FORMIA – Torna “Segnalibro”, l’incontro con Alessandro Petruccelli e Chiara Ingrao. Il 3 e 6 agosto due appuntamenti con la letteratura per l’infanzia

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Il 3 e 6 di agosto torna “Segnalibro”, la rassegna di appuntamenti letterari promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Formia. I due appuntamenti, entrambi in programma presso il cortile della Torre di Mola, saranno dedicati alla letteratura per bambini e ragazzi.

Domenica 3 agosto alle ore 18.30 il primo incontro avrà come protagonista le fiabe di Alessandro Petruccelli, docente e scrittore nato a San Cosma ma residente a Formia dove vive e lavora. Ha pubblicato diversi romanzi come La lettera e il viaggio (2014), Un giovane di campagna (1976), Due compleanni e una città (1985), Una cartella piena di fogli (1990), Il pensionando (1999), La favola dell’uomo senza amici (2006). Particolare successo ha avuto “Un giovane di campagna”, ripubblicato a distanza di oltre trent’anni dalla prima edizione. Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti, negli ultimi anni Petruccelli si è specializzato nella narrativa per l’infanzia pubblicando varie fiabe, tra cui “L’asino Gioacchino”, “La visita nel bosco” e “Il piccolo Corenese”. Alcune di queste sono parte integrante della collana di libri per bambini realizzata in collaborazione con la libreria di Margherita di Formia.
Il secondo incontro della rassegna è in programma mercoledì 6 agosto, sempre alle ore 18.30 presso il cortile della torre di Mola. Si presenta il libro “Habiba la Magica” di Chiara Ingrao, scrittrice e animatrice culturale. Coinvolta nei movimenti studenteschi degli anni ’70, è stata sindacalista e protagonista del movimento femminista. Esperienze da cui ha tratto il suo ultimo romanzo “Dita di dama”. Ha lavorato a Radio Rai ed è stata una delle figure principali del pacifismo italiano. La missione di pace cui prese parte in Iraq nel 1990 è raccontata nel libro “Salaam Shalom – Diario da Gerusalemme, Baghdad e altri conflitti”. E’ stata parlamentare dal 1992 al 1994. Nel 2003, dopo la morte della madre, Laura Lombardo Radice, inizia a raccoglierne gli scritti, e sorge il bisogno di raccontarne le vicende: ne nasce un libro, “Soltanto una vita”. Un grande personaggio per un incontro suggestivo, presentato da Simona Gionta.

In entrambi gli appuntamenti la Libreria Margherita curerà laboratori creativi volti a stimolare e valorizzare la fantasia dei bambini che, attraverso materiali naturali e di riciclo, potranno ricreare e reinventare le storie ascoltate.