Handball: GEOTER GAETA – JUNIOR FASANO 20-32 (p.t. 8-15)

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

GEOTER GAETA: Di Palma, Punzetti, Scalesse, Recchiuti 5, Marciano 3, Fritegotto 3, Medina, Onelli 3, Panariello 3, Cienzo, Ponticella, Bettini 2, Ciccolella, Guinci 1. All. Paolo Bettini

JUNIOR FASANO: Lorusso, De Santis P. 4, Ancona 2, Giannoccaro 2, Colella, Costanzo 5, Sabatelli 2, Messina, Brzic 2, Fovio, De Santis L. 2, Beharevic 9, Cedro, Rubino 4. All. Francesco Ancona
ARBITRI: Cardone – Cardone

NOTE: gara disputata al Palasport di Pontinia per l’inagibilità del “PalaAmendola” di Formia; prima dell’inizio dell’incontro, osservato un minuto di silenzio in memoria del pilota di motonautica Paolo Zantelli.

Sconfitta a testa alta per la Geoter Gaeta nell’esordio in campionato. Davanti al caloroso ed accogliente pubblico del Palasport di Pontinia (il “PalaAmendola” di Formia è temporaneamente inagibile), la giovane compagine biancorossa ha provato in tutti i modi a tenere testa alla corazzata Junior Fasano, che ha dimostrato, per la prestazione sfoderata e il livello dell’intera rosa a disposizione, di essere una delle candidate principali nella corsa verso lo scudetto. Risultato a parte (20-32 per i pugliesi), il match ha fornito all’allenatore-giocatore Salvatore Onelli interessanti indicazioni, soprattutto in vista delle prossime gare da disputare, a partire da quella di sabato 28 in quel di Conversano. Nell’arco dell’incontro, quasi tutti i giocatori a referto sono scesi in campo, compresi i nuovi arrivati Matteo Guinci (autore di una rete) e Dario Di Palma, tra i pali per l’intero secondo tempo, e compreso Pierluca Bettini, reduce da un lungo infortunio, ma che si è subito messo in evidenza siglando anche due gol, dimostrando di essere vicino al completo recupero. Da sottolineare, le prove del portiere Emanuele Cienzo, di Andrea Fritegotto, vittima di un infortunio alla schiena nei minuti finali del match, e di Daniel Recchiuti, al rientro dall’infortunio e miglior realizzatore con 5 reti.

L’equilibrio regna sovrano fino al 10’, quando Beharevic, top scorer tra i suoi a quota 9, trasforma il rigore del pareggio, 3-3. Il tentativo di fuga degli ospiti, 3-6, viene raffreddato dal rigore realizzato da Recchiuti al 15’, 4-6, dopo il time out chiamato dalla panchina locale. Da questo momento in poi, nonostante la Geoter abbia cercato di rispondere a tono, per i ragazzi di Ancona la strada è diventata in discesa, anche grazie alle parate della saracinesca Fovio. Ritorno negli spogliatoi con il Junior avanti 8-15. Nella ripresa, il passare dei minuti segna anche la crescita del divario, fino ad arrivare al massimo vantaggio, +13, 17-30, del 25’ , poco prima del 20-32 finale.

“Nonostante il risultato, – ha dichiarato Onelli – sono soddisfatto della prova dei ragazzi. Il Fasano ha dimostrato di essere probabilmente la squadra più forte d’Italia, e noi abbiamo fatto il possibile per non demeritare. Siamo partiti col piede giusto, rimanendo in partita nei primi 10’, poi siamo un po’ calati e nella ripresa abbiamo sofferto di più anche a causa di qualche esclusione di troppo. Ma non c’è stata nessuna sorpresa, e adesso saremo ancora più pronti per affrontare le prossime sfide”.

Nel prossimo turno, previsto per sabato 28 settembre, la Geoter Gaeta sarà ospite del Conversano, già incontrato nel Trofeo “Città di Fondi”, reduce dal ko inflitto dalla Lazio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.