FROSINONE: “CONFCOMMERCIO INCONTRA LE IMPRESE”, IL SECONDO APPUNTAMENTO IN CAMERA DI COMMERCIO

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Nuovo confronto con le imprese del territorio organizzato dall’Ascom Territoriale Confcommercio Lazio Sud di Frosinone.

Ad aprire i lavori è stato il Presidente di Confcommercio Lazio Giovanni Acampora che, facendo riferimento alla location dell’incontro: la Camera di Commercio, ha lanciato un forte richiamo all’unità e al superamento dei campanilismi. E, guardando al Presidente Spaziani, ha parlato del progetto Ciociaria di Gusto  -la cui costituzione presto verrà presentata ufficialmente- quale “esempio dello spirito che anima l’ Associazione”, ovvero “un progetto rivolto a tutte le imprese del territorio, senza distinzione alcuna, e volto alla promozione delle eccellenze locali”.

E’ stata poi la volta del padrone di casa, Paolo Spaziani, che ha ribadito l’importanza del confronto diretto con le realtà produttive del territorio “una reale occasione per un’azione informativa su opportunità e supporti che il sistema Confcommercio mette a disposizione delle aziende” ha detto, sottolineando la chiara volontà da parte dell’Ascom di Frosinone nel perseguire il percorso già avviato anche in futuro al fine di dare un supporto concreto all’economia reale.

E su questo tema è intervenuto, in veste di “figlio di commercianti” prima, politico poi, il neo senatore Gianfranco Rufa. “Il mio impegno -ha detto-  sarà quello di difendere in Senato le preoccupazioni di chi fa impresa”. Fare impresa per il senatore significa partire dalle scuole, per questo occorre che “gli istituti tecnici abbiano il giusto riconoscimento e non vengano più considerati di secondo livello, al pari di altre nazioni europee”. Senza tralasciare infine, il problema della “eccessiva burocrazia” un vero cruccio per gli imprenditori.

Del rapporto invece tra associazionismo, pubblico e privato, ha parlato l’Assessore al comune di Frosinone, Rossella Testa, ricordando il protocollo d’intesa sulla rigenerazione del centro storico sottoscritto con Confcommercio Lazio Sud.

Mentre, il Presidente dell’Ascom di Cassino Bruno Vacca, sulla scorta dei dati diffusi dalla Cisl sull’andamento dell’economia, ha sottolineato il malcontento e le difficoltà del settore terziario e della necessità da parte delle imprese di risposte concrete.

Tante le iniziative che a breve l’Ascom di Cassino metterà a disposizione di associati e non tra cui: il seminario di aggiornamento per la conoscenza del territorio, il progetto sulla movida, le eccedenze alimentari e lo sportello Amico, attivo a partire dal primo maggio prossimo e realizzato in sinergia con Confcommercio Professioni Lazio Sud.

L’incontro è stata anche l’occasione per il Presidente dell’Ascom di Veroli, Massimiliano Diamanti, per ricordare la manifestazione “Saperi e Sapori” in programma il 19 e 20 maggio prossimi nel borgo meridionale di Santa Croce.

Prima di passare alle tematiche legate agli indirizzi di sviluppo del territorio e di particolare interesse per le imprese, quindi ai servizi che il sistema Confcommercio offre al settore terziario con la dottoressa Antonia Cincioni, il Direttore Generale Salvatore Di Cecca ha posto l’accento sull’importanza di uno strumento come il Consorzio che “consente di mantenere intatta la propria individualità d’impresa, pur condividendo risorse e progetti” “continueremo–ha aggiunto-il percorso intrapreso con la costituzione di ben 12 Reti d’Impresa” .

Tra i presenti in sala la Presidente del Gruppo Terziario Donna Letizia De Angelis ed il direttivo dell’Ascom di Frosinone.

Commenta per primo

Rispondi