Gaeta: Contrasto ai reati contro il patrimonio e alla viabilità

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Nell’ambito dell’attività di Prevenzione e controllo del territorio condotta da personale del Commissariato di P.S. di “Gaeta”, con particolare attenzione rivolta al contrasto dei reati contro il patrimonio e alla viabilità, si è intensificata l’attività su strada di questa squadra “volante” soprattutto nelle zone del centro cittadino, che, con il pronto intervento e la collaborazione di personale del Reparto Prevenzione Crimine Lazio,  ha consentito nella sola giornata di mercoledì u.s. di porre in essere numerosi e scrupolosi controlli, su tutto il territorio, conseguendo i seguenti risultati:

  • Posti di controllo effettuati: nr. 9.
  • Persone complessivamente controllate ed identificate: nr. 71
  • Veicoli controllati: nr. 44
  • Infrazioni al C.d.S. elevate e contestate nr.2.

Durante  tali  controlli  è  stato  inoltre  rintracciato  un  cittadino  extracomunitario  di

nazionalità albanese, Z.B.,di anni 43, a carico del quale è emerso un provvedimento del Questore con il quale era stata rigettata la sua istanza di rinnovo del permesso di soggiorno. Fatto per il quale lo straniero veniva invitato a presentarsi presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per gli adempimenti necessari al suo allontanamento dal territorio nazionale.

Nei giorni precedenti si è altresì proceduto alla denuncia in stato di libertà di due uomini di Gaeta, C.E. di anni 31 e C.G. di anni 32, per i reati di ingiuria, minacce e lesioni personali dolose.

In particolare nella ricostruzione degli eventi si appurava che C.E. trovandosi a transitare con la sua autovettura nei pressi di un bar di Gaeta, in compagnia della sua convivente, si era avvicinato ad altro uomo ivi presente, L.L., con il quale aveva iniziato un’accesa discussione verbale passando successivamente alle vie di fatto dapprima spintonandolo dopodiché sferrandogli  un violento calcio al fianco destro che faceva rovinare il malcapitato al suolo lasciandolo senza fiato.

Nella circostanza si richiedeva pertanto l’intervento del “118” che prestava le dovute cure e i due uomini coinvolti venivano invitati a presentare eventuali querele in merito all’accaduto.

Da qui la denuncia per i reati di ingiuria, minacce e lesioni personali, scattata nei confronti di C.E. ed il suo deferimento all’A.G.

Ulteriore episodio, ove si è reso necessario il tempestivo intervento della Squadra volante risulta relativo a C.G. che si accaniva nei confronti di un commerciante all’interno di un bar allorquando questi gli chiedeva il saldo di 30,00 Euro per un vecchio debito contratto dal giovane a fronte di una fornitura di alimenti.

Alla reiterata richiesta del commerciante di provvedere al saldo, C.G. si procurava una sbarra in alluminio e aggrediva gratuitamente il malcapitato colpendolo con violenza e causandogli delle lesioni personali.

Anche in questo caso a seguito di querela presentata dal malcapitato si procedeva al deferimento dell’aggressore all’A.G. competente.