FORMIA – Estate Maranolese, al via domani la Settimana del Teatro Amatoriale

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Parte domani sera la Settimana del Teatro Amatoriale di Maranola, la kermesse in programma alla Torre Caetani dal 1 al 7 luglio, con inizio degli spettacoli alle ore 21. Giunta alla XX edizione, la rassegna promossa dall’Associazione Culturale “Il Setaccio” con il patrocinio del Comune di Formia ospiterà compagnie provenienti da Roma e Latina, ed alcune delle più accreditate realtà del panorama teatrale locale, come il “Bertolt Brecht” di Maurizio Stammati e la compagnia “Imprevisti e probabilità” di Raffaele Furno.

L’edizione di quest’anno segna anche il debutto sulle scene del Laboratorio dell’Università del Golfo che si cimenterà in un classico del teatro latino, l’Aulularia di Plauto.

Il programma parte domani, martedì 1 luglio. Di scena “Il dramma di Lia”, atto unico tratto dal libro “Quando il giorno finisce all’alba” di Bruno Marricco. Una rievocazione dell’occupazione nazi-fascista proposta in memoria del 70esimo della Liberazione con adattamento e regia di Antonio Forte. Sarà proiettato anche un video-ricordo delle commedie presentate negli ultimi vent’anni dalla Compagnia Amatoriale “Il Setaccio”. La serata sarà allietata dal Duo LuGe che eseguirà canzoni tratte dal repertorio della tradizione musicale napoletana.

Mercoledì 2 luglio, spazio alla Compagnia “Bertolt Brecht” di Formia che porterà in scena “Zeza e Pulcinella”, testo di Pompeo Perrone e regia di Maurizio Stammati.

Giovedì 3 luglio è il turno della compagnia “Imprevisti e Probabilità” con “Neapopuli. Errando nell’invisibile”, liberamente tratto da “Città invisibile” di Italo Calvino e “Lu cunto de li cunti”, di Giambattista Basile.

Si prosegue venerdì 4 luglio con la Compagnia Teatrale “I sognattori” di Latina che porteranno in scena “I mille volti di Napoli”, omaggio al teatro napoletano, con adattamento e regia di Gianni Iovine.

Il debutto della Compagnia Laboratorio Università del Golfo è in programma sabato 5 luglio con l“Aulularia” di Plauto, adattamento e regia di Salvatore Guzzardi.

Domenica 6 luglio toccherà alla Compagnia “I scoordinati” di Roma, con “Il signor Rossi-Rossi”, commedia brillante di Luigi Leonardo Filosa, con regia di Marcello Massi.

Chiusura lunedì 7 luglio con la premiazione delle compagnie selezionate (sceneggiatura, scenografia e interpretazione) e con il Premio “Salvatore De Meo” al miglior interprete giovane. Spazio poi alla compagnia teatrale “Il Setaccio” di Maranola che porterà in scena “La mandra”, dramma tratto dal libro “Quand’è venuta la guerra” di Giacinto Mastrogiovanni e Alessandro Campagna, tratto dal diario di una giovane ebrea, ritratto dei Monti Aurunci nei nove mesi di occupazione nazi-fascista. Adattamento e regia di Antonio Forte.

“L’esperienza, il fatto d’essere giunti alla ventesima edizione – commenta l’Assessora alla Cultura Maria Rita Manzo – testimoniano la solidità del progetto portato avanti con amore dall’associazione ‘Il Setaccio’. La Settimana del Teatro Amatoriale è una realtà di questo territorio, capace di mettere insieme voci diverse del nostro panorama culturale e sociale, contribuendo ad animare l’estate nel centro storico di Maranola. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare, certi che gli spettacoli sapranno affascinare e riflettere, sognare e divertire. All’ombra della torre, in uno degli angoli più belli dell’intera città”.