Eccellenza: crollo Minturno, al Carafa passa il Monte San Giovanni Campano

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

MINTURNO – Era uno scontro salvezza decisivo, il Monte San Giovanni difendeva la 13° piazza, insidiato dal Minturno che con un solo punto di svantaggio, meditava e sperava in un sorpsasso che avrebbe consentito ai ragazzi di Pernice di poter gestire il finale di stagione con la prospettiva di evitare i play-out. E le cose si mettono subito bene per i padroni di casa che, pur senza aver creato occasioni da gol, si trovano già al 25′ in superiorità numerica quando Enrico Cirelli si prende due ammonizioni in tre minuti (una per gioco pericoloso, una per simulazione) e va a farsi una doccia anticipata. Ma il “turning point” diventa decisivo per la squadra ospite, che si compatta ancora di più e comincia a portare seri pericoli alla retroguardia minturnese, con Bracaglia a fare bene movimento da unico riferimento offensivo e Sbaraglia e Caponera a far andare in tilt sulle fasce Michele Conte e Fusciello. Ma il risultato si sblocca su un episodio sfortunato: Caponera trova il pallone dopo una rimessa laterale avversaria, entra in area e mette dentro qualcosa a metà tra un tiro e un cross, Sica in copertura la sfiora per anticipare l’inserimento di Bracaglia, ma il suo tocco inganna anche Daniele Cenerelli che si sbilancia e non può evitare che la palla finisca in rete. Risultato sbloccato nel finale, infatti dopo due minuti, uno dei quali di recupero, Carella di Matera fischia la fine del primo tempo. A questo punto ci si aspetta una reazione da parte del Minturno, sotto uno a zero in casa, in undici contro dieci, in uno scontro fondamentale per questo final di stagione, e invece è ancora la squadra ospite a fare la partita e a disinnescare con facilità i tantissimi lanci dalla difesa a cercare la testa del riferimento offensivo centrale, ora Stefano Cenerelli, ora Viccarone o Saltarelli, ma di testa le prendono tutte Terra e Michele Cirelli. Al 63′ Daniele Cenerelli deve compiere due miracoli consecutivi levando la palla dalla porta e conservando quantomeno la speranza di una rimonta, ma l’ingresso di Mastrantoni per gli opsiti è fondamentale. Il numero 15 entra al 67′ per l’autore del fortunato gol del vantaggio, Caponera, ed è praticamente un’investitura: all’84’ e al 92′ segna una doppietta che pesa come un macigno sul morale e sulla stagione del Minturno, il primo gol sugli sviluppi di un corner, destro dall’interno dell’area con un rimbalzo a beffare Cenerelli e a fargli saltare il pallone praticamente preso; il secondo sfilando via a Fusciello, entra in area e dribbla il portiere per la più facile delle realizzazioni. Quando l’arbitro fischia l’amarezza è tanta e palpabile e si vede nella contestazione del pubblico alla squadra che, in alcuni elementi, reagisce male. Difficile dare ragione e torto ad una delle due parti, il tifoso è deluso da un finale di stagione che non ha nulla a che vedere con la prima parte del campionato e di uno scontro diretto perso in casa, in superiorità numerica, senza aver fatto un vero tiro in porta; i giocatori in campo mal sopportano delle critiche che credono ingiuste, vista la situazione in cui sono costretti a giocare, tra dilemmi societari, allenamenti complicati ed un terreno di gioco francamente imbarazzante. Ora il Monte San Giovanni Campano è a più quattro sui rossoblù e a più 14 dal Nettuno, cosa che gli garantirebbe (bastano 8 punti tra la 13° e la 16°) la salvezza senza Play-Out e che condannerebbe il Nettuno, appunto alla retrocessione diretta e Minturno e Gaeta a giocarsi la salvezza agli spareggi. Fondamentali a questo punto saranno i prossimi scontro, con il Monte San Giovanni che avrà proprio due scontri diretti, Nettuno in trasferta e Gaeta in casa, in mezzo a due partite complicate, la prossima in casa contro il Colleferro ed il Lido Dei Pini all’ultima giornata. Il Minturno ora invece è atteso da tre trasferte, la prima a Roccasecca, la seconda a Lariano e la partita in casa contro il Colleferro prima della terza, all’ultima giornata, contro il Nettuno.

 

MINTURNO: 1.Cenerelli D, 2.Conte M (64′-14.Ruggieri), 3.Fusciello, 4.Neri (68′-18.Saltarelli), 5.Sica, 6.Montana, 7.Pernice, 8.Signore, 9.Conte A, 10.Cenerelli S (61′-15.Viccarone), 11.Scipione. All: Gennaro Pernice. A disposizione: 12.Di Iorio, 13.Veglia, 16.Mancini, 17.Cantiello.

MONTE S.G.C.: 1.Lisi, 2.Tomassi, 3.Sciucco, 4.Cucchi (60′-13.Paglia), 5.Terra, 6.Cirelli M, 7.Sbaraglia, 8.Reali, 9.Cirelli E, 10.Caponera (67′-15.Mastrantoni), 11.Bracaglia (87′-17.Venditti). All: Daniele Cinelli. A disposizione: 12.Perna, 14.Brahushaj, 16.Cestra, 18.Marcoccia.

TABELLINO
Gol:
45′-Caponera; 84′ e 92′-Mastrantoni.
Ammonizioni: Montana, Cenerelli S, Neri, Pernice (M); Cirelli E (MSG).
Espulsioni: 25′-Cirelli E (MSG).