FORMIA – “Tra Oriente & Occidente”, domani grande appuntamento con il “Quintetto dell’Orchestra di Piazza Vittorio”. Ore 20.30, Corte Comunale

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Si apre con un appuntamento da non perdere la seconda edizione di “Tra Oriente & Occidente”, il Festival dedicato alle musiche e alle culture del mondo, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Formia con la direzione artistica dell’etichetta discografica “Finisterre”.

Domani 5 agosto alla Corte Comunale, con inizio alle ore 20.30, si esibirà il “Quintetto dell’Orchestra di Piazza Vittorio”, progetto speciale nato da alcuni degli interpreti della rinomata Orchestra con la volontà di approfondire la conoscenza della musica africana nelle sue declinazioni maghrebine e sud sahariane. Una fusione di culture e tradizioni, memorie, sonorità antiche e nuove, melodie universali, voci dal mondo.

Questo spettacolo, realizzato eccezionalmente in collaborazione con l’Auditorium Parco della Musica di Roma, è dedicato ai repertori originali di Kaw Dialy Madi Sissoko, cantante senegalese e virtuoso della Kora, strumento principe della cultura centro-africana e di Ziad Trabelsi, cantante e virtuoso dell’Oud, il liuto arabo, strumento centrale nella musica nord-africana tanto da essere definito il “pianoforte della musica araba”.

Ideata e creata da Mario Tronco e Agostino Ferrente, l’Orchestra di Piazza Vittorio è nata nel 2002 all’interno dell’Associazione Apollo 11, un progetto sostenuto da artisti, intellettuali e operatori culturali che hanno voluto valorizzare il rione Esquilino di Roma, dove gli italiani sono una minoranza etnica. A oggi rappresenta una realtà unica. È la prima e unica orchestra nata con l’auto-tassazione di alcuni cittadini che ha creato posti di lavoro e relativi permessi di soggiorno per eccellenti musicisti provenienti da tutto il mondo.

L’Orchestra promuove la ricerca e l’integrazione di repertori musicali diversi e spesso sconosciuti al grande pubblico, costituendo anche un mezzo di recupero e di riscatto per  musicisti stranieri che vivono a Roma. a volte in condizioni di emarginazione culturale e sociale. Il quintetto di scena a Formia sarà composto da: Kaw Dialy Madi Sissoko (Senegal), kora e voce; Ziad Trabelsi (Tunisia), oud e voce;El Hadji Yeri Samb (Senegal), djembe e voce; Duilio Galioto (Italia), tastiere e Pino Pecorelli (Italia) al basso elettrico.