I Chimici in visita a Montecassino

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

L'Ordine dei Chimici incontra l'Abate di Montecassino
L’Ordine dei Chimici incontra l’Abate di Montecassino

Cassino (FR): L’Abbazia di Montecassino è da secoli il punto di riferimento di decine di migliaia di persone che in questo luogo di meditazione e preghiera trovano gli stimoli per continuare a credere in un mondo migliore che sappia preservare il Creato come bellezza da tutelare e preservare.

Un percorso che parte da lontano e che ben si intreccia con i temi posti dall’Enciclica di Papa Francesco <LAUDATO SI’> che investe il modo di vivere dei popoli e che muove le sue riflessioni sul <debito ecologico tra nord e sud>, sulle <catastrofi economiche e ambientali>. Argomenti che interessano la vita pubblica dei cittadini e che sono considerati importanti dai chimici che, nell’esercizio delle loro funzioni, operano ogni giorno per migliorare la qualità della vita.

Un momento della solenne liturgia
Un momento della solenne liturgia

L’Abate di Montecassino dom Donato Ogliari, nel corso dell’omelia dedicata a San Benedetto ha ricordato la figura del frate di Norcia e la difficile missione dei <fratelli e delle sorelle> che nel mondo portano l’insegnamento benedettino e che vivono sulla propria pelle  le persecuzioni e gli insulti.

Dopo la santa Messa, l’Abate ha ricevuto in visita privata il presidente dell’Ordine interregionale dei chimici del Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, dottor Fabrizio Martinelli che ha donato all’Abate un’opera del maestro Augusto Ranocchi.

L’Abate, dopo averlo ringraziato, ha consegnato a Martinelli una pergamena con il seguente testo: “Egr. dottor Martinelli, nella solennità di San Benedetto Patrono principale dell’intera Europa e anche dell’Ordine dei chimici, in quanto suo umile successore, invocare su di Lei  su quanti Ella rappresenta nella Sua veste di Presidente dell’Ordine interregionale dei chimici di Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, il suo Patrocinio.

DSC_3114Possa il Vostro operare, alla luce dell’etica professionale che Vi è propria, essere sempre ispirato e sorretto da un genuino desiderio di servire l’umanità migliorando la qualità della vita dei cittadini e impegnandoVi per la difesa dell’ambiente, per la tutela del territorio e – in un’ottica cristiana – per la salvaguardia del Creato, sia nei luoghi abituali di lavoro sia in quelli dove siete chiamati ad esercitare attività di monitoraggio, controllo e bonifica del terreno.

Che il Vostro santo Patrono Vi guardi, Vi sostenga e Vi protegga sempre in questo delicato e insieme affascinante compito. Benedictus Benedicat!”

Lìintervista al Dott. Fabrizio Martinelli - Presidente dell'Ordine dei Chimici
L’intervista al Dott. Fabrizio Martinelli – Presidente dell’Ordine dei Chimici

<Siamo andati per la prima volta a Montecassino – afferma il dottor Fabrizio Martinelli, presidente dell’Ordine interregionale dei Chimici di Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise – per festeggiare San Benedetto da Norcia protettore dei chimici e dal 24 ottobre del ’64 anche patrono dell’Europa per volontà di Papa Paolo VI ma anche per rinnovare il nostro impegno per la tutela del territorio e in difesa di quello che la Chiesa definisce <il creato>. Un impegno che vive nell’azione quotidiana dell’esercizio della nostra professione nei luoghi di lavoro e ovunque veniamo chiamati ad esercitare le attività di monitoraggio, controllo e bonifica del territorio.

In fondo – conclude il dottor Martinelli – questo è il nostro compito – come ha detto l’Abate di Montecassino – e le indicazioni contenute nell’Enciclica <Laudato sì> di Papa Francesco ci incoraggiano ad andare avanti in questo percorso da anni intrapreso>.

di Enrico Duratorre

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.