Gaeta: gran pubblico al Castello Aragonese

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Grande successo di pubblico al Castello Aragonese di Gaeta per lo spettacolo di danza “Just a vision” scritto, ideato e coreografato da Bruno Centola di Gaeta, tra i più affermati ballerini di danza moderna.
Lo spettacolo ha messo in evidenza le varie visioni della vita, attraverso la rappresentazione di tutte le sue sfaccettature: amore, passione, violenza, dolore, vita e morte. Aspetti che i 12 ballerini hanno saputo evidenziare sul palco con la loro capacità di interpretare i movimenti di danza attraverso una ricerca musicale che si è ben adattata al messaggio lanciato dal giovane coreografo in questa sua prima firma da regista nel mondo della danza.
Il tutto è stato testimoniato dal numeroso pubblico in un crescente di emozioni fino al prolungato applauso finale che ha sottolineato la qualità dello spettacolo e la professionalità degli interpreti che hanno visto la partecipazione straordinaria di Lorella Boccia e Pasquale Di Nuzzo, ex concorrenti ad “Amici”, la fortunatissima trasmissione di Maria De Filippi.
Bruno Centola, nato a Gaeta, muove i suoi primi passi alla scuola di danza “Città di Gaeta” di Francesca Falvo per poi spiccare il volo verso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma e poi proseguire i suoi studi al Broadway Dance Center di New York, la più importante scuola di danza moderna nel mondo, sotto la guida di prestigiosi insegnanti.
Viene scelto da Daniel EZRALOW che lo inserisce in alcuni suoi spettacoli per tournée in giro per il mondo.
E’ ormai consolidata la sua presenza a più di 35 programmi TV targati sia in Rai che Mediaset alternando tour con noti cantanti italiani tra cui Laura PAUSINI e Marco MENGONI.
Attualmente, oltre a firmare “Just a vision” con cui si appresta a girare l’Italia, dopo la prima al Palacongressi di Roma e la serata dedicata alla sua Gaeta, il giovane ballerino è impegnato nelle prove del nuovo spettacolo di Massimo Ranieri “Sogno e son desto” che vedremo in autunno su Raiuno.
Il cammino è iniziato e gli auguri che facciamo a Bruno Centola è di vederlo firmare ancora numerose regie di spettacoli che riescono a trasmettere con immediatezza, anche a chi non è appassionato alla danza, sensazioni ed emozioni che restano nella mente degli spettatori.