FORMIA – Nuovo auditorium, commissioni e caso Schiavone: dopo la seduta congiunta pro-Tribunale, torna a riunirsi il Consiglio Comunale

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Due riunioni in quattro giorni. Lunedì alle 10 il Consiglio Comunale di Formia va in trasferta al palazzo di giustizia di Calegna, per una seduta congiunta con i colleghi di Gaeta e i parlamentari del territorio. All’ordine del giorno le iniziative da assumere per scongiurare la soppressione della sezione distaccata del Tribunale. Venerdì 27 il Consiglio torna nella sua sede canonica alla sala Ribaud. Nove i punti all’ordine del giorno, definito nel corso dell’ultima riunione dei capigruppo convocata dal presidente del Consiglio Maurizio Tallerini. Dopo l’approvazione del verbale relativo alla seduta precedente e le comunicazioni di sindaco e presidente del Consiglio, l’assise provvederà ad una integrazione dei componenti dell’ufficio di presidenza e, successivamente, all’intitolazione del nuovo auditorium di via Olivastro Spaventola alla memoria del senatore Vittorio Foa. Si procederà quindi alla composizione delle commissioni consiliari; all’approvazione dello schema di convenzione per la gestione del servizio di tesoreria per il quinquiennio 2014-2018 e alla presa d’atto della delibera con cui il 12 agosto scorso la giunta comunale ha disposto l’adesione al “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”. Particolarmente delicato il penultimo punto. Il Consiglio affronterà la discussione sugli spaventosi scenari spalancati dalle rivelazioni del pentito Carmine Schiavone e sui rischi che deriverebbero alla salute dei cittadini dall’interramento di rifiuti tossici sul territorio del sud pontino. Ultimo punto: interrogazioni e interpellanze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.