Formia Calcio – La C.O.N.I. sulla questione agibilità

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

coreografia-formiaLo spettro delle porte chiuse non piace affatto, ma al momento il rischio sembra davvero concreto per il Formia Calcio almeno con riferimento alla primissima parte del campionato interno di Eccellenza.

A tal proposito, la curva C.O.N.I. si è espressa con un comunicato diramato nelle scorse ore e riportato qui in versione integrale:
“La Curva C.O.N.I. tutta ha deciso di farsi sentire in merito alla questione stadio. Chiediamo a gran voce innanzitutto spiegazioni sul perchè uno stadio edificato pochi anni orsono debba essere considerato inagibile per una categoria come l’Eccellenza e seconda cosa…spiegateci le vostre motivazioni, un intervento che sia efficace e rapido da parte di tutti e tre gli enti coinvolti: società, Comune e questura.
Non vogliamo prendere le parti o addossare colpe ad una delle tre parti chiamate in causa, semplicemente chiediamo che il campionato che si appresta ad iniziare venga svolto regolarmente a porte aperte. Dopo aver pianto il Nicola Perrone (pezzo di storia della città di Formia e non solo dei tifosi), dopo aver gioito per un campionato vinto è surreale pensare di non poterci godere le partite della squadra che amiamo dai nostri amati gradoni.
Per quanto riguarda la concessione dello stadio, è una questione che a noi poco interessa. A noi interessa solo poter vedere le partite dal nostro settore. Giocare senza pubblico vuol dire penalizzare la squadra, lo sport, distruggere quel processo di aggregazione giovanile che noi stiamo tentando. Insomma, penalizzate la città di Formia!
In attesa di chiarimenti e soprattutto di azioni atte a ristabilire l’agibilità dello stadio di Maranola, continueremo a seguire la vicenda con molto interesse”.

 

Luca Masiello

Commenta per primo