“I Circolabili” concludono la quinta edizione di “Folk a Metà”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

CULTURA: Tutto pronto per quarta ed ultima serata di “Folk a Metà”, la rassegna di musica popolare, organizzata dall’Associazione “Piacere la Conoscenza” che quest’anno ha strizzato l’occhio alla musica elettronica, con contaminazioni di suoni campionati che ben si sono intrecciati con gli stumenti della tradizione jazz e popolare.

A chiudere la quinta edizione del Festival “Folk a metà” che, dopo varie edizioni nel centro – nord della provincia di Latina, per la prima voltà è approdato a Terracina sul palco dell’Open Art Caffè, saranno “I Circolabili” un gruppo composto da nove elementi con base a Roma che nei suoi 13 anni di attività ha già collezionato diverse partecipazioni ad importanti festival nazionali.

Le loro composizioni tutte originali, nascono da esperienze ed influenze diverse e variano dalla musica popolare a quella balcanica, dal tango al Jazz fino al Funky ed il loro spettacolo si avvale della collaborazione di diversi artisti che completano la performance del gruppo, rendendo l’esibizione ancora più stimolante e irripetibile.

L’appuntamento di venerì diventa, dunque, un’occasione per assistere ad performance unica ed irripetibile che non nasce da uno schema fisso e stereotipato, ma cambia forma a contatto con il pubblico, mutando in base al feeling che viene a crearsi con esso; non più una fruizione passiva quindi, ma un viaggio attraverso l’animo ed il cuore, che viene plasmato dagli impulsi di chi suona e di chi ascolta.

Con “I Circolabili” non mancano mai sorprese, improvvisazioni, scherzi ed interazioni con la platea, perchè la musica de “I Circolabili” non va solo ascoltata, ma anche vista e vissuta per divertirsi e far riflettere al momento stesso.

Appunatamento, dunque, venerdì 16 marzo a partire dalle ore 21.30 per ascoltare Sebastiano Forti al Clarinetto, Sax soprano e voce, Valerio Prigiotti alla tromba e flicorno, Alessandro Russo alla Chitarra, Mauro Gavini al Contrabbasso e Basso elettrico, Giulio Caneponi alla batteria e disturbi sonori ed Enrica Di Benedetto che completerà lo spettacolo con acrobazie, giocolerie e tango sui trampoli.

di Enrico Duratorre