FORMIA – Scambio interculturale, studenti spagnoli in visita agli alunni del Primo Circolo e dell’Itc “Vitruvio”. Oggi l’incontro in Comune

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Tutto è partito dal progetto Comenius e dalla volontà di costruire ponti di scambio interculturale tra gli alunni delle scuole di vari Paesi europei. Il resto lo ha fatto la creatività dei ragazzi e un cortometraggio che è valso al Primo Circolo Didattico e all’Istituto Comprensivo “Vitruvio Pollione” un premio nell’ambito del concorso nazionale “Dal sogno al progetto”. Il sogno espresso da uno dei piccoli attori del film era di incontrare i ragazzi spagnoli conosciuti, per via epistolare o tramite skype, grazie alle attività del Comenius. La giuria ha premiato il suo sogno e le scuole coinvolte l’hanno tramutato in realtà.

Questa mattina una delegazione di studenti e docenti provenienti da Villanueva de Cordoba, cittadina di 10 mila abitanti sita nella comunità autonoma dell’Andalusia, è stata accolta in Comune dal Sindaco Sandro Bartolomeo e dal Presidente del Consiglio Comunale Maurizio Tallerini alla presenza dei dirigenti scolastici Annunziata Marciano e Salvatore Forte e di un folto gruppo di alunni delle due scuole formiane che hanno aderito al progetto.

Il canale di dialogo aperto tra le due città continuerà a dare i suoi frutti con i ragazzi formiani che presto ricambieranno la visita ai nuovi amici di Spagna, supportati dalle scuole e, naturalmente, dalle loro famiglie.

“E’ una giornata importante per scuola e istituzioni” – ha commentato il presidente Tallerini.

Il Sindaco Bartolomeo si è complimentato con i due istituti scolastici per la lodevole iniziativa. Sottolineando l’irrinunciabilità della scelta europea e le consonanze storiche e culturali che legano la Spagna al nostro territorio (un tempo dominato da Aragonesi e Borboni), il primo cittadino si è detto disponibile ad intraprendere l’iter amministrativo per saldare le città di Formia e Villanueva de Cordoba in un gemellaggio ufficiale. L’incontro si è concluso con uno scambio di doni e con la promessa di proseguire il percorso di amicizia avviato dai ragazzi delle scuole.