Formia: il ricordo di Giuseppe Fargiorgio

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Il 9 maggio, alle ore 17.30, presso la Sala Ribaud del Comune di Formia, si svolge la premiazione della 10° edizione del Premio “Giuseppe Fargiorgio”.

Il concorso artistico, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado della provincia di Latina, è voluto dai coniugi Fargiorgio per ricordare il figlio che, scomparso prematuramente e tragicamente, era appassionato di arte ed in particolare di pittura e musica.

I temi, come sempre tre, sono stati scelti dal grande artista e professore Giuseppe Supino. Questi ha invitato i ragazzi a cimentarsi nella rappresentazione dello “zodiaco”, del “movimento”, e della figura di Pasquale Mattej, vista la ricorrenza del bicentenario della sua nascita nel 2013.

Agli studenti, vincitori della competizione, vengono consegnati buoni acquisto di libri del valore di euro  150,00, 100,00 e 50,00, messi in palio dall’assessorato alla cultura del Comune di Formia. I voucher servono ad acquistare libri per costruire una piccola personale biblioteca, dimostrando che quello che diceva Cicerone è ancora molto attuale: “una casa senza libri è come un corpo senza anima”.

Alla premiazione prende parte la giuria composta dall’assessora alla cultura del Comune di Formia professoressa Maria Rita Manzo, il professore Giuseppe Supino, il rappresentante dell’Archeoclub d’Italia di Formia – Centro studi “P.Mattej” architetto Salvatore Ciccone, l’artista e pittore Salvatore Bartolomeo e i coniugi Fargiorgio. A presentare l’evento Letizia Lagni giornalista di Radio Formia.

Il premio, oltre a ricordare Giuseppe, è anche un modo per coinvolgere i giovani all’esperienza dell’arte quale grande elemento di socializzazione.