Giorgia Meloni a Cisterna: grande entusiasmo per l’apertura della campagna elettorale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Grande entusiasmo ieri per l’arrivo dell’Onorevole Giorgia Meloni a Cisterna per l’apertura della campagna elettorale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

Centinaia i presenti ad attenderla presso l’istituto di istruzione superiore campus dei licei “Massimiliano Ramadù”. Tra i partecipanti il candidato a sindaco di Cisterna Mauro Carturan, l’Onorevole Pasquale Maietta candidato alle europee nel collegio dell’Italia centrale per Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, il Sindaco di Latina Giovanni di Giorgi ed il coordinatore provinciale del partito  Nicola Calandrini, che ha aperto l’incontro.

“Oggi stiamo affrontando una battaglia bellissima, enorme, abbiamo l’ambizione di portare le nostre idee in Europa perché lavoreremo con la consapevolezza che tutto quello che faremo non sarà sprecato ma servirà a cambiare l’Europa e il ruolo stesso dell’Italia nel contesto europeo ”.

Così commenta l’Onorevole Pasquale Maietta, citando poi una frase del campione olimpico di atletica leggera Pietro Mennea: “La fatica non è mai sprecata: soffri, ma sogni. E noi vogliamo sognare e lavorare tanto per il futuro dell’Italia e dei nostri cittadini”.

Il presidente nazionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni, ha scaldato la platea toccando tanti argomenti, tra cui i temi caldi relativi all’Europa:

“Bisogna avere il coraggio di uscire dall’Euro, di prendere atto che l’Unione europea non può essere quella dei banchieri e quella sottomessa alle regole e alle esigenze economiche della Germania. Di fronte a tutto questo il Governo Renzi, invece di lavorare per il nostro Paese ha avuto la faccia tosta di presentare la manovra economica alla Merkel prima del Parlamento. Non parliamo, poi, della questione immigrazione: l’Europa ci lascia soli e l’Italia è costretta ad accollarsi costi enormi, economici e sociali. E’ giunto il momento per l’Italia di alzare la testa e tirare fuori l’orgoglio”