FORMIA – Conferenza stampa di fine anno, le relazioni degli assessori

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Al sindaco le considerazioni generali. Agli assessori il compito di illustrare il merito degli interventi.

La prima a prendere la parola è stata l’assessora alle Attività Produttive Clide Rak la quale ha sottolineato le forti sinergie che nell’ultimo periodo hanno accompagnato la definizione del programma di eventi del Natale 2013-2014. “Abbiamo dialogato proficuamente con associazioni, centri anziani e comitati di quartiere – spiega -, testimonianza di quanto teniamo alla partecipazione e al coinvolgimento del territorio nell’attività di programmazione”. Quanto agli obiettivi di breve e medio termine, “lavoriamo per smuovere le attività produttive. Verso questo obiettivo muove il bando inserito nel Plus Appia Via del Mare destinato alla riqualificazione e start up delle piccole e medie imprese”.

In pieno fermento anche l’assessorato alla Cultura. “Gli eventi del calendario natalizio hanno già riscosso il gradimento di un folto pubblico – commenta l’assessora Maria Rita Manzo -. L’apertura del nuovo auditorium ha senz’altro contribuito ad ampliare gli spazi per la cultura e di questo siamo felici. L’ufficio lavora anche alla stesura di bandi per una gestione ordinata della programmazione e l’istituzione di un vero e proprio welfare culturale che coinvolga anche i bambini”.  Nel frattempo, va avanti il calendario natalizio di eventi che è spalmato su tutto il territorio comunale: la rassegna “I luoghi sacri”, la nuova stagione concertistica all’auditorium “Vittorio Foa”, la riproposizione e potenziamento di tradizioni importanti come quella del Presepe Vivente di Maranola. Uno degli obiettivi prioritari dell’assessorato alla Cultura è infine il potenziamento della biblioteca comunale. “Il processo è già partito – spiega l’assessore -, destinandovi parte degli ex dipendenti del cravattificio Pompei che di recente sono stati stabilizzati dal Comune. Utilizzeremo la biblioteca anche come spazio per attività, come rassegne per bambini ed un nuovo scaffale multiculturale per favorire l’integrazione”.

L’assessore all’Urbanistica Giuseppe Masiello è poi entrato nel merito del redigendo piano regolatore. “Abbiamo confermato il progettista – spiega – e proseguito il lavoro riformulando però alcune linee di indirizzo”. “Come lo avete trovato?” – domanda la stampa. Lui replica ironico: “Molto giallo”. Il riferimento, neanche troppo velato, è agli alti indici di edificabilità riservati a zone delicate come colline e Acerbara. “Quella del prg è per noi una missione strategica – sostiene Masiello – e la porteremo a definizione entro un anno. Oltre a consentire la riqualificazione dell’esistente, abbiamo individuato le effettive esigenze presente e prospettiche degli insediamenti, intesi come edilizia residenziale agevolata o edilizia pubblica. Nel giro di 2-3 mesi porteremo il documento in Consiglio Comunale”. Si lavora poi ad un efficientemente dell’ufficio con l’obiettivo di ridurre i tempi per pratiche edilizie e richieste di condono. “Nel primo anno d’amministrazione – ha spiegato Masiello – creeremo uno sportello unico dell’edilizia capace di dare risposte ai cittadini e di creare modelli chiari e trasparenti di concertazione con i tecnici”. Un altro obiettivo è il potenziamento dell’ufficio vincoli e demanio. “Vogliamo che Formia recuperi il suo rapporto fisico col mare – ha dichiarato l’assessore – e per farlo c’è bisogno di recuperare spazi vitali per il settore demaniale”. Ultimo riferimento alla toponomastica. “Non è pensabile che nel 2013 Polizia e ambulanze fatichino ad individuare le zone interessate dagli interventi per via di una toponomastica approssimativa. Entro il primo anno di governo contiamo di chiudere lo studio che stiamo effettuando per dare ad ogni zona di Formia un recapito preciso”.

Chiusura affidata all’assessora ai Lavori Pubblici Eleonora Zangrillo. “Per i primi sei mesi di lavoro – spiega – abbiamo seguito due direttrici principali: partecipazione e continuità. I primi tempi li abbiamo dedicati all’ascolto del territorio, alle esigenze e richieste formulate dai cittadini, soprattutto quelli delle frazioni. Ciò di cui avevano bisogno erano piccoli interventi di manutenzione: dai punti luce al tombinamento, alle scarpate. Cose piccole che però contribuiscono a migliorare la vivibilità dei quartieri. Quanto alle opere pubbliche, abbiamo gestito e portato avanti i progetti Plus per non perdere finanziamenti. Abbiamo operato delle modifiche ai progetti originari, le poche che la legge ci ha consentito. Ma non in tutti i casi abbiamo potuto rimediare agli errori altrui. Questo vale ad esempio per le pensiline bianche che tante lamentele stanno sollevando. Neanche a noi piacciono ma abbiamo pensato che fosse comunque preferibile non perdere il finanziamento”. Ben altro effetto avrà il Plus che prevede il restauro e la riqualificazione dell’area archeologica di Caposele. “Nel corso degli scavi – rende noto l’assessore Zangrillo -, è stata rinvenuta una grande piscina romana. Siamo quotidianamente in contatto con la Soprintendenza ai Beni Archeologici. La fine dei lavori è prevista per fine 2014”. Cita poi alcune importanti richieste di finanziamento accordate dalla Regione. E’ il caso dei tre bandi sull’efficientamento energetico che contribuiranno a rendere autosufficienti l’auditorium Vittorio Foa e le scuole elementari di Maranola e Gianola. Interventi anche sul fronte della sicurezza stradale. “Siamo in costante dialogo con il Ministero delle Infrastrutture e l’Anas che si sono dette disponibili ad un intervento di messa in sicurezza della Variante Appia che preveda la realizzazione di due rotonde, di cui una all’incrocio di Acqualonga, già teatro di incidenti mortali”. Su piazzale Aldo Moro: “Stanno per riprendere i lavori – ha ribadito l’assessora -. Abbiamo apportato una piccola modifica al progetto precedente perché è nostra intenzione eliminare i vasconi che determinano una incomprensibile separazione visiva con piazza Vittoria. Non potremo inserire molto verde. Il lastrico solare del parcheggio potrebbe essere danneggiato da eventuali radici di alberi. Sarà una piazza dedicata ai giovani, con rampe per gli skate e la possibilità di installare campi di basket e pallavolo”. Conclude con un gradito annuncio: “A gennaio Formia avrà finalmente l’eliporto. Firmeremo infatti la convenzione con Ares 118 e Regione per l’attivazione dell’impianto realizzato all’Enaoli e ancora inattivo”.

Per ragioni di natura esclusivamente personale, non hanno preso parte alla conferenza stampa Eliana Talamas e Claudio Marciano, rispettivamente assessori a Sostenibilità Urbana e Servizi Sociali.