CSLCA Formia – Si amplia il fronte delle forze politiche e sociali contro lo stacco dei contatori dell’acqua

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

CSLCALa scorsa settimana, su sollecitazione del Comitato Spontaneo di Lotta contro Acqualatina di Formia, i rappresentanti delle forze politiche e sindacali del territorio hanno sottoscritto unitariamente un documento/richiesta nella quale si invita il sindaco di Formia ad emanare urgentemente una ordinanza sindacale di divieto assoluto di distacco della fornitura idrica per le utenze domestiche principali, al fine di tutelare la sicurezza di tutti i cittadini in materia di igiene e sanità pubblica secondo quanto previsto dall’art. 50 del Testo Unico degli Enti Locali (TUEL).

Il divieto dovrà riguardare anche le sospensioni della fornitura idrica praticate da Acqualatina, ovvero in una riduzione del flusso idrico tale che si concretizza in una sospensione di fatto dello stesso.

Alla riunione erano assenti i rappresentanti del Partito Democratico, nonché dei sindacati CISL e UIL.

Al solito il Partito Democratico chiede sempre il confronto ma lo evita sistematicamente. Evidentemente le sue priorità sono ben altre, che la semplice tutela dei cittadini.

La richiesta è stata invece promossa, sottoscritta e approvata dai rappresentanti delle seguenti sigle sociali, politiche e sindacali di Formia e della provincia di Latina convinti e concreti assertori della ripubblicizzazione del servizio idrico in tutta la provincia: CSLCA – Comitato Spontaneo di Lotta Contro Acqualatina, CIGL-Federconsumatori della provincia di Latina, USB – Unione Sindacale dei Lavoratori provincia di Latina, Partito della Rifondazione Comunista di Formia, Movimento 5 STELLE di Formia, Sinistra Ecologia Libertà di Formia

Nella convinta speranza di ottenere quanto prima l’attuazione dell’ordinanza di divieto di distacco al fine di tutelare concretamente i cittadini formiani dalle continue e spesso ingiustificate vessazioni di Acqualatina e di contribuire concretamente alla lotta per la ripubblicizzazione.

Nel caso in cui il sindaco non risponda, proporremo, nei prossimi giorni, una proposta di delibera di iniziativa popolare, invitando la cittadinanza a sottoscriverla, così da obbligare i consiglieri comunali a schierarsi con o contro i cittadini di Formia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.