Forti emozioni ed una lunga Standing Ovation per la prima nazionale di “Sacra Armonia”

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

CULTURA: Grandi emozioni per la prima nazionale del Concerto “Sacra Armonia” del Maestro Marco Lo Russo, accompagnato al piano da Giulio Vinci e dalla splendida voce di Martina Mannozzi.

Il concerto reso ancor più suggestivo dalla prestigiosa location dell’Abbazia di Valvisciolo a Sermoneta, ha visto un emozionato Marco Lo Russo suonare nella sua terra e soprattutto in quella chiesa che lo ha visto giovanissimo studente di musica suonare le prime note proprio sull’organo che ieri sera ha fatto da muto spettatore, dunque, un ritorno a casa, un ritorno li da dove tutto iniziò molti anni fa.

Il concerto “Sacra Armonia” tratto dal più ampio progetto “Made in Italy” che Marco Lo Russo sta portando in giro per il mondo, è stato formato da due momenti, uno fatto di musica classica e sacra ed uno in cui protagoniste sono state alcune delle colonne sonore più famose.

Le emozioni che Marco, Giulio e Martina hanno saputo regalare, hanno raggiunto il pubblico presente che ha ascoltato in religioso silenzio, facendosi trasportare dalle armonie che hanno toccato le più profonde note dell’animo umano, facendo scoppiare un lungo applauso una lunga standing ovation, con tutto il pubblico in piedi quasi a valor abbracciare i musicisti sul palco.

Il concerto è stata l’occasione, anche, per ascoltare dal vivo “l’Ave Maria” che Marco Lo Russo ha composto e dedicato a Papa Francesco, un brano presentato in anteprima Mondiale nella Notte Sacra di Cracovia lo scorso mese di agosto.

Il brano suonato da Marco Lo Russo e Giulio Vinci, cantato da Martina Mannozzi, ha avuto come scenografia la copia originale del disegno del pittore Giuseppe Ellul Cardone la “Madonna con Bambino”, disegno che è diventato la copertina dell’album e cha ha arricchito la già suggestiva ambientazione naturale data dell’Abbazia.

Il Concerto si è concluso sulle note del celeberrimo brano “Life is beautiful” tratta dalla colonna sonora del Film Premio Oscar “La Vita è Bella” di Roberto Benigni, con il pubblico in piedi a fare da coro, perche nonostante tutto, la Vita è bella e vale la pena di viverla fino in fondo, facendosi guidare dalle emozioni.

di Enrico Duratorre