Handball: CONVERSANO – GEOTER GAETA 28-23 (p.t. 16-11)

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

CONVERSANO: Ignazzi, Luciano, Recchia M., Recchia S. 3, Fantasia 3, Vitto 9, Martino, D’Alessandro 3, Di Maggio 9, Carso, Spinozza 1, Lupo, Vicenti, Giannandrea. All: Alessandro Tarafino

GEOTER GAETA: Di Palma, Medina, Cienzo, Punzetti, Scalesse, Recchiuti 8, Marciano, Fritegotto 1, Onelli 7, Panariello 2, Ponticella, Brongo, Bettini 4, Guinci 1. All: Paolo Bettini

ARBITRI: Cimini – Ciotola

La Geoter Gaeta rimane a bocca asciutta anche al termine della seconda giornata di campionato. Nella delicata trasferta di Conversano, presso il “PalaSanGiacomo”, la compagine biancorossa non è infatti riuscita a spuntarla al cospetto dei ragazzi di Alessandro Tarafino, nonostante una gara avvincente, con numerosi capovolgimenti di fronte. Qualche errore di troppo in fase offensiva e un pizzico di nervosismo nei momenti determinanti, non hanno permesso a Recchiuti (ancora una volta miglior realizzatore tra i suoi a quota 8) e compagni di conservare il vantaggio acquisito più volte nel corso dell’incontro, lasciando ai pugliesi la strada spianata. Da sottolineare, le 7 reti messe a segno dal coach-player Onelli e le 4 di Pierluca Bettini, non ancora in perfette condizioni e schierato solo nella ripresa. Per i locali, top scorer, entrambi autori di 9 gol, Vitto e Di Maggio.

La Geoter parte col piede giusto, andando a segno per ben due volte nei primissimi giri di lancette, lasciando i biancoverdi a guardare. La reazione degli avversari, però, non si fa attendere, e al 15’ il Conversano ribalta il parziale, 6-4. Ha inizio il botta e risposta, al 20’ i padroni di casa sono ancora col muso avanti ma di misura, 9-8, al 22’ il sorpasso dei gaetani, 9-10, pur restando molte le possibilità sprecate in fase realizzativa. A questo punto, gli ospiti devono fare i conti con le esclusioni e, grazie alla superiorità numerica, per Fantasia e compagni diventa più facile piazzare il break di 6-0, 15-10, decisivo per il parziale di primo tempo. Negli spogliatoi si torna sul 16-11. Nella ripresa, però, i laziali tornano a farsi sentire, la partenza è nuovamente intensa e prolifica, il Conversano rimane in apnea per almeno sei minuti, tanto che al 15’ il distacco è minimo, 19-17. Il ritmo aumenta, i biancorossi non mollano la presa, al 17’ il tabellone segna 21-20, al 20’ 22-21. Ma sul più bello la luce si spegne. Negli ultimi 10’ ancora esclusioni fatali, che regalano al Conversano la possibilità di premere il piede sull’acceleratore fino alla sirena finale: con un parziale di 6-2, 28-23, i baresi festeggiano i primi punti stagionali.

“Abbiamo disputato una gara a corrente alternata, – ha commentato il dirigente Vincenzo Lunardo – e pagato a caro prezzo alcuni errori davanti alla porta. I ragazzi del Conversano, al contrario di noi, sono stati più cinici e agonisticamente cattivi”.

Nel prossimo turno, previsto per sabato 5 ottobre, la Geoter Gaeta ospiterà la Lazio, reduce dal secondo successo consecutivo sul campo del Cus Palermo, dopo i tiri di rigore (32-33). A causa della perdurante inagibilità del “PalaAmendola” di Formia, il match sarà disputato anche stavolta presso il Palasport di Pontinia, con fischio d’inizio alle ore 18.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.