CY TWOMBLY – fotografie di Gaeta Museo Diocesano

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Cy Twombly, fotografie di Gaeta, presenta una selezione di opere fotografiche eseguite dall’artista durante i suoi soggiorni gaetani. Negli ultimi anni della sua vita, Cy Twombly ha sorpreso il mondo dell’arte con la sua produzione fotografica fino ad allora sconosciuta, rivelando una creatività legata alla sua intima visione pittorica. Il suo cosmo artistico consiste di situazioni ed oggetti che lo circondano nella vita quotidiana: il suo studio, le vedute di Gaeta dalla sua finestra, i luoghi di svago da lui preferiti.

Nel ringraziare il museo diocesano e i suoi collaboratori per questa mostra, vogliamo ricordare che una delle fonti di ispirazione per Cy Twombly nell’eseguire il ciclo di dipinti “Lepanto” con il quale gli fu assegnato il Leone d’oro alla biennale di Venezia del 2001, è stato il vessillo della battaglia di Lepanto esposto al piano superiore di questo Museo Diocesano.

Cy Twombly è nato a Lexington in Virginia (USA) il 25 aprile 1928 ed è morto a Roma il 5 luglio 2011.

Diversi musei e gallerie private hanno dedicato mostre alla sua opera fotografica: Huis Marseille, Museum Huis Voor Fotografie (2008); Munich, Museum Brandhorst; Bruxelles, Bozar Center for Fine Arts; Avignon, Collection Lambert (2011); New York, Gagosian Gallery (2012).

L’esposizione è a cura della Fondazione Nicola Del Roscio

La vendita del catalogo della mostra sarà integralmente devoluta all’Associazione Peter Pan Onlus – Roma. L’ente benemerito nasce dal desiderio di un gruppo di genitori di bambini malati di cancro di offrire ad altre famiglie un aiuto concreto per affrontare nel migliore dei modi la dura esperienza della malattia. In particolare la ONLUS ha creato strutture di accoglienza per le famiglie non residenti a Roma che vengono nella Capitale per curare i propri figli: in tali strutture l’ospitalità e i servizi offerti sono del tutto gratuiti. Peter Pan Onlus partecipa anche a progetti di Cooperazione Internazionale, favorisce la ricerca, promuove azioni di tutela dei diritti dei bambini malati di cancro, favorisce la diffusione della cultura della solidarietà.

L’accesso alla mostra è garantito con il Biglietto Unico Integrato per la città di Gaeta.

Possibilità di aperture personalizzate per singoli studiosi o gruppi organizzati