Gaeta – La Piaja in Festa …. per non dimenticare

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

GaetaLa Piaja in Festa 2014 incontra la Storia …Per non dimenticare. Quest’anno il tradizionale giorno di festa del quartiere gaetano dei pescatori è dedicato alle Celebrazioni del 70° Anniversario della Liberazione dall’occupazione nazifascista, avvenuta il 19 maggio del 1944.

Mercoledì 13 agosto 2014, alle ore 19, l’Associazione Culturale “Golfo Eventi”, con il patrocinio e la collaborazione del Comune, propone un manifestazione culturale che si prefigge un duplice scopo: da un lato, commemorare gli eventi bellici, dall’altro mantenere viva la memoria nelle nuove generazioni per far sì che non si ripetano più gli errori compiuti.

Accogliamo con piacere questa bella iniziativa dell’Associazione Golfo Eventi– dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano –  Tenere salda la memoria storica per non ripetere gli errori del passato è un dovere fondamentale per tutti, ma quando sono i giovani a farlo acquista un valore aggiunto. Un plauso ai ragazzi di Golfo Eventi che si interrogano sul proprio passato e, con l’aiuto di storici ed esperti, cercano risposte per capire, per non sbagliare mai più. Lo fanno con l’energia, la passione e la vitalità che li caratterizza, coinvolgendo il  rione La Piaja e l’intera città,  non solo in un importante momento di riflessione, ma anche in una serata di festa, a sottolineare la felicità della Liberazione dall’oppressione nazi-fascista, di cui ricorre il 70° Anniversario.Sarà l’occasione per riportare alla mente ricordi mai sopiti, trasmetterli alle nuove generazioni, e continuare, così, a costruire sul filo del passato, un futuro migliore. In un’atmosfera festosa ci ritroveremo, insieme, per non dimenticare. Invito, quindi, tutti a partecipare! “.

Il programma della manifestazione si svilupperà  alternando il ricordo del dolore e degli immani sacrifici del periodo bellico e dell’occupazione, al ricordo della gioia e della felicità della Liberazione e della fine della Seconda Guerra Mondiale.

Dall’8 settembre del 1943spiegano gli organizzatoriGaeta fu travolta dagli eventi della II Guerra Mondiale; i suoi cittadini si rifugiarono nelle campagne circostanti, e molti vennero sfollati nelle cittadine limitrofe. Nel frattempo, parte della città venne distrutta ed in particolare il rione Piaja venne raso al suolo nell’ultima decade di novembre. Tutti gli edifici che erano situati sulla costa vennero travolti dalla distruzione tedesca e solo la Chiesa di San Carlo, in parte, si salvò dalle bombe. Fu solo a maggio, che finalmente i gaetani ritornarono nelle loro case e cominciarono una lenta ripresa che si protrasse negli anni successivi. Il rione rivivrà questi momenti difficili, per le sofferenze  e le tragedie che sempre accompagnano le guerre, ma anche i momenti gioiosi per la libertà ritrovata”.

Alle ore 19, prenderà il via  il Convegno dal titolo “La Piaja …Per non dimenticare”, che vedrà la partecipazione di esperti della storia del nostro territorio, in particolare de “La Piaja”. Tra i relatori il Prof. Luigi Cardi, che illustrerà gli eventi che colpirono la città ed in particolare il quartiere La Piaja  dall’8 settembre alla distruzione;  l’Ing. Antonio Di Tucci, che esporrà le memorie del padre Salvatore, raccolte dal genitore in un diario di guerra;  Francesco Del Pozzone che tratterà il tema della Liberazione di Gaeta.

Significativa la location del Convegno: il largo antistante il “Palazzo Pescatori”, uno dei primi edifici ad essere costruito dopo la fine della guerra.

A conclusione, sarà esposta una targa commemorativa sulla facciata del “Palazzo Pescatori”, cui farà seguito un brindisi alla concordia e alla pace.Sempre nel tratto di marciapiedi antistante il “Palazzo Pescatori”,  sarà organizzata una mostra fotografica con immagini storiche del rione che spaziano orientativamente dagli anni Venti agli anni Settanta del Novecento.

Si passerà poi al momento festoso: presso il campo sportivo “San Carlo” sarà allestito un villaggio gastronomico dove sarà possibile degustare prodotti tipici locali, uno spazio sarà dedicato ai bimbi con l’animazione “Parapimpumpam”.

La serata  continuerà con lo  show comico – musicale Made in Sud, ed i balli di gruppo.  Chiuderà la manifestazione  il suggestivo spettacolo pirotecnico sul mare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.