DEGRADO STRADE E FOGNE A CASERTA

zona-pip-degradata“In occasione delle piogge più insistenti degli ultimi giorni, diventa più evidente l’aggravamento del manto delle strade cittadine, come segnalatoci anche dal “Global strade Cqm” che ha in appalto la gestione e la manutenzione del patrimonio infrastrutturale stradale della città. Ciò che non va dimenticato è che questo degrado è stato ereditato dalla dissennata gestione dei decenni scorsi, che peraltro ha originato il dissesto del Comune, con 136 milioni d’euro di debiti”. Lo dichiara il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio. “Il nostro intervento – prosegue il sindaco -, con un mutuo di circa 50 milioni d’euro, serve a cominciare a sanare proprio questi debiti, gran parte dei quali motivati da lavori pubblici. Per le strade, nonostante le poche risorse disponibili, siamo anche intervenuti negli scorsi mesi con nuovi manti stradali, per una decina circa di km. Abbiamo asfaltato le strade intorno alla Reggia, quelle adiacenti alla stazione, Via Verdi, Via Renella, realizzando lì anche piste ciclabili. Siamo intervenuti su Viale Beneduce, abbiamo asfaltato la parte finale di Via Acquaviva, le strade di Ercole, Via Tescione, Corso Giannone, riqualificato Largo Amico in Via Roma. In questi mesi abbiamo scelto di intervenire sulle strade di accesso alla città e su quelle a lunga percorrenza. Stiamo andando avanti nelle frazioni e nelle periferie. Le risorse sono poche e non le sprecheremo, ma nessuno deve dimenticare i guasti del passato. E’ altresì scandaloso che solo la nostra Amministrazione evidenzi l’assenza di un vero e proprio, quanto mai necessario, piano-fogne. Stiamo attendendo i fondi dal Governo, chiesti da mesi. Interverremo anche con queste opere indispensabili, ma lo ripeto: nessuno dimentichi i milioni d’euro spesi in passato con i risultati che abbiamo tutti sotto gli occhi. Abbiamo svolto – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Palmiero – un approfondito monitoraggio degli impianti fognari pubblici, che ha rivelato un’inefficacia strutturale dell’attuale rete e dei suoi collegamenti. Da mesi, attraverso la Regione, abbiamo chiesto risorse pari a circa 15 milioni d’euro, ottenendo un iniziale parere favorevole. Ora, dal mese di dicembre, stiamo attendendo che i ministeri competenti completeranno le loro procedure e il Comune diventi destinatario dei fondi necessari ad opere divenute indispensabili per l’adeguamento della rete fognaria cittadina”.

Be the first to comment

Leave a Reply