Gaeta cambia …davvero: inizia la rivoluzione nella raccolta differenziata

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Una rivoluzione nel nome della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente. E’ questo che attende i cittadini di Gaeta a partire da metà giugno, quando partirà il servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta su tutto il territorio comunale. I nuovi servizi sono stati presentati nella mattinata di venerdì 30 maggio, in Conferenza Stampa, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Comuanle, dal Sindaco Cosmo Mitrano e dall’Assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Vona. Insieme a Francesco Valenti, responsabile Gaeta della ECOCAR, ditta che gestirà il servizio di raccolta nei prossimi anni, e Fabio Papa, referente area centro sud della Cooperativa ERICA, azienda che seguirà e gestirà la campagna di sensibilizzazione e animazione territoriale a supporto dei nuovi servizi.

Dobbiamo superare il gap che vede Gaeta fanalino di coda tra le città italiane in materia di raccolta differenziata e riciclo – hadichiarato il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano –  Possiamo vincere questa sfida, se collaboriamo tutti fattivamente a realizzare in modo capillare il sistema di raccolta porta a porta. Dobbiamo essere pronti a recepire il cambiamento che è innanzitutto culturale, impegnarci a modificare radicalmente abitudini e atteggiamenti, poiché saranno necessarie attenzioni, sino ad oggi, sconosciute nella nostra quotidianità. Senso civico e volontà di costruire  un futuro migliore per  i nostri figli saranno fattori determinanti per raggiungere un elevato livello differenziata e rendere la città di Gaeta più bella e più vivibile”.

Ha ribadito l’invito a collaborare l’Assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Vona che ritiene il nuovo servizio in grado di raggiungere alte percentuali di differenziata. “La partecipazione fattiva dei cittadini, l’ottimizzazione ed un’efficiente programmazione  del servizio saranno vincenti. Vogliamo rassicurare la popolazione sulla realizzazione di una capillare ed efficace campagna di informazione, finalizzata a fornire ogni delucidazione. Dobbiamo proseguire il cammino intrapreso per la riconquista  della  Bandiera Blu, puntando sullo sviluppo di politiche ecosostenibili per la gestione del territorio. Il porta a porta è in questo percorso uno step importante,  ma ancora altri passi dobbiamo compiere, come ad esempio la pista ciclabile cittadina, il bike sharing, la diffusione dell’utilizzo di energie rinnovabili ed in questo siamo determinati”.

Il nuovo servizio di raccoltaconclude il Primo Cittadinoci permetterà di raggiungere un altro importante obiettivo, must della nostra Amministrazione, la lotta all’evasione fiscale. Infatti  i Kit necessari per la raccolta porta a porta saranno consegnati solo agli utenti che presenteranno regolare ricevuta del pagamento della TARES. Sarà, quindi, facile scoprire gli eventuali evasori. Di qui l’altro indiscutibile vantaggio per la comunità,  poiché l’aumento della percentuale di raccolta differenziata insieme al recupero dell’evasione ci consentirà riduzioni nella pressione fiscale in ambito TARI,la nuova tassa sui rifiuti, introdotta dal Governo Centrale, in vigore dal 1 gennaio 2014. Continua dunque, in modo sempre più incisivo il nostro impegno per la realizzazione del progetto denominato “Obiettivo Welfare ed Economia“, finalizzato al benessere sociale e alla ripresa economica del territorio”.

Cosa cambierà per i cittadini di Gaeta? Dopo la positiva sperimentazione della raccolta domiciliare svolta negli scorsi mesi tra corso Italia, via Garibaldi e le vie attigue, il servizio porta a porta sarà esteso a tutto il centro abitato. Lo start up è previsto entro il mese di giugno e riguarderà Gaeta Medievale, poi a seguire tutto il Lungomare Caboto, successivamente coinvolgerà Marina di Serapo fino alla SS. Flacca, raggiungendo la zona collinare. Entro la fine dell’anno anche le abitazioni più periferiche . La raccolta riguarderà sia le utenze domestiche che quelle non domestiche e verranno ritirati, secondo un calendario che verrà comunicato a breve, rifiuti organici, carta e cartone, plastica e metalli, vetro e rifiuti indifferenziati. A breve i cittadini riceveranno un kit con tutti contenitori per effettuare la raccolta, con colori differenti per ogni tipologia di rifiuto, secondo quanto prescrive la direttiva europea:

  • Marrone: rifiuti organici
  • Grigio: rifiuti indifferenziati
  • Blu: carta
  • Giallo plastica
  • Verde: vetro

I contenitori per la raccolta dei rifiuti organici e di quelli indifferenziati conterranno un microchip che servirà a monitorare i conferimenti.

In parallelo con l’avvio dei nuovi servizi ci sarà una campagna di sensibilizzazione e di animazione territoriale gestita dalla Cooperativa ERICA di Alba (Cn), leader nazionale nel campo della progettazione e comunicazione ambientale. Oltre a manifesti, affissioni e locandine, nelle prossime settimane e con un programma che verrà definito a breve si terranno incontri con i cittadini, commercianti e portatori di interesse, durante i quali verranno chiariti dubbi e date indicazioni su come effettuare una buona raccolta e differenziare al meglio i propri rifiuti.