associazione A.R.T.eS.I.A. – con il Patrocinio del Comune di Cori, della Pro Loco Cori, dell’Unione Confcommercio – Imprese per l’Italia – e dell’Associazione Panificatori Milanesi, con il sostegno della Regione Lazio, ed inserita nel palinsesto degli eventi culturali approvati ufficialmente da EXPO in Città per EXPO Milano 2015.

​L’evento è stato allietato da uno spettacolo di musiche e danze antiche della Compagnia Rinascimentale ‘Tres Lusores’, assistita dal Complesso Strumentale ‘Fanfarra Antiqua’. La mostra sarà ospitata nello spazio espositivo della ‘Casa del Pane’, Casello Ovest di Porta Venezia, nel centro di Milano, fino al 19 Luglio e, a conclusione del progetto, verrà riproposta a Cori, nei suggestivi interni di Palazzo Riozzi, durante la programmazione del Latium Festival.

​Partendo dal tema – Nutrire il Pianeta, energia per la vita – verranno mostrati al mondo i pani rituali del Mediterraneo, un patrimonio culturale che comprende anche dolci pasquali e pani della tradizione corese. La forte relazione tra i simboli presenti in questi pani rituali e gli elementi decorativi nelle opere d’arte sacra fa sì che la mostra esalti soprattutto la sacralità del pane, aldilà delle sue caratteristiche e della sua funzione primaria di alimento base nella storia dell’umanità.

​Il chicco di grano che diventa farina e si trasforma in pane è la chiave di un mistero di cui l’uomo sembra non essere più consapevole. Accostare l’‘arte effimera’ del pane alla Storia dell’Arte permette di avviare un paziente restauro di memorie che la Storia, con le sue maglie larghe, non può registrare; e favorire, nel piacere di condividere il pane tra culture, religioni e tradizioni, occasioni di incontro, conoscenza dell’altro, accoglienza delle diversità.

​Una prestigiosa vetrina per promuovere e valorizzare la città di Cori, il turismo, la cultura, l’enogastronomia, le tradizioni e i principali eventi, il Carosello Storico dei Rioni di Cori e il Latium World Folkloric Festival – Musiche e Danze popolari del mondo per una Cultura della Pace – CIOFF®, tra i più importanti del Lazio. La Pro Loco Cori inoltre ha presentato la nuova Carta della Città con la descrizione dei suoi monumenti, facendo degustare i famosi vini autoctoni e i prodotti tipici offerti dalle principali aziende locali (foto della cerimonia sono di Edoardo Alessi).

Addetto alle Relazioni Pubbliche: Dr. Marco Castaldi

Lascia un commento