Gaeta: Raccolta differenziata dei rifiuti, parte il bando di gara

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Pronto il nuovo bando di gara per l’affidamento della raccolta differenziata dei rifiuti. L’Amministrazione Comunale di Gaeta, guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano, si appresta a varare, nei prossimi giorni, la procedura ad evidenza pubblica per l’assegnazione dell’importante servizio di igiene urbana, da svolgersi secondo modalità decisamente nuove per il territorio cittadino. “Sarà una piccola rivoluzione per Gaeta – afferma il Sindaco Mitrano – Il nuovo bando per la raccolta dei rifiuti solidi urbani porterà con sé un cambiamento radicale e “culturale” nelle nostre abitudini. Presupporrà un impegno maggiore ed una serie di attenzioni ad oggi sconosciute nella nostra quotidianità; un piccolo sforzo che finalmente ci adeguerà al resto d’Italia e d’Europa”. La raccolta differenziata dei rifiuti urbani presuppone, infatti, buona volontà ed impegno da parte dei cittadini che dovranno imparare a ben riconoscere il rifiuto da conferire e ben individuare il contenitore corrispondente da utilizzare, oltre che rispettare il calendario e gli orari per il conferimento. Le frazioni di rifiuto che verranno raccolte, ed in parte valorizzate attraverso il riciclo, saranno: – Scarti organici ed alimentari, il cosiddetto “Umido” – Imballaggi in plastica e metallo – Imballaggi in vetro – Carta, Cartone e Cartoncino – Altri materiali non riciclabili A spiegare le novità introdotte dal bando, al fine di realizzare un servizio di igiene urbana moderno, efficace ed efficiente, è l’Assessore alle Politiche Ambientali ed Igiene Urbana Alessandro Vona: “La raccolta avverrà in modo funzionale alle caratteristiche di densità abitativa e geomorfologiche del territorio gaetano. Per tale ragione si svilupperà con due modalità e due tecnologie diverse di raccolta: nell’ambito urbano (prevalentemente individuabile nella fascia compresa tra il mare ed la strada Flacca, con eccezioni formate da alcune aree situate superiormente ma sempre densamente abitate) i rifiuti saranno raccolti con un sistema spinto di “porta a porta”; ad ogni utenza verranno consegnati i kit per la raccolta, composti da bidoncini di vari colori a seconda della tipologia, sacchetti di plastica e calendario di raccolta. In particolari condizioni (abitazioni con giardino) potranno essere distribuite le compostiere. Tale modalità di raccolta, in fase sperimentale, si sta già attuando nella zona di “Corso Italia”. Mentre nelle zone del territorio più lontane dal centro urbano e meno densamente abitate, la raccolta, sempre basata sulla differenziazione del rifiuto, sarà del tipo stradale ovvero non avverrà per mezzo di bidoncini corrispondenti ad ogni numero civico, ma attraverso il conferimento indirizzato presso contenitori stradali distribuiti razionalmente sul territorio. Il conferimento, però, presso i cassonetti o le isole ecologiche mobili sarà, ovviamente, di tipo “Intelligente”. Ogni utente abilitato al conferimento presso il punto corrispondente alla data zona sarà in possesso di chiave o tessera elettronica in grado di riconoscere il soggetto abilitato ed il rispetto o meno degli orari stabiliti per il conferimento. Tale accorgimento consente di evitare che cittadini residenti in zone dove è operativo il “porta a porta” conferiscano invece non correttamente nei cassonetti situati in zone diverse da quelle di residenza. Un servizio a chiamata provvederà al ritiro dei cosiddetti rifiuti “ingombranti”. Resta ferma la possibilità, per ogni abitante di Gaeta, di conferire personalmente rifiuti differenziati, dalla carta al vetro, dai grandi ai piccoli elettrodomestici, dal frascame agli oli vegetali di cucina, presso la locale isola ecologica sul Lungomare Caboto. Sono previste successive riduzioni in bolletta per i cittadini che vorranno usufruire di questo servizio. “Perseverando nella politica di aperto confronto e continuo dialogo con i cittadini, che caratterizza dal primo giorno di insediamento la nostra Amministrazione – precisa il Primo Cittadino – abbiamo, infatti, accolto, e recepito nel nuovo bando di gara, la proposta del Comitato per la Salute dei Cittadini, rappresentato da Angelo Di Bernardo, consistente nella possibilità per gli utenti di conferire direttamente all’isola ecologica i rifiuti differenziati, ricevendone in cambio un giusto corrispettivo. Una proposta valida, che abbiamo abbracciato immediatamente, perché compensa l’esigenza di procedere con incisività nella raccolta differenziata, con la giusta considerazione delle attuali difficoltà economiche e l’opportuno coinvolgimento responsabilizzato del cittadino”. Il bando di gara, che sarà pubblicato la prossima settimana nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, prevede anche altri servizi essenziali per la città quali: la manutenzione del verde e la pulizia delle spiagge, un sistema di raccolta organizzato dei rifiuti cimiteriali, la pulizia delle caditoie stradali. Infine una particolare attenzione è data alla pulizia delle vie cittadine con l’utilizzo di macchine lava strada, oltre alle spazzatrici e ad interventi mattutini mirati, nelle zone della “movida”. Previsti altresì servizi per la rimozione dei residui da gomma masticante e per l’eliminazione delle deiezioni animali sui percorsi principali di Gaeta. Ricordiamo che in Corso Italia, dal primo ottobre, è già partita, in via sperimentale, la raccolta differenziata porta a porta. E’ importante ribadire alcune raccomandazioni: gli scarti alimentari ed organici si raccolgono il lunedì, il mercoledì ed il sabato. L’utente deve avere cura di non inserire alimenti liquidi e contenitori, utilizzando esclusivamente gli appositi sacchetti biodegradabili e compostabili. Il martedì verranno raccolte carta, cartone e cartoncino, il conferimento dovrà avvenire senza inserire carta sporca di alimenti e comunque i contenitori dovranno essere schiacciati e quanto più possibile compattati. Il giovedì si raccoglieranno sia la plastica che il vetro, i contenitori prima di essere gettati dovranno essere svuotati e ripuliti, anche in questo caso è utile, per ridurre il volume della plastica, schiacciare i contenitori. Il martedì ed il venerdì verranno raccolti gli altri materiali non riciclabili. Da metà ottobre infine la raccolta porta a porta sarà estesa a tutte le attività commerciali della città che producono umido (ristoranti, alberghi, bar, stabilimenti balneari ecc. ). Agli esercenti saranno consegnati bidoni di color marrone (per la raccolta dell’umido), muniti di apposito catenaccio. Questa prima estensione del porta a porta ad un’utenza specifica dell’intero territorio comunale potrà garantire, da subito, un maggiore percentuale di differenziata e quindi di riciclo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.