Gaeta: B5 Calegna – Comparto B e Piazzetta San Carlo, il sì del Consiglio Comunale sblocca situazioni annose e dà il via ad azioni urbanistiche di rilevanza sociale

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Gaeta, 8 agosto 2013. Sbloccata l’annosa situazione di stallo del programma di Edilizia Residenziale Pubblica nel Piano particolareggiato B5 Calegna – Comparto B  e autorizzata l’operazione di  permuta volta alla  sistemazione di Piazzetta S. Carlo. Due importanti obbiettivi centrati dall’Amministrazione cittadina, con deliberazioni approvate all’unanimità dal Consiglio Comunale, nella seduta del 7 agosto 2013. Provvedimenti che, in ambiti diversi, pongono in essere azioni di rilevante incisività sociale.

La delibera relativa al Piano Particolareggiato B5 Calegna – Comparto B, proposta dall’Assessorato all’Urbanistica,  dà riposte ad un problema rimasto insoluto da venti anni, revocando la precedente localizzazione, ex art. 51 L. 865/71 del programma di E.R.P. della Cooperativa Edilizia Bellavista nel suddetto Piano B5,  ed individuandone una nuova nel Comparto A del medesimo Piano Particolareggiato, su aree edificabili di proprietà comunale.

Tale operazione consente alla Cooperativa Bellavista, fruente di un finanziamento regionale per la realizzazione di un intervento di Edilizia Residenziale Pubblica nel Comune di Gaeta,  di superare finalmente “l’impasse” causato dalle difficoltà riscontrate per l’ottenimento del lotto originariamente assegnato nel Comparto B.  La nuova area assegnata in diritto di superficie, ubicata  nel Comparto A dello stesso Piano Particolareggiato B5 Calegna, è limitrofa alle zone  destinate alla realizzazione di Attrezzature Collettive. E si inserisce nel lotto 6  che ricomprende sia aree di proprietà comunale  gravate da vincolo di inalienabilità, in quanto beni confiscati alla criminalità organizzata ed attribuiti all’Amministrazione Comunale, sia aree libere da vincoli e pertanto suscettibili di assegnazione in diritto di superficie.

Il deliberato consiliare precisa che  l’attribuzione del lotto, come sopra descritto, alla Coop. Bellavista non inficia l’utilizzo futuro da parte del Comune della rimanente parte di lotto edificabile di mq 769, poiché lo stesso, contiguo alle aree comunali destinate alle Attrezzature Collettive,  è in ogni caso accessibile sia da queste ultime che dalla viabilità interna prevista dal Planivolumetrico approvato per il Comparto A.

Questa nuova localizzazione permette alla Coop. Bellavista di non incorrere nelle condizioni di revoca del finanziamento regionale, concesso per la realizzazione di alloggi in regime di convenzione. La normativa vigente, infatti, stabilisce il 31 agosto 2012 quale data  di decorrenza del periodo di 13 mesi entro il quale gli interventi finanziati devono iniziare i lavori.  Grazie alla delibera approvata la scadenza potrà essere  rispettata.

Un importante risultato, dunque, raggiunto dall’Amministrazione Comunale, riconosciuto in Aula Consiliare dalla stessa minoranza presente che ha definito encomiabile il lavoro svolto, con grande impegno e operatività, dall’Assessore all’Urbanistica Pasquale De Simone.

Soddisfatto l’Assessore De Simone che ringrazia l’intero Consiglio Comunale per l’approvazione unanime della delibera,  “in particolare la minoranza consiliare la quale, esprimendo voto favorevole, ha manifestato grande senso di responsabilità sociale”.

“Il provvedimento deliberatoaggiunge De Simonedimostra un’inversione di tendenza della politica urbanistica della città di Gaeta, in precedenza ostaggio delle non decisioni. La nostra Amministrazione ha assunto un ruolo attivo, riappropriandosi delle funzioni di indirizzo che gli competono, affinché nelle sottozona B5 di P.R.G. ci fosse un disegno urbanistico ordinato ed intelligente. L’Amministrazione e l’intero Consiglio Comunale hanno scritto una bella pagina, riempiendo di concretezza la funzione sociale dell’Urbanistica, dando risposte all’ esigenza e al disagio abitativi della nostra città”.

Sì unanime dell’assise consiliare anche all’operazione di permuta, che permetterà la riqualificazione  di Piazzetta San Carlo.  Operazione andata a buon fine dopo anni di tentativi falliti. Un successo ottenuto grazie al costante interessamento dell’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese, finalizzato ad ottenere la disponibilità del privato proprietario dell’area in questione.

Da tempo ha spiegato l’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese –  Piazzetta San Carlo, che si affaccia su Via S. Agostino, un’importante arteria di collegamento della Statale 213 Flacca con le zone di Sant’ Agostino, Monte Tortona e 25 Ponti, versa in una situazione di degrado urbano e necessita di un intervento di riqualificazione complessiva. Tale Piazzetta, individuata dalle particelle catastali 1117 e 1118 Foglio 19, è di proprietà privata. La permuta posta in essere determina il passaggio nel patrimonio comunale della particella 1117, di complessivi 166 mq,  in cambio di interventi di manutenzione straordinaria stradale  da realizzare nella particella 1118 di 68 mq, che resta ai privati. Ciò consentirà al Comune di riqualificare l’intera area, rendendola sicura e regolamentata per la pubblica sosta, di sistemare l’attuale fermata della linea del trasporto pubblico urbano, di regolare e mettere in sicurezza la viabilità pedonale. Tutto ciò  contribuirà al miglioramento dei servizi pubblici  e, più in generale, della vivibilità nel quartiere. L’importo stimato dei lavori ammonta a circa 7.000 euro, somma decisamente inferiore al valore dell’area che viene ceduta al Comune”.

Commenta per primo

Lascia un commento