Golfo:Comitato spontaneo di cittadini Basso Lazio chiede Acqua nelle case e non nelle strade.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Foto di Repertorio

Questo non è solo lo slogan che i cittadini hanno urlato per le vie di Formia durante la manifestazione del 2

dicembre organizzata dal Comitato spontaneo di cittadini del Basso Lazio, ma è la dura realtà del sistema di

distribuzione idrica del Sud Pontino, che invece di portare l’acqua nelle abitazioni la disperde per l’80%

nelle strade, nelle campagne, nel sottosuolo. Questa è la principale causa che ha creato e sta creando

gravissimi disagi a tutta la cittadinanza del Sud Pontino da oramai 7 mesi!

Una manifestazione autorizzata, che ha visto la partecipazione di tanti cittadini, associazioni e comitati di

tutto il territorio (da Itri a Minturno- Scauri) che hanno testimoniato le difficoltà di vita quotidiana per la

sopravvivenza, per la salute e per l’igiene!

Un secondo slogan ha tuonato dalle voci dei manifestanti una volta arrivati al molo Vespucci, NO AI

DISSALATORI e CON FERMEZZA ribadiamo la pronta lotta contro la loro l’installazione.

Una manifestazione non fine a se stessa, ma una protesta pacifica che determina il punto di partenza per

un cammino partecipato e trasparente con tutte le forze in campo, parti sociali e istituzioni, con l’obbiettivo

di non rivivere più i disagi ancora oggi sperimentati.

Il Comitato ringrazia la Dott.ssa Maria Rosa Trio, Prefetto di Latina, che ha dato la massima disponibilità al

dialogo e al confronto sul tema dell’acqua, ove noi resteremo presenti con l’intento di mantenere alto il

livello di attenzione sulle scelte che saranno adottate, ritenendo indispensabile e fondamentale il ruolo

decisionale, di sorveglianza e controllo della parte pubblica di Acqualatina, fino oggi è apparsa dormiente.

“Sento forte il grido del diritto violato”, le parole conclusive della lettera di Mons. Luigi Vari, Arcivescovo di

Gaeta, letta da Don Maurizio Di Rienzo prima della partenza del corteo, ancora oggi risuonano nella stessa

piazza.

Ringraziamo la Questura di Formia, che ha permesso lo svolgimento della manifestazione nella massima

sicurezza di tutti i partecipanti, e ringraziamo tutti i cittadini, le associazioni e i comitati, la Protezione civile

e la Croce Rossa Italiana, che hanno partecipato alla manifestazione.

Formia 04/12/2017 COMITATO SPONTANEO DI CITTADINI DEL BASSO LAZIO