Handball: CONVERSANO – GEOTER GAETA 28-23 (p.t. 16-11)

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

CONVERSANO: Ignazzi, Luciano, Recchia M., Recchia S. 3, Fantasia 3, Vitto 9, Martino, D’Alessandro 3, Di Maggio 9, Carso, Spinozza 1, Lupo, Vicenti, Giannandrea. All: Alessandro Tarafino

GEOTER GAETA: Di Palma, Medina, Cienzo, Punzetti, Scalesse, Recchiuti 8, Marciano, Fritegotto 1, Onelli 7, Panariello 2, Ponticella, Brongo, Bettini 4, Guinci 1. All: Paolo Bettini

ARBITRI: Cimini – Ciotola

La Geoter Gaeta rimane a bocca asciutta anche al termine della seconda giornata di campionato. Nella delicata trasferta di Conversano, presso il “PalaSanGiacomo”, la compagine biancorossa non è infatti riuscita a spuntarla al cospetto dei ragazzi di Alessandro Tarafino, nonostante una gara avvincente, con numerosi capovolgimenti di fronte. Qualche errore di troppo in fase offensiva e un pizzico di nervosismo nei momenti determinanti, non hanno permesso a Recchiuti (ancora una volta miglior realizzatore tra i suoi a quota 8) e compagni di conservare il vantaggio acquisito più volte nel corso dell’incontro, lasciando ai pugliesi la strada spianata. Da sottolineare, le 7 reti messe a segno dal coach-player Onelli e le 4 di Pierluca Bettini, non ancora in perfette condizioni e schierato solo nella ripresa. Per i locali, top scorer, entrambi autori di 9 gol, Vitto e Di Maggio.

La Geoter parte col piede giusto, andando a segno per ben due volte nei primissimi giri di lancette, lasciando i biancoverdi a guardare. La reazione degli avversari, però, non si fa attendere, e al 15’ il Conversano ribalta il parziale, 6-4. Ha inizio il botta e risposta, al 20’ i padroni di casa sono ancora col muso avanti ma di misura, 9-8, al 22’ il sorpasso dei gaetani, 9-10, pur restando molte le possibilità sprecate in fase realizzativa. A questo punto, gli ospiti devono fare i conti con le esclusioni e, grazie alla superiorità numerica, per Fantasia e compagni diventa più facile piazzare il break di 6-0, 15-10, decisivo per il parziale di primo tempo. Negli spogliatoi si torna sul 16-11. Nella ripresa, però, i laziali tornano a farsi sentire, la partenza è nuovamente intensa e prolifica, il Conversano rimane in apnea per almeno sei minuti, tanto che al 15’ il distacco è minimo, 19-17. Il ritmo aumenta, i biancorossi non mollano la presa, al 17’ il tabellone segna 21-20, al 20’ 22-21. Ma sul più bello la luce si spegne. Negli ultimi 10’ ancora esclusioni fatali, che regalano al Conversano la possibilità di premere il piede sull’acceleratore fino alla sirena finale: con un parziale di 6-2, 28-23, i baresi festeggiano i primi punti stagionali.

“Abbiamo disputato una gara a corrente alternata, – ha commentato il dirigente Vincenzo Lunardo – e pagato a caro prezzo alcuni errori davanti alla porta. I ragazzi del Conversano, al contrario di noi, sono stati più cinici e agonisticamente cattivi”.

Nel prossimo turno, previsto per sabato 5 ottobre, la Geoter Gaeta ospiterà la Lazio, reduce dal secondo successo consecutivo sul campo del Cus Palermo, dopo i tiri di rigore (32-33). A causa della perdurante inagibilità del “PalaAmendola” di Formia, il match sarà disputato anche stavolta presso il Palasport di Pontinia, con fischio d’inizio alle ore 18.

Commenta per primo